Samsung brevetta la S Pen con input ad ultrasuoni

 

Samsung lavora ad un metodo per riconoscere l'input della penna con sensori ad ultrasuoni speciali per i dispositivi Galaxy Note di prossima generazione

Scritto da Simone Ziggiotto il 16/07/14 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2014

 

Samsung brevetta la S Pen con input ad ultrasuoni

Samsung lavora ad un metodo per riconoscere l'input della penna con sensori ad ultrasuoni speciali per i dispositivi Galaxy Note di prossima generazione.

Samsung ha depositato una domanda di brevetto nella sua patria, in Corea. Il documento fa riferimento ad una nuova funzione su cui l'azienda sta lavorando, che sarà destinata ai suoi tablet della serie Galaxy Note.

Il nuovo brevetto rivela che il produttore sudcoreano sta lavorando ad un metodo per riconoscere l'input della penna con sensori ad ultrasuoni speciali, piuttosto che con un digitalizzatore (digitizer) che converte il segnale analogico alla pressione della penna sullo schermo in un input digitale. Secondo il documento brevettuale, 3 sensori possono registrare due dati dimensionali, mentre l'uso di 4 sensori permetterebbe la registrazione di 3 dati dimensionali.

Quella di Samsung non è però una novità, in quanto è già presente nel tablet MDP realizzato da Qualcomm. L'utilizzo di sensori ad ultrasuoni finirà per eliminare il digitalizzatore, cosa che potrebbe portare ad un dispositivo più sottile di almeno un millimetro. Inoltre, l'integrazione della nuova tecnologia potrebbe aiutare l'OEM a ridurre i costi di produzione.

Resta da vedere se il prossimo Samsung Galaxy Note 4 farà uso del nuovo stilo con sensori ad ultrasuoni speciali oppure bisognerà attendere una prossima generazione.

Come sempre, una domanda di brevetto non significa che Samsung necessariamente porterà questa idea nel mondo reale.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?