Samsung entra in Sharp, Apple nei guai

 

Samsung ha acquistato una quota di Sharp del 3 per cento per 111 milioni di dollari

Scritto da Simone Ziggiotto il 07/03/13 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2013

 

Samsung ha acquistato una quota di Sharp del 3 per cento per 111 milioni di dollari. La partnership potrebbe compromettere gli accordi che Apple già da anni ha stretto con Sharp.

Apple non può allontanarsi da Samsung. Mentre Apple ha riferito che sta cercando di ridurre la sua dipendenza da Samsung, il distacco tra le due società sembra non potrà avvenire a breve in quanto il colosso coreano ha investito 111 milioni di dollari per una quota del 3 per cento in un altro grande fornitore di Apple: Sharp. Si tratta del primo scambio azionario fra due produttori di elettronica da consumo della Corea del Sud e del Giappone.

Mentre Samsung dice che non sarà coinvolta nella gestione aziendale di Sharp in "qualsiasi modo o forma", quest'ultima sarà un fornitore "stabile" dei pannelli display LCD (liquid crystal display) utilizzabili per gli schermi di smartphone e tablet.

Samsung Sharp

Mentre c'è chi sostiene che Samsung potrà influenzare i prodotti futuri di Sharp in diversi modi, le prospettive non sono particolarmente confortanti per la società di Cupertino. Apple ad oggi acquista un terzo dei suoi pannelli LCD da Sharp, e si basa strettamente sulla società per alcuni dei suoi prodotti più avanzati, secondo gli analisti. Quando Sharp ha problemi a livello di catena di montaggio, questi possono arrivare a rallentare la distribuzione di dispositivi Apple. Quindi, se Sharp inizia a favorire la principale rivale di Apple, Samsung, questo potrebbe avere conseguenze negative per Cupertino.

"Non è che Samsung sta per scrivere una nota a Sharp per avere condizioni sfavorevoli con Apple", ha detto l'analista di Susquehanna Mehdi Hosseini. "Ma potrebbe [Samsung] influenzare Sharp e indirettamente influenzare il rapporto di Sharp con Apple...[...] il miglior modo per mettere più pressione su Apple."

Samsung ha rifiutato di commentare, così come Apple.

Il concetto di "competizione" tra le imprese in settori determinati, partnership e altri, non è una novità per il settore tecnologico. Apple e Samsung stanno ferocemente combattendo in tribunale in vari paesi del mondo, ma Apple compra ancora un sacco di componenti da Samsung. Si vocifera che Apple sta cercando di allontanarsi da Samsung, portando la produzione dei suoi processori da qualche altra parte, ma deve ancora fare una mossa concreta di questo tipo (almeno nulla è stato fatto pubblicamente).

Apple non può vedere un grande impatto a breve termine a seguito della nuova partnership di Samsung con Sharp, ma i problemi potrebbero esserci a lungo termine. Apple è nota per riuscire a far rispettare le sue regole ai propri fornitori, ma un giorno potrebbe trovarsi di fronte alla situazione in cui Samsung avrà la priorità quando Sharp dovrà spedire i suoi pannelli LCD. Visto che la nota specifica che Sharp garantirà una fornitura "stabile" di pannelli per Samsung, ciò potrebbe significare minor numero di pannelli per Apple. E questo potrebbe comportare ritardi o carenze di nuovi prodotti di punta, come nel caso di iPhone, che utilizza schermi Sharp.

Inoltre, i dirigenti Samsung hanno tranquillizzato dicendo che non influenzeranno le questioni d'affari di Sharp, ma quest'ultima potrebbe compromettere indirettamente la partnership con Apple anche solo adattando la sua roadmap di produzione per scendere più in linea con le esigenze di Samsung rispetto a quelle di Apple.

Televisore Sharp

Inoltre, Samsung potrebbe beneficiare delle innovazioni di Sharp nel campo dei pannelli LCD. La tecnologia dei display nei dispositivi tecnologici è diventata un concetto molto importante negli ultimi mesi, basti pensare che molti dei produttori di elettronica si sforzano nel costruire smartphone, tablet e PC con schermi ad altissima risoluzione. Gli schermi sono uno degli aspetti più importanti oggi per un dispositivo mobile, e la loro qualità è in grado anche di influenzare il costo ed il successo di un particolare terminale. Se un produttore di smartphone utilizza una tecnologia proprietaria, i partner potrebbero beneficiarne. Prendendo sempre come esempio il caso di Sharp, Samsung potrebbe stringere un ulteriore accordo con l'azienda per avere il diritto di utilizzo dei suoi display OLED, un settore in cui i produttori di pannelli hanno il potenziale per fare davvero i soldi.

Le possibili vie di uscita per Apple possiamo riassumerle in due ipotesi. La prima è che l'azienda di Cupertino concluda un accordo con altri produttori oltre a Sharp per rinforzare la sua catena di approvvigionamento di pannelli LCD; la seconda è che Apple faccia pressione alla Foxconn (altro fornitore di Cupertino) per investire in Sharp, acquistandone una quota che sia pari o superiore a quella del 3 per cento acquistata da Samsung.

Le cose potrebbero mettersi ancora peggio per Apple nel caso in cui Samsung accrescerà la propria quota di mercato nel campo della telefonia mobile, che potrebbe portare il produttore coreano ad acquistare una maggiore percentuale di quota di Sharp. Tuttavia, perchè ciò accada, serviranno dei mesi se non anni, il giusto tempo in cui Apple può trovare soluzioni alternative per salvare il proprio futuro.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?