Twitter: 500 milioni di account, 140 milioni di utenti attivi

 

La ricerca pubblicata da Pew, riguardo l'utilizzo di Twitter negli Stati Uniti, conferma quello che abbiamo sempre ipotizzato e conferma le intuizioni dei tanti twitter addicted

Scritto da Redazione il 03/06/12 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2012

 
La ricerca pubblicata da Pew, riguardo l'utilizzo di Twitter negli Stati Uniti, conferma quello che abbiamo sempre ipotizzato e conferma le intuizioni dei tanti twitter addicted.

La crescita di Twitter è comunque sostenuta anche se probabilmente prossima al limite: rispetto al 2010, dove il tasso di penetrazione era dell'8% (rispetto alla popolazione connessa online), nel 2012 è arrivato al 15%, con una crescita di poco inferiore al 100% in circa 2 anni, con utenza quindi quasi raddoppiata.

L'8% degli utenti Internet utilizza Twitter quotidianamente.


L'utenza globale di Twitter, al di là dei 500 milioni di account registrati, indica infatti circa 140 milioni di utenti attivi, ovvero account che hanno pubblicato qualcosa negli ultimi 30 giorni.

Se guardiamo il tasso di crescita assoluto, vediamo come negli ultimi anni sia accelerato parecchio, grazie ad un numero sempre crescente di smartphone always on, ambiente ideale per Twitter e i suoi 140 caratteri.



Rispetto ad altri network, come per esempio Pinterest, Instragram o Google Plus, il tasso crescita, seppure buono in termini percentuali, non è però dei migliori e probabilmente vicino alla sua massima espansione in termini di bacino d'utenza.

Considerando attualmente circa 900 milioni di utenti su Facebook su circa 1,2 miliardi di utenti online, Twitter potrebbe intercettare probabilmente il 20% con un ipotesi di limite fisiologico intorni ai 180-200 milioni di utenti attivi.

Twitter, diversamente dal rivale Facebook, conta un numero di iscritti decisamente inferiore anche per via della sua peculiarità, che poco si presta ad un utilizzo di massa. Su Twitter infatti la comunicazione è l'unica funzione disponibile: niente giochi, album, video o altro.

Analizzando i dati, quindi, si deduce che Twitter raccoglie un numero minore di utenti, ma gli stessi sono decisamente più attivi rispetto ad altre piattaforme.

Utenza Twitter per classe di età


Aziende, Twitter e il mercato dei finti follower
 
Su Twitter chi ha numerosi follower o è una celebrità o è qualcuno dice cose decisamente interessanti. Da tempo tuttavia c'è chi aumenta il numero dei propri 'seguaci' imbrogliando, magari solamente sperando di guadagnarne in notorietà.
 
Secondo un'indagine realizzata dall'università Iulm di Milano e condotta dal professor Marco Camisani Calzolari, per sette aziende su tredici più del 20% dei follower evidenzia comportamenti automatizzati.
 
Bisognerebbe dunque essere in grado di capire se un follower sia una persona reale oppure un programma, che magari risponde con una frequenza temporale prestabilita, che parla con frasi predefinite, che non ha immagini sul proprio profilo personale o che presenta altre situazioni sospette.
Al momento non si ha a disposizione un sistema sicuro che consente di capirlo.
 
Il sito Twitaholic, specializzato nella compilazione di classifiche legate a Twitter, ha realizzato una particolare graduatoria nella quale si apprende che a livello globale Dell Outlet è il canale aziendale con il maggior numero follower-automatizzati (quasi il 46% sul totale). Per quanto riguarda l'Italia, la leadership spetta a Ikea con il 45,92%.
Un nuovo utente che dovesse imbattersi in un profilo seguitissimo (ma senza sapere che una buona metà degli iscritti al canale non sono persone) avrebbe un'impressione sicuramente alterata su di esso.
 
Ecco quindi un nuovo modo per farsi pubblicità a bassissimo costo - per 20.000 follower finti basterebbero 20 euro - nell'era dei social network.
Questo sistema va ad aggiungersi al mercato nero dei "Mi Piace" su Facebook.

Twitter supera i 200 milioni di utenti attivi
 
Twitter ha superato la soglia dei 200 milioni di utenti attivi, arrivando a un quinto della dimensione del social network più grande al mondo, ovvero FacebookUn miliardo di utenti probabilmente è un obbiettivo impossibile, ma per il momento ci si può accontentare.
 
In questa battaglia tra chi ce l'ha più grande (stiamo parlando della base di utenti, naturalmente), il sito di microblogging è più vicino alla rete sociale Google Plus, che da poco ha varcato la soglia del mezzo miliardo di utenti.
 

 
La conferma ufficiale arriva proprio tramite un Tweet inviato dal canale ufficiale della società. "Ora ci sono più di 200 milioni di utenti attivi su base mensile. Siete il cuore pulsante del pianeta. Siamo grati per il vostro supporto!".
 
La crescita negli ultimi sei mesi è stata del 17%.
 
Considerando il totale assoluto degli utenti (attivi e non), nel 2010 arrivava la notizia del superamento della soglia dei 175 milioni. A Luglio di quest'anno, invece, era stato superato il muro del mezzo miliardo. Per quanto riguarda il numero degli account attivi, che a fini statistici è più rilevante, sempre a Luglio 2012 era pari a 170 milioni.
 
Per far concorrenza a Instagram e Facebook, Twitter recentemente ha aggiunto i filtri fotografici nativi nell'applicazione per smartphones e tablet Android.

A breve sarà fatto lo stesso anche per l'app iOS. I filtri che tanto piacciono agli utenti consentono di modificare le fotografie direttamente dall'applicazione, senza dover ricorrrere all'uso di altre.
 
social network consentono di vivere in maniera più globalizzata e interattiva, dando la possibilità di condividere contenuti in un istante, anche a spese della privacy. Un esempio lampante di "problemi di privacy" arriva nelle ultime ore da Instagram, piattaforma acquistata proprio da Facebook che con il nuovo regolamento interno intendeva usare le foto degli utenti a fini pubblicitari senza chiedere l'autorizzazione e poi, a seguito delle reazioni negative, ha corretto il tiro.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?