Facebook prossimo alla quotazione, forse per 100 miliardi

 

Facebook potrebbe accelerare la quotazione in Borsa dopo le prime indiscrezioni sul bilancio e le previsioni del 2011, che vedono 2 miliardi di utile per la newco californiana

Scritto da Redazione il 03/05/11 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2011

 
Facebook potrebbe accelerare la quotazione in Borsa dopo le prime indiscrezioni sul bilancio e le previsioni del 2011, che vedono 2 miliardi di utile per la newco californiana.

Secondo i dati, ancora non ufficializzati, il fatturato Facebook dovrebbe raggiungere i 4 miliardi di dollari, decisamente meglio rispetto a 1,86 miliardi dello scorso anno, migliorando decisamente utili e patrimonio netto.

La valutazione del più grande Social Network del mondo, con circa 600 milioni di account reali (su 800 dichiarati), era stata pari a 50 miliardi di dollari ma si prospetta una quotazione ancora superiore a tale cifra.


L'eventuale quotazione potrebbe avvenire nei primi mesi del 2012 e potrebbe rivelarsi un grande affare per Goldman Sachs e la russa Sky Technologies che in diverse tranches hanno investito oltre 1,5 miliardi di dollari per sostenere lo sviluppo di Facebook.

Sotto le manovre finanziarie, potrebbero però celarsi speculatori e grandi società d'affari che con qualche mossa ad effetto, potrebbero ottenere il massimo profitto con il minimo sforzo.

Tra tutti gli addetti del settore, i 50 miliardi di dollari di valutazione del Social Network appaiono piuttosto strani e poco giustificati in relazione ai veri numeri di Facebook. Con questi parametri, quanto potrebbe valore Microsoft che di fatturato annuale ne fa 61?

Facebook, 9.400 assunzioni entro il 2017

 Facebook, dopo essere nato nel 2004 per mano di Mark Zuckerberg in un dormitorio dell'università di Harvard e successivamente essersi trasferito a Palo Alto,ha intenzione di assumere 9.400 dipendenti entro il 2017.

Il social network più popolare al mondo, vista la crescita esplosiva, ha confermato a Febbraio l'intenzione di trasferire i propri uffici in un campus più ampio, diviso in due zone.
Ora, secondo MercuryNews.com, che a sua volta cita dei documenti cittadini (vedi immagine) di Menlo Park (California), la società fondata da Zuckerberg dovrebbe essere a pieno regime nella nuova sede entro i prossimi sei anni. Facebook attualmente ha circa 2.000 dipendenti a livello globale, 1.400 dei quali lavorano negli uffici di Palo Alto.
 
"E' una mossa pericolosa, ma viene chiaramente riconosciuta la minaccia che deriva dalla non crescita, che vedrebbe parte del business andare a Google o verso qualche nuova realtà" ha affermato l'analista Rob Enderle dell'Enderle Group, che al contempo è si ritiene "preoccupato" che la società non stia pensando nel migliore dei modi alla strategia a lungo termine.
I dipendenti dovrebbero trasferirsi gradualmente nella nuova sede a partire da questa Estate. Facebook per il momento non ha rilasciato commenti.
 

Facebook nel 2012 potrebbe valere 100 miliardi

 
La crescita di Facebook sta procedendo con un ritmo al di sopra delle aspettative. Quest'anno probabilmente i profitti supereranno le stime e il più popolare social network al mondo entro la prossima Primavera potrebbe avere una valutazione di 100 miliardi di dollari.
 
Diverse fonti vicine alla società fondata da Mark Zuckerberg, che dovrebbe chiudere il 2011 con un fatturato lordo di 2 miliardi di dollari, hanno affermato al The Wall Street Journal che una crescita così rapida sarebbe sufficiente giustificare una valutazione del genere.
 
All'inizio dell'anno Goldman Sachs ha investito 450 milioni di dollari nella società di Zuckerberg (anche il gruppo Digital Sky Technologies ne ha investiti altri 50), valutandola 50 miliardi di dollari.
 
Facebook, che non ha rilasciato commenti ufficiali, diventerebbe ancor di più una delle più grandi società tecnologiche al mondo, superando giganti come Amazon.
Comunque sia, le stesse fonti vicine alla società hanno anche sottolineato che è difficile effettuare una valutazione precisa. Le stime infatti devono tenere anche conto della moda: e se la gente cominciasse a stancarsi di usare i social network?

Facebook: Per Goldman Sachs vale 50 Miliardi di Dollari

 
In attesa della quotazione al Nasdaq prevista per il 2012, il nuovo colosso americano del Web ovvero Facebook, ha ricevuto ulteriori finanziamenti da parte di importanti investitori internazionali.

A muovere le pedine sulla intricata scacchiera internazionale dei grandi investimenti, fermi dopo la crisi americana, questa volta è toccato a Goldman Sachs che ha investito nella società americana 450 milioni di dollari mentre altri 50 sono stati forniti da Digital Sky Technologies, già noto finanziatore di  Mark Zuckerberg.


L'investimento attuale ha il sapore di bolla del vecchio Nasdaq, quando bastava muovere l'aria o avere un nome interessante per attrarre milioni di dollari di investimenti azionari, anche se poi, a conti fatti, i bilanci erano sempre e solo scritti in rosso.

Obiettivi per Goldman  e Digital Sky la possibilità di rivendere il tutto una volta quotato in borsa anche se sarà necessario valutare se l'effettivo bilancio di Facebook, non proprio dei più ricchi, sarà davvero in grado di sostenere questa capitalizzazione valutata 50 miliardi di dollari, molto più di eBay che di bilanci in salute ne sforna ogni anno.
Facebook, 500 milioni di investimenti da Goldman Sachs e DST
 
Il più famoso sito di social networking al mondo, Facebook, ha ottenuto 500 milioni di dollari da Goldman Sachs e dal gruppo russo di investimenti Digital Sky Technologies in un accordo che valuta la compagnia di Zuckerberg (nella foto sotto) in 50 miliardi di dollari.
 
Sempre secondo la fonte, Goldman ha investito 450 milioni, mentre Digital Sky Technologies, che finora ha versato circa mezzo miliardo di dollari, ha investito 50 milioni.
Questi soldi consentiranno a Facebook di avere i migliori programmatori a disposizione, di sviluppare prodotti sempre all'avanguardia e di procedere con nuove acquisizioni.
 
I cinquanta miliardi di dollari fanno schizzare il valore di Facebook sopra a quello di altri colossi come eBay, Yahoo e Time Warner.
 
Facebook: arrivano altri 1500 milioni di dollari per Zuckerberg
 
Dopo l'annuncio della road map che porterà il colosso dei Social a quotarsi in borsa entro il 2012, continuano senza sosta le iniezioni di capitali su Facebook, attratti dalla possibilità di speculazione finanziaria una volta quotato nel Nasdaq.

Nel 2010 sono stati ben 1500 i milioni di dollari arrivati nei forzieri di Facebook, che nel bilancio del terzo trimestre dichiara però cifre piuttosto contenute per giustificare i 50 miliardi di valutazione finanziaria.

Nei primi 9 mesi del 2010, Facebook ha chiuso con 1,2 miliardi di fatturato e 355 milioni di utile, piuttosto poco rispetto ai 50 miliardi di presunta capitalizzazione della piattaforma.
 

Su base annuale, ammessi anche 500 milioni di dollari, la valutazione di 100 volte l'utile appare piuttosto azzardata tanto che molti investitori e speculatori indicano il titolo Facebook come short, ovvero da comprare e rivendere subito per incassare la speculazione sulla "moda".

 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?