Twitter: verso account piu' sicuri

 

Twitter sta testando un nuovo sistema di autenticazione degli utenti a due fasi per prevenire le intrusioni dagli hacker

Scritto da Simone Ziggiotto il 25/04/13 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2013

 

Twitter sta testando un nuovo sistema di autenticazione degli utenti a due fasi per prevenire le intrusioni dagli hacker. Il nuovo sistema sarebbe già in fase avanzata di test.

Twitter, il famoso microblog che permette di condividere pensieri da massimo 140 caratteri, ultimamente sta ricevendo molte segnalazioni da alcuni utenti che si sono ritrovati l'account violato dai pirati informatici. Per rimediare a questa situazione, Twitter sta sperimentando un nuovo sistema di autenticazione degli utenti che passa tramite due fasi, al fine da garantire una maggiore protezione rispetto al tradizionale metodo dell'username e password in fase di login. A rivelarcelo sono i colleghi di Wired.

Twitter

Non è la prima volta che un servizio web adotta l'autenticazione in due fasi, in quanto la prima azienda a pensarci è stata Google: gli utenti che lo richiedono, possono chiede una password e una sequenza casuale di sei cifre generata da un'app installata sul dispositivo mobile; in questo modo è possibile ridurre il rischio di violazione del proprio account da persone indesiderate.

A febbraio di quest'anno, Twitter, tramite annuncio di lavoro, era alla ricerca di un ingegnere esperto nell'autenticazione a due fattori e sono poi iniziati i test su un gruppo di utenti beta-tester che hanno provato la nuova difesa digitale. Oggi, la fase di sperimentazione pare essere a buon punto, tanto che potrebbe non trascorrere ancora molto tempo prima che il nuovo sistema venga adottato per tutti gli utenti che cinguettano.

Ma come funzionerà il nuovo sistema di login di Twitter? Il metodo sarà lo stesso di quello di Google, sopra citato. Oltre al tradizionale login con la propria username e la password, sarà possibile inserire un codice inviato a un dispositivo predefinito dall'utente (cellulare o tablet, per esempio) nel caso in cui venga effettuato l'accesso a Twitter da una zona geografica diversa dal solito (esempio: se solitamente si accede da Roma e un giorno da Palo Alto, qualcosa non quadra per il sistema).

L'ultimo caso di furto di identità sui social network risale a questa settimana, quando l'account dell'Associated Press è stato violato dai pirati informatici, i quali hanno pubblicato un tweet con la notizia di esplosioni alla Casa Bianca che avrebbero coinvolto il presidente Obama. Si è trattata di una pura 'balla'.

In attesa che anche Twitter adotti il nuovo sistema di autenticazione, ecco alcuni semplici consigli per migliorare la protezione degli account sui siti web. Come è ovvio, la password è il principale punto debole nei furti d'identità: il consiglio è quello di usare non la stessa parola dell'username, non scegliere il proprio nome o cognome, ma scegliere una parola composta da lettere maiuscole e minuscole, simboli, numeri. Se avete troppe password in mente, potete scriverle in un file del 'blocco note' da salvare sul computer, così da stare sicuri di non perderle.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?