Smartwatch, e' Boom: 100 milioni di unita' vendute in 4 anni

 

Nonostante fossero esorditi nel mercato agli inizi degli anni 2000, per poi sparire, gli smartwatch sono stati riproposti negli ultimi mesi perchè si pensa che abbiano delle potenzialità che - si spera - possano far loro spiccare il volo

Scritto da Maurizio Giaretta il 01/10/13 | Pubblicata in Smartwatch | Archivio 2013

 

Nonostante fossero esorditi nel mercato agli inizi degli anni 2000, per poi sparire, gli smartwatch sono stati riproposti negli ultimi mesi perchè si pensa che abbiano delle potenzialità che - si spera - possano far loro spiccare il volo. Secondo una ricerca di mercato. nei prossimi anni lo sviluppo sarà molto consistente.

Samsung Galaxy Gear

Da tempo è noto che anche Apple sta sviluppando iWatch, uno smartwatch tutto suo, e che dovrebbe esordire nel 2014. Ma a dare una conferma dell'importanza strategica di questo segmento di mercato ci ha pensato un altro colosso del calibro di Samsung, che ha bruciato tutti sul tempo presentado Galaxy Gear (che, tuttavia, non puà essere definito uno smartwatch vero e proprio).

Mentre sono molte le società che adornano i propri prodotti con il nome di 'smartwatch', abusandone a volte, NextMarket Insights ha fatto uno studio di settore.

Dal "Worldwide Annual Shipments of Smartwatches 2012-2012" si deduce che lo sviluppo sarà molto rapido. Se nel 2012 le unità vendute sono state praticamente nulle, quest'anno si supererà almeno la quota simbolica del milione di unità. Nel 2014 di questo nuovo settore merceologico arriverà a sfiorare quota 15 milioni di unità.

Secondo il trend, il tasso di sviluppo continuerà a raddoppiare praticamente fino al 2016 incluso, anno in cui si arriverà a quota 80 milioni. Nel 2017 la crescita comincerà a rallentare, anche se raggiungerà proporzioni sempre più imponenti con ben 130 milioni di unità. L'anno successivo si supererà di gran lunga quota 200 milioni. Nel 2020 sarà stata superata abbondantemente quota 350 milioni di unità.

"L'industria degli orologi produce oltre 1 miliardo di unità all'anno, mentre oggi ci sono circa 7 miliardi di numeri telefonici. Pensiamo che la categoria degli smartwatch possa diventare una grossa opportunità" ha dichiarato Michael Wolf, Chief Analyst di NextMarket Insights.

Chiaramente è troppo presto per credere ciecamente in queste proiezioni di mercato. Gli smartwatch infatti devono ancora fare molti passi in avanti, soprattutto in termini di sviluppo, prima di riuscire a sostituire decentemente gli smartphones.

Guardando in avanti "la grande maggioranza degli smartwatches sarà costruita usando versioni esistenti o modificate di Android, con nuovi sistemi operativi come Pebble OS e, ipotizzando che Apple ne dia il via libera, con iOS", ha aggiunto Wolf.

Altre informazioni sono disponibili in questa pagina.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?