Samsung e Microsoft risolvono disputa su licenza di brevetti

 

Microsoft e Samsung hanno risolto la loro disputa sul contratto che avevano stipulato per la licenza dei brevetti Android, secondo una breve dichiarazione rilasciata Lunedi da Microsoft

Scritto da Simone Ziggiotto il 10/02/15 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2015

 

Samsung e Microsoft risolvono disputa su licenza di brevetti

Microsoft e Samsung hanno risolto la loro disputa sul contratto che avevano stipulato per la licenza dei brevetti Android, secondo una breve dichiarazione rilasciata Lunedi da Microsoft. Come la vicenda si è conclusa non è stato tuttavia spiegato.

Ecco il testo integrale del comunicato congiunto dei due giganti tecnologici:
"Samsung e Microsoft sono liete di annunciare che hanno posto fine alla loro disputa contrattuale in USA. I termini dell'accordo sono confidenziali. "

La fine della controversia legale significa che Samsung potrebbe tornare a fare gli smartphone basati su Windows Phone.

Samsung aveva presentato un documento in tribunale di New York per rivedere il suo accordo di collaborazione preso con Microsoft in cui affermava che di rifiutarsi di continuare a pagare secondo gli accordi presi nel 2011 dopo che il gigante di Redmond ha chiuso quest'anno l'affare di acquisizione di Nokia. L'accordo di collaborazione commerciale tra le due società vede Samsung in debito con Microsoft di 1 miliardo di dollari per l'uso di diritti di brevetto oltre a 6,9 milioni di dollari di interesse a causa dei ritardi di pagamento. 

Samsung ha accusato Microsoft che, a causa dell'acquisizione di Nokia, ha violato il suo accordo fatto nel 2011. Samsung avrebbe dovuto pagare a Microsoft 1 miliardo di dollari in media ogni anno per l'utilizzo dei suoi brevetti nei suoi smartphone e tablet Android. Non tutti forse sanno che Android - sistema operativo mobile di Google - si basa anche su brevetti di proprietà di Microsoft, e di conseguenza le aziende che lo usano devono pagare delle tasse all'azienda di Redmond, tasse che tecnicamente vengono chiamate "royalty". Per il solo anno 2013, Samsung doveva pagare a Microsoft 1 miliardo di dollari.

Samsung ha accettato nel 2011 di pagare un importo a Microsoft allora non divulgabile per la licenza dei brevetti su cui Android si basa. Microsoft ad agosto ha sostenuto che "sotto il Contratto di licenza, Samsung ha accettato di effettuare il pagamento delle royalties dei brevetti a Microsoft per un periodo di sette anni fiscali, in cambio del diritto di utilizzare la tecnologia brevettata da Microsoft negli smartphone e tablet Samsung che utilizzano il sistema operativo Android". Samsung non ha più voluto pagare, almeno per il periodo dopo l'acquisizione di Nokia da parte di Microsoft.

Poichè Samsung sta anche facendo (o meglio, ha fatto perchè non ne fa più da un po') dispositivi Windows Phone e condivide informazioni commerciali riservate con Microsoft, l'azienda di Redmont aveva accettato di ridurre i canoni dei pagamenti. Tuttavia, Microsoft ha acquisito il business Mobile di Nokia, concorrente diretto di Samsung, e la società coreana sostiene che questo creerà problemi negli Stati Uniti con le leggi antitrust sulla libera concorrenza.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?