Microsoft, brevetto per smartwatch depositato 2 anni fa

 

Microsoft sta preparando il suo primo smartwatch, secondo quanto rivelato da una richiesta di brevetto depositata dall'azienda di Redmond presso l’USPTO, United States Patent and Trademark Office, letteralmente "Ufficio statunitense dei brevetti e dei marchi di fabbrica"

Scritto da Simone Ziggiotto il 12/05/14 | Pubblicata in Smartwatch | Archivio 2014

 

Microsoft, brevetto per smartwatch depositato 2 anni fa

Microsoft sta preparando il suo primo smartwatch, secondo quanto rivelato da una richiesta di brevetto depositata dall'azienda di Redmond presso l’USPTO, United States Patent and Trademark Office, letteralmente "Ufficio statunitense dei brevetti e dei marchi di fabbrica".

La domanda, resa pubblica pochi giorni fa ma depositata nel mese di ottobre 2012, prova che Microsoft pensava ad un dispositivo indossabile almeno da un paio di anni. Infatti, non è la prima volta che sentiamo rumors riguardanti l'uscita di un possibile smartwatch di Microsoft, ma questa è la prima volta che abbiamo delle prove concrete, ossia il brevetto in questione.

Intitolato 'Wearable Personal Information System' il brevetto viene descritto come segue (tradotto):

"Viene fornito un sistema di informazioni personali. Il sistema può includere un dispositivo informatico portatile avente un alloggiamento con una superficie superiore definita almeno in parte da un display, una superficie inferiore configurata con una regione centrale in cui vi è un sensore ottico, connettore elettrico, e il connettore dati, il blocco che avvolge un volume interno in cui è previsto l'inserimento di un processore. La superficie superiore e la superficie inferiore vengono accoppiate da un bordo laterale perimetrale che si estende fra di esse, e una struttura di montaggio formata almeno parzialmente attorno al bordo laterale perimetrale dell'alloggiamento. Il sistema può inoltre comprendere un telaio, che può essere collegato ad una banda. La cornice circonda un vuoto e viene configurata per ricevere la struttura di montaggio. Il telaio e la struttura di montaggio possono essere fermate tramite una linguetta e scanalatura in collegamento. Il sistema può inoltre comprendere una stazione a cui può essere collegato il dispositivo."

Leggendo più a fondo nel brevetto in questione, si legge che il dispositivo Microsoft è dotato di un display touch, può essere usato con delle applicazioni (di cui alcune già pre-installate) per ascoltare musica, tenere traccia di attività fisica, misurare del battito cardiaco, sfruttare il Gps integrato, telefonare, mandare messaggi e molto altro.

Nella descrizione del dispositivo si legge che "dispositivi elettronici portatili di sempre più piccole dimensioni e di varie dimensioni sono stati sviluppati di recente, e sono adatti per essere utilizzati durante l'esercizio fisico e le attività all'aperto. Questi dispositivi possono includere sistemi GPS, altimetri e cronometri, per esempio , e possono determinare la velocità, la posizione di un utente e tempo dell'esecuzione di un esercizio come ciclismo, sci, ecc."

"Un problema di questi dispositivi", prosegue Microsoft nel documento, "è che sono esposti al sudore dell'utente, e possono quindi sporcarsi. Alcuni dispositivi precedenti hanno incorporato braccialetti in tessuto sfoderabile che sono lavabili; però togliere gli elementi di fissaggio per il lavaggio può essere fastidioso e causare usura del prodotto in quanto viene ripetutamente inserito e rimosso l'anello di sicurezza, per esempio. Un altro problema con tali dispositivi è che in genere non presentano all'utente informazioni come il calcolo di tempi diversi e di posizione. Gli utenti sono stati costretti a connettere sensori del battito cardiaco esterni, ad esempio utilizzando una fascia toracica, per ottenere un feedback biometrico durante l'esercizio. L'utilizzo di più componenti in questo modo può essere ingombrante e può rendere scomodo fare un esercizio. Di conseguenza, l'adozione di tali dispositivi elettronici portatili durante l'esercizio non è diffusa come invece potrebbe essere".

Il sistema descritto da Microsoft sembra prevedere anche lil supporto di una docking station in cui l'orologio viene inserito per ricaricarsi, piuttosto che per connettersi ad un computer esterno per trasferire dati raccolti dai sensori integrati in esso durante gli esercizi fisici. Una volta posizionato in questo supporto, lo smartwatch può essere anche usato come sveglia.

Insomma, il brevetto risale a due anni fa, e quindi è difficile dire se il dispositivo in questione verrà mai realizzato da Microsoft. Oggi, sul mercato si possono trovare diversi smartwatch, come i Gear 2 e Gear 2 neo di Samsung (oltre al bracciale per sportivi Gear Fit) e il Sony SmartWatch 2. Inoltre, sono in arrivo diversi altri dispositivi indossabili: i primi smartwatch di Google (Motorola 360), LG (G Watch) e Apple (iWatch).

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?