Samsung contro lo sfruttamento del lavoro minorile

 

Il gigante dell'elettronica sudcoreano ha dichiarato di voler tagliare i legami commerciali con il fornitore se al termine della sua indagine ci saranno prove incontrovertibili sullo sfruttamento del lavoro minorile

Scritto da Simone Ziggiotto il 15/07/14 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2014

 

Samsung contro lo sfruttamento del lavoro minorile

Il gigante dell'elettronica sudcoreano ha dichiarato di voler tagliare i legami commerciali con il fornitore se al termine della sua indagine ci saranno prove incontrovertibili sullo sfruttamento del lavoro minorile.

Samsung ha annunciato Domenica di aver ha temporaneamente sospeso il suo rapporto d'affari con uno dei suoi fornitori dopo aver raccolto le prove che violava le leggi sul lavoro per presunto sfruttamento di lavoro minorile presso le proprie strutture.

La decisione di Samsung arriva tre giorni dopo che il gruppo di attivisti US China Labor Watch ha pubblicato un nuovo rapporto secondo il quale i bambini lavorano presso alcune catene di montaggio dei fornitori di Samsung Electronics tra cui quella di Shinyang, a Dongguan, in Cina. La relazione del gruppo ha sostenuto che molti dei lavoratori stagionali dello stabilimento di Dongguan sono minorenni che lavorano 11 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, senza paga per gli straordinari. Il rapporto ha anche affermato che altri abusi sul lavoro sono stati trovati in fabbrica, compresi gli straordinari eccessivi, la mancanza di sicurezza per i lavoratori e le condizioni di vita disagiate.

Il gigante dell'elettronica sudcoreano ha risposto al rapporto dicendo che avrebbe indagato sulle condizioni di lavoro presso lo stabilimento di Shinyang, che è uno dei fornitori di Samsung per le cover dei suoi telefoni e altri accessori.

"Dopo l'inchiesta, Samsung ha deciso di sospendere temporaneamente gli affari con la fabbrica in questione dopo aver trovato prove di sospetto lavoro minorile presso la fabbrica", ha detto la società in un comunicato. "La decisione è stata presa in accordo con la politica di tolleranza zero di Samsung sul lavoro minorile".

Questa non è la prima volta che Samsung è stata accusata di sfruttare i minori e di cattive condizioni di lavoro, almeno indirettamente, visto che si parla di fornitori. Più volte nel 2012 la società è stata accusata di avere affari con dei produttori che presumibilmente impiegavano bambini per lavorare. La società è stata anche accusata di richiedere ai dipendenti di fare gli straordinari, insieme ad altri abusi sul lavoro, in alcune delle sue fabbriche. La società è stata anche citata in giudizio dal Ministero del Lavoro del Brasile nel 2013 con l'accusa di aver violato le leggi sul lavoro nel paese sudamericano.

Samsung ha detto che ha effettuato tre controlli separati presso la struttura Shinyang dal 2013, l'ultima terminata il 25 giugno, ma non ha mai trovato alcuna prova che ci lavorassero dei minori. A seguito della relazione del Cina Labor Watch, Samsung ha condotto un'ulteriore indagine e ha trovato prove che qualcosa di strano si è verificato il 29 giugno.

Samsung ha detto che se la sua indagine si concluderà con delle prove schiaccianti definitivamente chiuderà i rapporti di partnership con Shinyang.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?