Facebook, come risparmiare con Trenitalia

 

Un giovane pubblicitario milanese ha messo a punto un sistema che permette di risparmiare sul biglietto del treno se dobbiamo percorrere una tratta coperta da TrenItalia

Scritto da Simone Ziggiotto il 29/06/12 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2012

 

FacebookUn giovane pubblicitario milanese ha messo a punto un sistema che permette di risparmiare sul biglietto del treno se dobbiamo percorrere una tratta coperta da TrenItalia. La cosa piu' interessante è che il procedimento per beneficiare di questo,  chiamiamola furberia, è assolutamente legale.

Come segnalato da concentratore.it, il giovane Emanuele ha aperto un gruppo su Facebook e lo ha chiamato "Frecciarossa andata e ritorno metà per uno". 

Come funziona - Chi è abituato a viaggiare in treno sa bene che TrenItalia attua lo sconto "Andata e ritorno in giornata" per treni Frecciarossa e Frecciargento che consente di viaggiare andata e ritorno in giornata sulla stessa tratta a prezzi fissi, che equivalgono circa al 50 per cento di sconto rispetto ad un viaggio andata/ritorno in giorni differenti. Sfruttando questa promozione, le persone iscritte a Facebook possono esprimere la propria disponibilità e iniziare la collaborazione.

Un esempio - Poniamo caso che Stefania deve andare a Milano da Roma ma deve ritornare nella Capitale una settimana dopo. Il prezzo di andata e ritorno (fittizzio) sarebbe 200 euro. Tuttavia, se Stefania il giorno in cui parte da Roma trova qualcuno che deve fare la stessa tratta al contrario lo stesso giorno (da Milano a Roma) il prezzo si ridurrebbe della metà, ossia 100 euro (fittizio). Il procedimento analogo Stefania puo' farlo quando dovrà tornare in quel di Roma.
Riassumendo, si puo' beneficiare della promozione 'Andata e ritorno in giornata' anche se i viaggi non coincidono nella medesima giornata.

Facebook sconto TrenItalia
fonte immagine: altavistacomunicazione.net

Se anche voi volete provare, vi basta lsciare un messaggio nella bacheca del gruppo per organizzare il vostro viaggio e dividervi le spese con qualcun'altro.

Risparmi legalmente - Infatti, i biglietti non sono nominativi e solitamente il controllore chiede solo le ultime due cifre del codice di prenotazione.Diteci le vostre opinioni, o la vostra esperienza se questo 'trucchetto' già lo conoscevate tra i commenti qui sotto.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?