Facebook, Graph Search e la privacy

 

Facebook ha presentato "Graph Search", il nuovo strumento di ricerca che consentirà di trovare informazioni, luoghi, immagini e tanto altro in maniera più semplice e immediata

Scritto da Simone Ziggiotto il 09/07/13 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2013

 
Facebook ha presentato "Graph Search", il nuovo strumento di ricerca che consentirà di trovare informazioni, luoghi, immagini e tanto altro in maniera più semplice e immediata. Ciò significa una cosa: se prima era facile spulciare tra le informazioni personali di amici e conoscenti, in futuro lo sarà ancora di più.
 
Come precisato nell'articolo di ieri, tutte le informazioni che sono state raccolte (ovvero inserite spontaneamente dagli utenti) negli otto anni dal social network più grande del mondo con Graph Search saranno usate come un enorme database nel quale fare le ricerche. Queste ultime potranno essere molto selettive: sarà possibile recuperare informazioni, per esempio, di:
 
• Foto scattate prima del 1990
• Foto scattate nel 1990
• Persone a cui piace il ciclismo, nate nella mia stessa città
• Musica che piace ai miei amici
• Foto scattate a New York dai miei amici
• Città visitate dai miei familiari
• Ristoranti di Parigi nei quali sono stati i miei amici
• Città di Londra i cui sono stati i miei amici
• etc.
 
La nuova funzione comunque non è già entrata in funzione. Attualmente è disponibile in fase di test e la si può provare collegandosi al sitowww.facebook.com/about/graphsearch. "Con la ricerca tra le connessioni di Facebook, puoi cercare qualsiasi cosa sia stata condivisa con te su Facebook e gli altri possono trovare ciò che hai condiviso con loro. I risultati sono diversi per ogni persona".
 
In altre parole, non appena Graph Search uscirà dalla beta, Facebook diventerà un motore di ricerca interno perfettamente funzionante e alla portata di tutti che consentirà di conoscere e di scoprire tutto sui propri amici.
 
Lo strumento può essere considerato utile, divertente, eccetera. E proprio in questi termini è stato presentato al mondo. Tuttavia esiste il rovescio della medaglia ed è grande come una casa: se per poca attenzione o per qualunque altro motivo decidiamo di accettare l'amicizia di qualcuno che non conosciamo troppo bene (nella peggiore ipotesi potrebbe trattarsi anche di impostori, ladri o quant'altro), questi nel giro di pochi secondi possono scoprire tutto di noi: abitudini, amicizie, attività, posto di lavoro, preferenze...
 
Con Graph Search diventa più facile sgraffignare informazioni

Chi pubblica tante informazioni (foto, scuola, datore di lavoro, etc) deve essere il primo a sapere che esse su internet viaggiano velocemente e che senza difficoltà possono finire nelle mani sbagliate. Pertanto, considerato che Facebook cambia non di rado il proprio regolamento interno, è consigliato controllare periodicamente le impostazioni di privacy.
 
Privacy su Graph Search - Nella sezione dedicata alla privacy di Graph Search si legge che "la privacy che si sceglie determina che cosa può comparire nei risultati di ricerca. Con la ricerca tra le connessioni, si può cercare qualsiasi cosa sia stata condivisa su Facebook e gli altri possono trovare le cose condivise con loro, compresi i contenuti per i quali è stata scelta l'impostazione Pubblica".
In "Facebook annuncia Graph Search, la nuova ricerca tra le connessioni di Facebook" si possono vedere i video di anteprima della nuova funzione.
 
La borsa non sembra molto entusiasta - Ora mostriamo, confrontando questi due grafici, l'andamento dei titoli delle due società sul Nasdaq, facendo notre che l'annuncio della nuova GS è stato fatto da Mark Zuckerberg alle 13 circa. Nel giro di pochi minuti alcuni investitori hanno venduto i loro titoli e probabilmente lo hanno fatto riacquistandone degli altri di Google.
 

Il nuovo Graph Search di Facebook è davvero uno strumento che può tornare utile a conoscere meglio le persone o solo un altro modo per invadere la privacy degli utenti? Per alcuni Graph Search è il paradiso per uno stolker.

Come avvenuto per il News Feed e la Timeline di Facebook, Graph Search è ora disponibile solo per centinaia di milioni di utenti negli Stati Uniti, portando con sé la promessa di far conoscere cose di altre persone fino ad ora inesplorate per gli utenti e il potenziale di notevoli dollari di pubblicità per la società.

Facebook Graph Search

Presentato nel mese di gennaio, Graph Search è un motore di ricerca interno al social network che comprende chiavi di ricerca in un linguaggio naturale su persone, luoghi e cose e propone risultati che fino in precedenza erano difficili da trovare dentro il mondo di Facebook. Il motore, indicato come un "terzo pilastro" del sito, infine, dà alle persone un modo per navigare attraverso i ricordi dimenticati o individuare momenti condivisi con gli amici.

In realtà, però, Graph Search non è solo un modo per aiutare a riscoprire vecchie foto e conoscere meglio le persone iscritte, ma è un vero e proprio contenitore di informazioni che rispondono al bisogno di sapere di più su qualcuno o qualcosa, non rimanendo mai abbastanza soddisfatti, e tutto quello che si trova ispira ad andare più in profondità in questo mondo immenso dove le persone si intrecciano con le loro connessioni, interessi, foto, e pensieri.

Stando a chi ha avuto modo di usare Graph Search (che ricordo essere disponibile solo negli USA) la velocità e la comprensione delle query di ricerca sono migliorabili e questa nuova funzione è ancora troppo difficile da navigare, potenzialmente molto inquietante, e non ancora disponibile sul cellulare, dispositivo da cui gli utenti di Facebook stanno spendendo sempre più del loro tempo. Facebook ha il suo bel da fare per migliorare nelle prossime settimane il suo nuovo Graph Search, soprattutto per mantenere vive le alte aspettative di Wall Street.

Quando si pensa a Facebook Graph Search si dovrebbero immaginare gli infiniti tipi di query che è possibile eseguire. E' come se il social network ha messo a vostra disposizione tutto quello che sa riguardo alle persone con cui siamo connessi (amici, amici degli amici, ecc).

Con Graph Search dobbiamo dimenticarci la scansione delle informazioni delle persone com nella Timeline o nel News Feed - le relazioni e le attività di una persona sono disponibili per una più profonda esperienza conoscitiva.

E' possibile ad esempio provare a digitare "amici di [nome] che vivono in [città]" per trovare gli amici di un amico che vivono in una determinata città (oppure che hanno visitato una città) piuttosto che "foto di [nome] in [città]" se si desidera uno sguardo alle foto scattate da un amico in una determinata città.  Entrambe le ricerche apparentemente innocui possono, a seconda delle impostazioni di privacy degli amici di amici, fornire una finestra interessante nella vita di chi stiamo scoprendo.

Graph Search è stato definito come un paradiso per uno stalker, innocente o meno, perchè di fatto consente di conoscere molti aspetti di una persona, senza che questa sappia che si sta curiosando su di essa.

Sebbene esistano le opzioni nelle impostazioni della privacy per decidere chi può vedere cosa, molti non le considerano. Per i neofiti, comunque, Facebook nei primi momenti che si utilizza Graph Search propone un piccolo tutorial che li introduce nella nuova ricerca.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?