Samsung Galaxy Note 2 vs Samsung Galaxy Note 3

 

Samsung ha ufficialmente presentato il nuovo Galaxy Note 3, ma cosa è veramente cambiato rispetto alla precedente versione? Cerchiamo di capirlo attraverso questo articolo

Scritto da Pietro Oliveri il 07/09/13 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2013

 
Samsung ha ufficialmente presentato il nuovo Galaxy Note 3, ma cosa è veramente cambiato rispetto alla precedente versione? Cerchiamo di capirlo attraverso questo articolo.

Hardware:

Un nuovo modello deve innanzitutto subire un Upgrade (aggiornamento) per quanto riguarda l’Hardware, in un anno abbiamo visto molti dispositivi essere considerati già “superati” ma non è questo il caso, nonostante Samsung Galaxy Note 3 sia molto più potente Samsung Galaxy Note 2 resta ancora una valida alternativa.

Innanzitutto il display diventa più grande, anche se di poco, passiamo da un 5,5 pollici ad un 5,68 pollici, la risoluzione invece aumenta notevolmente passando da HD 1280x720 pixel a Full HD 1920x1080 pixel.

Il processore rimane un Quad Core ma passa da 1,6 Ghz del Note 2 a 2,3 Ghz del Note 3, viene abbandonato il Chip Exynos per introdurre il nuovo Qualcomm Snapdragon 800 decisamente più potente ed al passo con i tempi.

Altro interessante passo in avanti in fattore Hardware lo fa la memoria RAM, Samsung Galaxy Note 2 è dotato di 2 GB, che comunque è un ottimo quantitativo, mentre Note 3 alza l’asticella a 3 GB.

Anche il reparto fotocamera viene aggiornato e passiamo da un sensore da 8 megapixel capace di registrare video ad una risoluzione massima Full HD 1080p ad un sensore da 13 megapixel che per la prima volta è capace di spingersi fino ad una risoluzione a 4K (ultra HD).

Tutta questa potenza ha bisogno di tanta energia, Samsung Galaxy Note 2 è dotato di una batteria da 3100 mAh che nel Note 3 trova un aumento di 100 mAh raggiungendo quota 3200 mAh.

Design e Dimensioni:

Display più grande, batteria più capiente ma stesse dimensioni del Note 2 questi sono i punti di forza del nuovo modello.

Le dimensioni dei due dispositivi sono 151,1x80,5x9,4 millimetri e 180 grammi per il precedente modello e 151,2x79,2x8,3 millimetri e 168 grammi di peso per il Note 3.

Il design del nuovo modello riprende le linee squadrate del primo Samsung Galaxy Note, azzera praticamente la cornice attorno al display, introduce una cover sul retro in materiale simile alla pelle con una cucitura molto elegante ed adotta una cornice che abbraccia il dispositivo molto simile a quella presente su Samsung Galaxy S4.

Software:

Samsung ha lavorato molto sul software introducendo una miriade di nuove funzioni che portano l’esperienza utente, soprattutto utilizzando la S-Pen integrata, ad un livello ancora maggiore.

Sarà possibile aprire la calcolatrice, un convertitore, un appunto e molto altro ancora in una porzione di schermo da noi selezionata in qualsiasi punto dello schermo ed in qualsiasi momento.

Molto interessante anche il riconoscimento del testo dei nostri appunti che in maniera molto semplice ci permette di aggiungere un nuovo contatto alla nostra rubrica utilizzando una nota scritta a mano libera.

Bisogna precisare che molte di queste funzioni verranno introdotte anche sul Samsung Galaxy Note 2 attraverso l’aggiornamento ad Android 4.3 in arrivo.

Dunque sebbene il nuovo modello sia più potente, aggiornato e funzionale il Samsung Galaxy Note 2 resta una valida alternativa per chi vuole assaporare l’esperienza Galaxy Note ma non è intenzionato a spendere un capitale (Note 3 dovrebbe arrivare sul mercato a 729 mentre Note 2 si trova facilmente a 350 euro).

Samsung Galaxy Note 2 vs Note 3: dimensioni a confronto

 
Solo ieri abbiamo assistito all’uscita delle prime immagini ritraenti la presunta cover anteriore del Samsung Galaxy Note 3 ed ecco che oggi possiamo già vedere un primo confronto dimensionale con Samsung Galaxy Note 2:

Samsung Galaxy Note

Samsung Galaxy Note 2 ha un dsplay da 5.5 pollici con risoluzione HD 1280x720 mentre il Galaxy Note 3 dovrebbe avere un pannello da 5,68 pollici, nonostante questo le dimensioni dei due terminali sono quasi identiche grazie all’estremo lavoro di ottimizzazione apportato da Samsung che ha ridotto la cornice all’osso, solamente 2.2 millimetri.

Anche se il pannello dovrebbe rimanere di tipo Super Amoled Samsung dovrà adattarsi allo standard 2013 per quanto riguarda la risoluzione alzando il tiro fino a raggiungere la soglia del Full HD 1920x1080 pixel.

Anche la parte Hardware dovrebbe avere un salto generazionale importante, Samsung quasi sicuramente abbandonerà i suoi processori Exynos per abbracciare la nuova famiglia Qualcomm Snapdragon (800?), la memoria RAM potrebbe rimanere invece invariata dati i 2 GB già presenti nel precedente modello.

Stabilizzatore si o stabilizzatore no?

In questi giorni si è molto vociferato sulla questione dello stabilizzatore ottico inserito nel reparto fotografico di Galaxy Note 3, noi personalmente pensiamo che Samsung si adeguerà a quello che sta diventando uno Standard e tirerà fuori il meglio dell’azienda come già successo con le precedenti versione della serie Note.

La presentazione ufficiale è stata fissata il prossimo 4 Settembre.

Samsung Galaxy Note 2: autonomia migliore nella navigazione web rispetto a Note 3

Samsung Galaxy Note 3 è la naturale evoluzione di Samsung Galaxy Note 2, il dispositivo ha portato moltissime novità Hardware ma secondo un recente Test l’autonomia del nuovo modello sarebbe, in alcuni casi, lievemente peggiorata rispetto al Galaxy Note 2.
Tra i due modelli troviamo 100 mAh di differenza a favore di Samsung Galaxy Note 3 (3100 mAh contro 3200 mAh) ma nonostante questo sembra che in alcuni casi Galaxy Note 3 non riesca a tener testa a Samsung Galaxy Note 2.
 
I test effettuati mettono sotto torchio i due dispositivi in tre diverse condizioni: riproduzione video e navigazione Web.
Per quanto riguarda la riproduzione video Samsung Galaxy Note 3 è riuscito a “sopravvivere” per 13 ore e 42 minuti prima di morire definitivamente contro le “sole” 10 ore e 51di Samsung Galaxy Note 2.


 
Nel grafico vedete due risultati, a quanto pare quello in arancione è stato ottenuto con luminosità massima mentre quello blu con luminosità automatica.
Il grande passo indietro è stato fatto invece per quanto riguarda l’autonomia del dispositivo durante la navigazione Web sotto rete Wi-FiSamsung Galaxy Note 2 regna incontrastato con 7 ore e 41 minuti con luminosità massima seguito da Lg G2Samsung Galaxy Note 3 come vediamo si trova parecchio più infondo segnando un risultato di 5 ore nette quindi quasi 3 ore in meno.
 
Bisogna tra l’altro segnalare che Samsung Galaxy Note 3 è già aggiornato ad Android 4.3 e non sappiamo se questo possa essere un vantaggio o uno svantaggio per quanto riguarda l’ottimizzazione dei consumi. 

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?