Samsung al Fuorisalone 2013 con What a Wonderful World

 

Il "favoloso mondo" di Samsung al Fuorisalone 2013: dal 9 al 14 aprile l’azienda sarà presente al Superstudio Più con la visionaria istallazione "What a Wonderful World" sviluppata insieme al noto designer e architetto François Confino per portare i visitatore in un mondo in cui regna l'Intuitività, l'armonia e la natura

Scritto da Simone Ziggiotto il 09/04/13 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2013

 

Il "favoloso mondo" di Samsung al Fuorisalone 2013: dal 9 al 14 aprile l’azienda sarà presente al Superstudio Più con la visionaria istallazione "What a Wonderful World" sviluppata insieme al noto designer e architetto François Confino per portare i visitatore in un mondo in cui regna l'Intuitività, l'armonia e la natura.

Dal 9 al 14 aprile Samsung è presente, per il terzo hanno consecutivo, al Salone Internazionale del Mobile 2013 con la visionaria istallazione  What a Wonderful World sviluppata insieme al noto designer e architetto François Confino, nato a Ginevra nel 1945 e vincitore del concorso per l’esposizione temporanea "Archéologie de la ville" in occasione dell’inaugurazione del Centre Georges Pompidou di Parigi nel 1977. Nello spazio fluttuante che Samsung ha riservato al Superstudio Più, il visitatore diventa creatore, proprio come un artista creativo in un mondo meraviglioso, per un’esperienza emozionale senza precedenti.

Samsung al Fuorisalone 2013 con What a Wonderful World

All’ingresso dell'installazione il visitatore viene dotato di uno smartphone Samsung Galaxy S3 attraverso il quale poter gestire e controllare lo spazio circostante tramite l’uso di una tecnologia che lo aiuta a diventare protagonista nella creazione del proprio mondo fantastico.  All’inizio del percorso, il visitatore viene accolto in un tunnel con due opposte proiezioni, in uno spazio dove natura e mondo artificiale si incontrano e dove si possono realizzare trasformazioni davvero particolari e coinvolgenti. Questo percorso porta il visitatore in un nuovo mondo, accompagnandolo in un viaggio attraverso una realtà immaginifica dove tutto è possibile e può essere trasformato secondo i propri desideri.

Nello spazio What a Wonderful World si diventa quindi protagonisti ed allo stesso tempo parte attiva dell’installazione, il cui ambiente cambia e si trasforma secondo i desideri di ciascuno. Una volta che si entra in questo mondo, infatti, tutto viene reso possibile: gli elementi mutano in pochi secondi, gli oggetti cambiano colore e forma, creando di continuo un nuovo mondo attraverso i semplici comandi impartiti dallo smartphone Samsung Galaxy S3.

Samsung considera il Design un elemento molto importante per la creazione di un’esperienza positiva per gli utenti finali, sia dal punto di vista estetico che umano. La filosofia di Samsung è articolata attorno ai tre principi chiave di Intuitività, Armonia e Natura che creano un design lineare, semplice e sostenibile, capace di fornire un nuovo livello di coinvolgimento attraverso la tecnologia.

Mr Chang, Head of Samsung Design Center, ha dichiarato:

"La presenza di Samsung al Fuorisalone si conferma un appuntamento imperdibile per visitatori e giornalisti, che avranno la possibilità di vivere una nuova grandiosa esperienza[...] Quest’anno, grazie al mondo immaginifico creato dalla poesia di François Confino, al visitatore non verrà solo offerta una finestra sul domani, ma una concreta possibilità di entrare in un universo fatto di poesia ed emozioni, di creare il mondo dei propri sogni grazie al supporto della tecnologia Samsung".

Samsung al Fuorisalone 2013 con What a Wonderful World

Lo spazio What a Wonderful World al Salone Internazionale del Mobile 2013 
All'ingresso, due larghe pareti a destra e a sinistra, mostrando la combinazione di un mondo naturale e uno artificiale,  “Natural World” e “Ideal World”: due universi opposti e paralleli, senza inizio e senza fine. Si tratta di un corridoio centrale con due grandi retro-proiezioni di diciassette metri di lunghezza e tre metri di altezza, con specchi laterali nella parte inferiore e nella parte superiore della stessa proiezione. Dieci persone possono interagire su ciascun lato contemporaneamente, per un totale di venti persone.

Sulle pareti, i visitatori possono creare proiezioni sempre diverse suscitando una prima serie di emozioni. Le due superfici mobili conducono il visitatore in un viaggio attraverso una realtà fantastica dove tutto è possibile e facile da trasformare secondo i propri gusti. Si è poi liberi di cambiare e trasformare l'amiente creato che  circonda il visitatore: gli alberi che si muovono e cambiano con le stagioni, le farfalle che volano, la pioggia che cade dalle nubi, le trasformazioni di semplici fogli di carta, piuttosto che oggetti che cambiano colore e forma, ecc .... La proporzione tra le schermate e lo spazio è studiata al punto da far credere al visitatore che gli oggetti proiettati sono, quando possibile, "ingigantiti".

Nella seconda parte della visita sono presenti le "Visionary Rooms": tre cabine, di tre metri di altezza e tre metri di lunghezza che mostrano grandi immagini sovrapposte, due di soggetti naturali e due di soggetti artificiali, in cui è possibile "cancellare" delle parti, scoprendo nuove immagini sottostanti. Tre persone alla volta per cabina possono interagire, per un totale di nove persone coinvolte. Come fogli sovrapposti, quattro immagini si sovrappongono mescolando e cambiando la panoramica della realtà e del mondo, creando sempre diverse combinazioni di natura e architettura.

Alla fine di questa esperienza, ci si trova a percorrete un tunnel chiamato “Back to Reality”: il corridoio di uscita che guida il visitatore non solo di visionare 'sbirciare' attraverso una fessura nel muro una parte della tecnologia impiegata, ma anche di leggere una breve spiegazione sulla scelta degli elementi presenti nei due mondi "Natural and Ideal" e sul loro significato poetico, per uscire dal Wonderful World di Samsung.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?