Samsung: margine operativo in calo del 60 per cento nel Q3

 

Per Samsung l'orizzonte non è più così splendente

Scritto da Maurizio Giaretta il 07/10/14 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2014

 

Samsung: margine operativo in calo del 60 per cento nel Q3

Per Samsung l'orizzonte non è più così splendente. In questo trimestre il colosso coreano si aspetta un brusco calo del margine operativo. Che la storia di Nokia stia per ripetersi?

Dopo essere diventata il più grande produttore di telefonini al mondo nel 2012 (leggi: "Samsung supera Apple e Nokia, numero uno della telefonia") e a seguito di una serie di risultati trimestrali brillanti, ora il vento sta cominciando a cambiare.

La società delle tre stelle infatti, dopo un 2013 sfavillante, attraverso un documento di programmazione ha comunicato agli investitori di aver messo in conto un calo del 60% del margine operativo rispetto all'anno precedente. Si passerà dai 10,6 trilioni di won del terzo trimestre del 2013 ai 4,1 trilioni in quello attuale (Q3 2014). Il fatturato scenderà invece del 20%, passando da 59,1 trilioni a 47 trilioni di won.

Anche Nokia ha vissuto un'età dell'oro dall'inizio degli anni 2000 e fino al 2010. Poi c'è stato un calo legato a una mancata di lungimiranza: mentre il mondo scopriva Apple iPhone, i primi Android (tra il 2007 e il 2008) e più in generale gli smartphone, la società finlandese aveva proseguito imperterrita nella sua linea storica.

Samsung Galaxy Note 4

Samsung non si trova nella medesima posizione e in ogni caso sarebbe troppo prematuro per dirlo. Tuttavia le cose cambiano in fretta nel settore della telefonia mobile: basta guardare che cos'è successo a BlackBerry, che fino a pochi anni fa produceva smartphone di riferimento per i consumatori americani e che oggi lotta per non essere schiacciata dalla concorrenza firmata iOS, Android e Windows Phone.

Siamo curiosi di scoprire come andranno le cose nei prossimi mesi. Con l'avvento di Apple iPhone 6 e di iPhone 6 Plus con schermi grandi, le differenze tra le due piattaforme principali si sono ancor più assottigliate.

Samsung in debito con Microsoft per 1 miliardo di dollari

Microsoft ogni anno riceve in media un miliardo di dollari da Samsung per l'utilizzo dei brevetti di Android, ma Samsung ha smesso di pagare da quando Microsoft ha comprato Nokia.

Sapevamo che l'accordo di patent-licensing dei brevetti usati da Android ha un valore di milioni di dollari, ma non sapevamo che per Microsoft fosse una fonte così importante di guadagno al punto che la società di Redmond in un anno guadagna più da Android che dai servizi proprietari come Skype, Windows Phone e Xbox.
Grazie ad un documento reso pubblico il 3 ottobre depositato presso la US District Court nell'ambito del caso giudiziario che vede coinvolte Microsoft e Samsung, ora sappiamo che Samsung deve pagare a Microsoft 1 miliardo di dollari in media ogni anno per l'utilizzo dei suoi brevetti nei suoi smartphone e tablet Android-
 
Non tutti forse sanno che Android - sistema operativo mobile di Google - si basa anche su brevetti di proprietà di Microsoft, e di conseguenza le aziende che lo usano devono pagare delle tasse all'azienda di Redmond, tasse che tecnicamente vengono chiamate "royalty". Per il solo anno 2013, Samsung deve pagare a Microsoft 1 miliardo di dollari.
Samsung ha accettato nel 2011 di pagare un importo a Microsoft allora non divulgabile per la licenza dei brevetti su cui Android si basa. Secondo il documento depositato, Microsoft sta sostenendo che "sotto il Contratto di licenza, Samsung ha accettato di effettuare il pagamento delle royalties dei brevetti a Microsoft per un periodo di sette anni fiscali, in cambio del diritto di utilizzare la tecnologia brevettata da Microsoft negli smartphone e tablet Samsung che utilizzano il sistema operativo Android."
 
Samsung è stata citata in giudizio da Microsoft con l'accusa di non aver pagato il terzo anno di royalty, fatturato all'azienda coreana nel giugno 2014. Samsung, da parte sua, ha sostenuto che dovrebbe continuare a pagare perché Microsoft ha acquistato il business dei dispositivi e dei servizi di Nokia.
 
Il 3 settembre 2013, Microsoft ha annunciato pubblicamente la sua intenzione di acquisire il business di dei dispositivi e i servizi di Nokia. Un portavoce di Microsoft ha detto che Samsung sta sostenendo che l'acquisizione di Nokia violerebbe la parte di collaborazione aziendale del contratto di licenza dei brevetti firmato dalle due parti.
 

Samsung si aspetta il 60 per cento di profitto in meno nel Q3 2014

Il gigante dell'elettronica coreano incolpa i maggiori costi di marketing e il calo dei prezzi di vendita dei cellulari per il suo quarto trimestre in calo.

Tre mesi dopo aver avvisato che la seconda metà del 2014 sarebbe rimasta "una sfida" per via del mercato sempre più competitivo, Samsung ha annunciato Lunedi che si aspetta un calo di quasi il 60 per cento nel suo utile operativo per il terzo trimestre del 2014, il quarto calo trimestrale consecutivo per la società coreana.
Il produttore sudcoreano di elettronica ha detto che prevede di registrare un utile operativo di 4.1 trilioni di won (3,8 miliardi di dollari) per il trimestre chiuso al 30 settembre, un calo del 59,7 per cento rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso. La società ha anche detto che si aspetta vendite per il trimestre a venire per circa 47 trilioni di won, per un calo del 20 per cento sempre rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
 
Il rapporto preliminare, rilasciato come sempre prima della relazione completa sui guadagni che arriverà a fine mese, non ha fornito elementi per sapere quanto ciascuna divisione di Samsung o quale particolare settore è andato meglio o peggio, ma per il secondo trimestre consecutivo Samsung ha rilasciato del "materiale di riferimento" per affrontare le preoccupazioni circa lo stato attuale della società.
 
Samsung ha dovuto affrontare i maggiori costi delle campagne marketing e i prezzi di vendita più bassi per i terminali di fascia alta della società.
Gli analisti avevano ampiamente previsto che il terzo trimestre sarebbe stato difficile per Samsung, prevedendo un utile operativo in calo di circa il 42 per cento a 5.9 trilioni di won (5,52 miliardi di dollari), mentre ci si aspettava un calo delle vendite del 14 per cento a 50.90 trilioni di won (47,6 miliardi di dollari), secondo Thomson Reuters. "I guadagni nel Q3 si era previsto che sarebbero stati deboli, visto lo scarso rendimento nel mercato smartphone", ha osservato l'analista di Sanford Bernstein, Mark Newman.
 
Samsung ha bisogno di una scossa. La società - il più grande fornitore di smartphone ad ampio margine - è sotto pressione nei mercati emergenti dove produttori offrono dispositivi molto preformanti a basso costo, come Xiaomi e Huawei. La società coreana si trova anche di fronte ad una forte concorrenza da parte di Apple nel mercato dei dispositivi più costosi, soprattutto gli smartphone di fascia alta, in particolare da quando Apple ha lanciato nel mese di settembre due iPhone con schermo più grande, cosa che i consumatori attendevano da molto tempo.
 
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?