Facebook Home e privacy, Facebook risponde

 

Facebook Home sta per sbarcare negli Stati Uniti, mentre iniziano le prime perplessità da parte degli utenti sul teme della privacy e sicurezza dei dati personali

Scritto da Simone Ziggiotto il 08/04/13 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2013

 

Facebook Home sta per sbarcare negli Stati Uniti, mentre iniziano le prime perplessità da parte degli utenti sul teme della privacy e sicurezza dei dati personali. Facebook si difende, spiegando che Facebook Home raccoglie le stesse informazioni pubblicate sul sito web, con le impostazioni personalizzazbili in qualsiasi momento tramite l'apposito pannello di controllo.

Facebook la scorsa settimana ha presentato Facebook Home ed il video dedicato alla nuova applicazione che è stato caricato dall'account Facebook Mobile sul sito sociale gode di circa 65 mila 'Mi Piace' ricevuti in soli tre giorni di pubblicazione. Nel filmato, un passeggero d'aereo prima che il velivolo inizi a decollare vede comparire attorno a sé le figure che in quel momento compaiono sullo schermo del suo smartphone, l'HTC First nello specifico, che abbiamo imparato a conoscere come essere il primo dispositivo con Facebook Home integrato.

Facebook Home

Per chi non conosce Facebook Home, è una suite di applicazioni che si integra con i dispositivi basati su piattaforma Android. Installata l'app, che dal 12 aprile sarà scaricabile inizialmente solo per il Samsung Galaxy S4, il Samsung Galaxy S3, il Samsung Galaxy Note 2, l'HTC One e l'HTC One X Plus, l'interfaccia utente e le funzioni di default del telefono subiranno un importante cambiamento, perchè il telefono diventerà uno strumento di comunicazione diretta cone il proprio account Facebook. Tuttavia, il fatto che tutto quello che viene fatto con lo smartphone verrà in automatico sincronizzato con l'account Facebook sul web ha sollevato domande sulla gestione della privacy da parte di numerosi utenti.

Ricordiamoci, tuttavia, che chi è 'ossessionato' da Facebook al punto da voler usare anche Facebook Home sa bene che 'i fatti propri' è difficile tenerli al segreto e quindi deve rassegnarsi al fatto che molti aspetti della sua vita e delle sue abitudini saranno condivise. L'alternativa è non installare Facebook Home o modificare ad hoc le impostazioni dal pannello di controllo che Facebook ci mette a disposizione.

Facebook Home e la privacy. La stessa Facebook ha risposto ai primi quesiti posti dagli utenti sul tema 'privacy' e sicurezza dei dati personali. Il sito sviluppato da Zuckerberg ha spiegato che Facebook Home raccoglie le stesse informazioni pubblicate sul sito web, come ad esempio i 'Mi Piace' piuttosto che le condivisioni dei contenuti, foto e video. Inoltre, Facebook Home rispetta la normativa sull'utilizzo dei dati che già viene utilizzata sul sito web del social network. L'utente può inoltre disattivare la condivisione delle informazioni in qualsiasi momento, tramite le impostazioni. Di recente, Mark Zuckerberg, CEO Facebook, ha dichiarato che le analisi all'interno della piattaforma sono fatte sulla base delle informazioni provenienti solo dallo 0,5 per cento degli iscritti.

Facebook e le impostazioni Privacy. Tra tutti i social network che sono presenti oggi sul web, Facebook è forse il sito in cui è presente un pannello con il maggior numero di impostazioni personalizzabili, il che è normale vista anche la quantità di informazioni che possono essere condivise attraverso il sito (film,status, mufica, libri, notizie ecc.). Se volete visualizzare e modificare le vostre impostazioni Privacy potete cliccare l'icona del lucchetto presente sulla barra in alto della finestra, a fianco del tasto 'Esci'.

Facebook Home e la pubblicità. Inizialmente Facebook non prevede di inserire pubblicità in Facebook Home, e la speranza è che questo non accada mai. Altrimenti, lo smartphone diventerà un contenitore di sponsor e banner pubblicitari, il che porterebbe gli utenti a disinstallare la suite. Tuttavia, per Facebook la pubblicità è l'unica fonte di guadagno, che prima o poi entrerà anche sui dispositivi mobile, attraverso i quali oggi accedono la maggior parte degli iscritti al sito. Secondo le previsioni di eMarketer, il 30 per cento degli investimenti sulla pubblicità mobile negli Stati Uniti sarà presente per la maggior parte su Facebook entro la fine del 2013.

Facebook Home movito di passaggio da iPhone a Android. Secondo IDC, Facebook Home sarà un'ottima opportunità per la pubblicità display, ma dipenderà se l'applicazione Home verrà utilizzata solo dagli utenti 'ossessionati' con Facebook o se sarà usata dalla massa, compresi coloro che si approcciano al social network per la prima volta. Secondo la società di analisi, inoltre, Facebook Home potrebbe portare numerosi vent'enni che oggi possiedono un iPhone a passare ad Android, proprio per poter beneficiare della nuova suite.

Per approfondire l'argomento Facebook Home, vi rimando all'articolo dedicato.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?