Galaxy S5, nuovi rumors: schermo 2K e Lettore di Impronte

 

Arrivano nuove indiscrezioni sulle possibili caratteristiche del prossimo Samsung Galaxy S5

Scritto da Maurizio Giaretta il 31/01/14 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2014

 

Galaxy S5, nuovi rumors: schermo 2K e Lettore di Impronte

Arrivano nuove indiscrezioni sulle possibili caratteristiche del prossimo Samsung Galaxy S5. Questa volta si parla della presenza di uno schermo con risoluzione 2K e del sensore di impronte digitali.

 Per quanto riguarda lo schermo si trova una certa coerenza con le ultime voci che erano circolare, mentre per il sensore biometrico c'è una maggiore incertezza, visto che ultimamente sembrava che fosse stato abbandonato per lasciar posto al lettore dell'iride.

Con tre cinguettii pubblicati mercoledì viene innanzitutto confermato che il nome del telefono sarà proprio Galaxy S5 (alcuni avevano suggerito che Samsung potesse cambiare, un pò così come ha fatto Apple con il nuovo iPad Air); poi, come anticipato, si parla della risoluzione dello schermo e della presenza del lettore di impronte.

2K (2560 x 1440 pixel) è una risoluzione sicuramente esagerata per uno smartphone, indipendentemente dal fatto che si parli di un modello di primissimo piano o meno. Infatti tutti quei puntini distribuiti su un pannello con diagonale 5,2 pollici sono singolarmente invisibili. La densità massima che riesce a distinguere l'occhio umano è di 300 ppi; con la risoluzione 2K la densità raddoppierebbe (inutilmente) andando anche a consumare ancor più energia.

Il sensore di impronte invece sarebbe una risposta chiara e decisa al Touch ID di iPhone 5S. Non si tratterebbe comunque del primo modello Android con una tecnologia del genere, in quanto è già stata fatta debuttare (in una posizione piuttosto scomoda, per la verità) su Htc One Max.

Ciascuna di queste voci comunque non è stata confermata e tantomeno commentata da Samsung, pertanto non ci sarebbe da sbalordirsi in qualche colpo di scena al momento della presentazione ufficiale.

Samsung Galaxy S5, spunta la nuova Interfaccia Utente

 
Sono comparse alcune immagini che mostrano come sarà l'interfaccia utente su Samsung Galaxy S5. La somiglianza con Windows Phone e con Google Now sembra non mancare affatto.
 
Evleaks su Twitter ha pubblicato con un buon livello di dettaglio l'aspetto dell'interfaccia sulla prossima generazione del telefono più iconico di Samsung.
L'aspetto non è molto diverso da quello delle notifiche contestuali di Google Now, che negli smartphones Android solitamente si può attivare facendo scorrere il dito dal basso verso l'alto, mentre su quelli Touchwiz di Samsung è accessibile tenendo premuto il tasto fisico centrale per un paio di secondi.
 

 
La forma richiama anche i rettangoli ai quali Windows Phone da un paio di anni a questa parte ci ha abituati. Ognuno serve a mostrare i recenti aggiornamenti sui social network, sulle notizia, le ultime foto aggiunte, gli appuntamenti in arrivo, le notifiche delle applicazioni e molto altro ancora.
 
A quanto sembra si potrebbe dire che la nuova interfaccia non sia proprio il massimo dell'originalità.
 
The Verge fa notare che per far ciò Google Now tiene conto della cronologia di navigazione sul browser, delle applicazioni usate, di ciò che accade sull'account Gmail. Samsung dunque come farà a reperire i dati per fornire la più vasta mole possibile di informazioni? Magari usando i dati raccolti da Google?
 
Galaxy S5 sarà presentato dopo il Mobile World Congress. A quanto sembra arriverà in due versioni: quella in plastica tradizionale e in metallo. Questa variante sarà disponibile a 150 euro in più e farà sicuramente felici tutti coloro che stavano aspettando un salto di qualità dal punto di vista dei materiali dalla società coreana.

Samsung Galaxy S5: scanner di Impronte Digitali, niente Iride
 
Secondo quanto riferito da diverse fonti del settore, Samsung ha deciso di saltare per il suo prossimo Galaxy S5 l'integrazione di uno scanner dell'iride, per concentrarsi piuttosto sulla tecnologia di scansione delle impronte digitali.

Secondo una fonte del KoreanHerald, che ha voluto rimanere anonima, Samsung sta testando diversi tipi di scanner biometrici ma ha ritenuto che quello per l'iride (in grado di riconoscere l'occhio) è troppo poco intuitivo. Provate a immaginare di dover ogni volta portare la parte dove si trova la fotocamera anteriore dello smartphone verso il vostro occhio ogni volta che si desidera sbloccarlo: ma chi ce lo fa fare? Per non parlare poi delle difficoltà che lo scanner avrebbe in condizioni ambientali quali stanza buia, al cinema o quando si indossano gli occhiali da sole. Troppo complicato.
 
