Gemelli Winklevoss, altra causa verso Facebook

 

Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, non riesce a scappare dalle grinfie dei gemelli Winklevoss, nemmeno dopo averli pagati 65 milioni di dollari

Scritto da Maurizio Giaretta il 10/12/10 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2010

 

Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, non riesce a scappare dalle grinfie dei gemelli Winklevoss, nemmeno dopo averli pagati 65 milioni di dollari.

I gemelli Cameron e Tyler (nell'immagine a sinistra)hanno presentato un'altra azione legale alle autorità dell'U.S. District Court del Distretto Nord della California, sostenendo che i 65 milioni di dollari richiesti nel 2008 non sono abbastanza. Zuckerberg infatti avrebbe sottostimato il valore del social network.

Un'altra motivazione per la richiesta di ulteriore denaro è frode per motivi legati alla sicurezza. Secondo Zuckerberg ai gemelli del Connecticut è già stato riconosciuto quanto dovuto.

Nel 2003, quando i tre erano ancora studenti di Harvard, Cameron e Tyler Winklevoss chiesero a Mark (nella foto a lato) di scrivere del codice per il loro social network. Mark cominciò a progettare il sito rivale Facebook, il cui valore è oggi stimato in 800 milioni di dollari.

Zuckerberg, 26 anni, ora è un ragazzo con un patrimonio che supera i 7 miliardi di dollari. Questa storia è raccontata anche al cinema, nel film “The Social Network”.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?