Facebook attaccato dagli hacker ma i 'dati degli utenti sono al sicuro'

 

Un "sofisticato attacco" ai computer portatili di alcuni dipendenti di Facebook si è verificato di recente

Scritto da Simone Ziggiotto il 19/02/13 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2013

 

Un "sofisticato attacco" ai computer portatili di alcuni dipendenti di Facebook si è verificato di recente. E' quanto apprendiamo nelle ultime ore, ma a rendere il 'caso' molto particolare è il come è avvenuto l'attacco: i dipendenti di Facebook hanno detto di essersi accorti dell'attacco dopo aver visitato il sito di uno sviluppatore. Chi sia costui e come i dipendenti hanno avuto il suo contatto non lo sappiamo. Probabilmente i pirati informatici hanno invitato i dipendenti a visitare il sito 'infettato' attraverso una mail o un invito sullo stesso Facebook.

Facebook

Tutto tranquillo, per il momento, in quanto il social network più diffuso al mondo che vanta più di un miliardo di amici rassicura gli utenti:

"Non abbiamo prove che i dati degli utenti siano stati compromessi".

Secondo quanto ci comunica Facebook sul proprio blog, l'attacco è avvenuto nello scorso mese di gennaio. Dal girono della scoperta, Facebook è al lavoro per scoprire chi si cela dietro l'attacco, aiutata anche dalle forze dell'ordine. Le indagini, al momento, non hanno evidenziato la compromissione di dati personali degli iscritti a Facebook.

"Non appena abbiamo rinvenuto la presenza di un codice maligno abbiamo avvertito le autorità e avviato un'ampia indagine che è ancora in corso".

Sempre dal blog ufficiale di Facebook veniamo a conoscenza di come si è verificato l'attacco - dopo che alcuni dei dipendenti del social network sono entrati su un sito di uno sviluppatore contenente un virus che è riuscito a penetrare nei computer portatili, che successivamente è stato rimosso.

Conclude Facebook sul suo blog,

"Siamo al lavoro costantemente e a stretto contatto con gli ingegneri all'interno della società, con altre aziende e con le autorità per imparare il più possibile dall'attacco ricevuto e cercare di prevenire incidenti simili in futuro".

Facebook e i dati personali degli utenti
Facebook possiede milioni e milioni di informazioni di persone, in quanto ha un database contenente dati sensibili di oltre miliardo di utenti. Facebook ha fatto sapere che la tutela della privacy dei suoi utenti è sempre al primo posto e che sta mettendo in campo squadre specializzate al suo interno per verificare se effettivamente sono state rubate alcune informazioni.

Non solo Facebook
Alcuni attacchi dagli hacker hanno recentemente colpito diversi account Twitter negli Stati Uniti, senza dimenticare gli attacchi ad alcuni siti governativi del Paese. Proprio riguardo agli account Twitter, in particolare, verso l'inizio del mese febbraio il sito ha comunicato che sono stati circa 250 mila i profili vittima di pirati informatici.

Vi terremo aggiornati non appena ci saranno nuove informazioni.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?