Lo scanner dell'iride rimane comunque una tecnologia a cui Samsung è interessata di sviluppare, ma non è ancora pronta per arrivare sul mercato a partire dal Galaxy S5. Servono ulteriori test, in particolare per trovare una soluzione che non faccia lievitare troppo il costo del dispositivo - per avere un ottimo scanner serve avere una fotocamera anteriore di prestazioni altissime, oltre al altre tecnologie che costano ancora troppo per il mercato consumer.
 
Secondo la fonte, a confermare l'interesse di Samsung di sviluppare uno scanner dell'iride è stato lo stesso vice presidente esecutivo dell'azienda, Lee Young-hee, il quale avrebbe detto che Smasung sta studiando un sistema di riconoscimento dell'iride, ma per il momento si concentrerà sull'incorporare uno scanner di impronte digitali sotto il display in modo che il dispositivo si potrà sbloccare più facilmente.
 
Aziende specializzate nello sviluppo di tecnologie biometriche come la IriTech Inc. e la Sambon Precision e la Electronics Co. stanno avendo colloqui con Samsung su come sarebbe meglio usare la loro tecnologia per la scansione dell'iride. La ditta svedese Cards AB, specializzata in sensori per la lettura di impronte digitali, nel frattempo, ha riconosciuto che sta parlando con i principali produttori di smartphone, compresa Samsung, per fargli avere la sua tecnologia.
 
Quindi, dopo Apple con il suo iPhone 5S, anche Samsung monterà sul suo prossimo Galaxy S5 un lettore d'impronte digitali, senza dimenticare che anche LG ha riferito di essere al lavoro per incorporare un lettore di impronte digitali nel suo prossimo smartphone LG G3, che è in arrivo quest'anno.
 
Galaxy S5: il sensore di impronte digitali rivestira' lo schermo
 
Il prossimo Galaxy S5 userà tutto il suo schermo come un sensore di impronte digitali gigante. Almeno, questo è secondo un nuovo rapporto da una fonte considerata un 'insider di Samsung'.
 
A rivelare le informazioni è il blog del sito iTechAddict, secondo cui un "insider ben posizionato all'interno di Samsung India R&D" ha detto che il sensore di impronte digitali sarà lo schermo stesso dello smartphone. Teoricamente, questo significa che gli utenti sarebbero in grado di toccare un punto qualsiasi dello schermo per sbloccare il telefono e accedere ad applicazioni e contenuti.
 
Quanto è affidabile questo rumor? iTechAddict ha detto che diverse precedenti anticipazioni dallo stesso insider sono state poi confermate, in passato, comprese le notizie sulla data di inizio distribuzione di Android 4.4 KitKat per la lineup Galaxy di Samsung.
 
La cosa quasi sicura, al di là di quanto riportato qui sopra, sarà la presenza di un lettore di impronte digitali nel prossimo Galaxy S5. Che sia presente tutto lo schermo o solo un piccolo pulsate poco importa, ma uno scanner biometrico sembra cosa certa. infatti, sia la nota fonte @evleaks che un famoso analista di KGI, Ming-Chi Kuo, hanno nelle scorse settimane accennato alla presenza di un sensore di impronte digitali nel prossimo S5 di Samsung.
 
Apple offre già un sensore di impronte digitali, chiamato Touch ID, nel suo ultimo iPhone 5S, ma questo viene attivato solo tenendo premuto il tasto Home. Lo sviluppo di un sensore in grado di ricevere l'input sull'intero schermo sembra forse eccessivo, ma Samsung potrebbe essere disposta anche a questo pur di superare il suo rivale con il suo prossimo telefono di punta.
 
 
Samsung Galaxy S5: confermato scanner d'impronte digitali, ecco come funziona
 
Arriva la prima conferma ufficiale: Samsung Galaxy S5 avrà il tasto Home fisico che integrerà il lettore d’impronte digitali e saranno presenti due tasti Soft Touch proprio come nell’attuale Top di gamma Samsung Galaxy S4.
 
La conferma arriva direttamente da Sammobile, portale che archivia tutti gli aggiornamenti ufficiali del produttore, che ci spiega inoltre come Samsung ha deciso di integrare il tanto chiacchierato scanner d’impronte digitali.
 
Samsung avrebbe deciso di inserire il tutto nel tasto Home proprio come accade per Apple iPhone 5S ma il funzionamento sarebbe differente in quanto non bisognerà semplicemente appoggiare il dito sul sensore ma bisognerà letteralmente strisciarlo come succede su Htc One Max.
 
Altre informazioni derivano dall’integrazione software infatti si potranno salvare fino a otto impronte digitali differenti ed ognuna potrà essere accoppiata al lancio rapido di un’applicazione oppure ancora ad alcune modalità che però per il momento rimangono segrete.
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?