Samsung Galaxy Nexus, vendite bloccate dal giudice negli USA

 

La scorsa settimana abbiamo riportato che Apple era riuscita a bloccare le vendite del Galaxy Nexus negli Stati Uniti, quando il tribunale statunitense ha scoperto che il dispositivo Samsung/Google viola alcuni dei brevetti dell'azienda di Cupertino

Scritto da Simone Ziggiotto il 09/07/12 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2012

 

SamsungLa scorsa settimana abbiamo riportato che Apple era riuscita a bloccare le vendite del Galaxy Nexus negli Stati Uniti, quando il tribunale statunitense ha scoperto che il dispositivo Samsung/Google viola alcuni dei brevetti dell'azienda di Cupertino.

Ora possiamo vedere finalmente gli effetti della sentenza: il dispositivo che prima era acquistabile sul Google Play Store americano da oggi viene proposto con la disponibilità 'coming soon' ('presto disponibile') al posto del consueto pulsante 'aggiungi al carrello'. È possibile scegliere di ricevere una notifica tramite mail non appena il telefono tornerà disponibile.

AppleNaturalmente, questo potrebbe non avere nulla a che fare con la sentenza della Corte, e Google potrebbe avere solamente esaurito le scorte in magazzino del Galaxy Nexus, o potrebbe fermare le vendite fino alla disponibilità pubblica della nuova versione Android 4,1 Jelly Bean.

Tuttavia, il fatto che Apple ha appena inviato una richiesta di risarcimento pari a 95,6 milioni di dollari a Samsung suggerisce il contrario. A smentire ulteriormente le indiscrezioni è poi arrivato l'annuncio ufficiale di Google, secondo cui il telefono è stato bloccato proprio a causa del provvedimento giudiziario.

Prima di questo, anche Samsung ha cercato di fare appello al giudice, ma la Corte ha rifiutat proprio come ha fatto per il Galaxy Tab 10.1, che rimane vietato negli Stati Uniti.

Mentre rimane chiaro che non sarà piu' acquistabile un nuovo Galaxy Nexus per un po' di tempo, non ci sono notizie su ciò che accadrà alle persone che hanno già ordinato il dispositivo e sono ora in attesa di ricevere il dispositivo.

Samsung: tempi brevi per il provvedimento cautelare contro Galaxy Nexus

 
SamsungLa Corte d'Appello ha accolto la richiesta di Samsung nella quale l'azienda sud coreana ha chiesto di accelerare la sua impugnazione del provvedimento cautelare contro il divieto di vendita del Samsung Galaxy Nexus negli USA. L'azienda ha avuto tempo fino al 16 luglio per presentare il suo mandato, e Apple ha tempo fino al 30 luglio per rispondere.

Inoltre, Apple ha anche inviato lettere ad alcuni rivenditori chiedendo loro di smettere di vendere il Samsung Galaxy Tab 10.1 e il Galaxy Nexus. Naturalmente, Samsung ha lamentato le lettere.
 
Le controversie tra Apple contro Samsung sono iniziate lo scorso anno per violazione di diversi brevetti nei dispositivi Android del produttore coreano. L'azienda di Cupertino ha vinto un ordine restrittivo provvisorio contro la vendita di Samsung sul Galaxy Tab 10.1 e Galaxy Nexus negli USA, ma il divieto di vendita imposto sul Nexus è stato sospeso per il momento.
 
AppleIl caso che coinvolge la proprietà intellettuale della tecnologia utilizzata dal Galaxy Nexus è tutt'ora aperto, ma è improbabile che una sentenza finale si potrà avere prima del 2014. E nel giro dei prossimi due anni arriveranno certamente nuovi dispositivi, quindi perchè continuare questa causa persa? Per Samsung si tratterebbe solo di uno spreco finanziario. Certo, la soddisfazione di vincere una causa contro il colosso Apple non è comunque da sottovalutare.

Samsung Galaxy Nexus: ribaltata sentenza contro il divieto negli USA
 
 
SamsungL'ingiunzione che vieta la vendita del Samsung Galaxy Nexus negli Stati Uniti è stata invertito dalla Corte d'Appello del tribunale statunitense.
 
Secondo la decisione, Apple non ha potuto presentare sufficienti elementi di prova per vietare la vendita del telefono in relazione alla domanda dei consumatori per lo smartphone Android. Il telefono era stato accusato dall'azienda di Cupertino di violare il suo brevetto numero 8.086.604 ('604) per la ricerca universale di fonti multiple attraverso una sola interfaccia (Siri di Apple).
 
Il processo era stato avviato nel mese di febbraio, ma ha ottenuto la sua prima sentenza nello scorso mese di luglio. Al tempo, il giudice Lucy Koh decise che lo smartphone Samsung violava quattro brevetti di Apple, e in particolare il brevetto di cui sopra.
 
Samsung Galaxy Nexus
Questa la dichiarazione ufficiale di Samsung in materia:
"Accogliamo con favore questa inversione della sentenza, ritenendo che la Corte Distrettuale ha abusato del suo potere discrezionale per una ingiunzione preliminare contro il Galaxy Nexus. La decisione di oggi conferma che il ruolo del diritto dei brevetti è quello di proteggere l'innovazione e non di soffocare irragionevolmente la concorrenza e limitare la scelta dei consumatori scelta. Continueremo ad adottare tutte le misure adeguate per garantire la disponibilità dei nostri prodotti innovativi."
Questa volta il punto va assegnato a Samsung, mentre Apple incassa un duro colpo in silenzio.
 
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?