Twitter dice si al pulsante 'Segnala Abuso'

 

Dopo le polemiche in Gran Bretagna per le minacce alla freelance Caroline Criado-Perez in seguito alla decisione della Banca d’Inghilterra di mettere una donna, Jane Austen, sulle banconote da 10 sterline al posto di Charles Darwin, Twitter, a fronte di una petizione online firmata da 60 mila persone, pare aver accettato di inserire un pulsante per la denuncia di abusi verbali, rivedendo di fatto la sua politica in materia di segnalazione di abusi

Scritto da Simone Ziggiotto il 30/07/13 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2013

 

Dopo le polemiche in Gran Bretagna per le minacce alla freelance Caroline Criado-Perez in seguito alla decisione della Banca d’Inghilterra di mettere una donna, Jane Austen, sulle banconote da 10 sterline al posto di Charles Darwin, Twitter, a fronte di una petizione online firmata da 60 mila persone, pare aver accettato di inserire un pulsante per la denuncia di abusi verbali, rivedendo di fatto la sua politica in materia di segnalazione di abusi.

"Se abbiamo fatto cambiare idea alla Banca d'Inghilterra, possiamo farlo con Twitter"

Caroline Criado-Perez

La banca centrale inglese ha deciso la scorsa settimana di raffigurare la scrittrice Jane Austen sul taglio da 10 pound sostituendo Darwin e di accogliere così le richieste dell’attivista che si è battuta a lungo per la presenza delle donne sulle banconote inglesi. La decisione della banca ha, come conseguenza diretta, portato molti a minacciare di violenza Criado-Perez sul suo profilo Twitter (arrivando anche ad alcuni arresti).

E' stata quindi aperta una petizione online per chiedere al microblog di aggiungere l’opzione "Segnala abuso" accanto a ogni tweet. Detto fatto. La richiesta, arrivata in poche ore a raccogliere 60 mila firme, ha portato gli amministratori del sito a prendere la decisione di aggiungere in Twitter sistemi efficaci per segnalare eventuali abusi.

"In Twitter, lavoriamo ogni giorno per creare prodotti che possono raggiungere ogni persona sul pianeta. Per fare questo, dobbiamo prendere in considerazione una vasta gamma di casi durante la progettazione di interfacce o lo sviluppo di nuovi strumenti. Vogliamo continuare a garantirvi in Twitter di seguire il vostro musicista preferito, parlare con gli altri di interessi condivisi, o aumentare la visibilità di una questione di diritti umani.", recita un post sul blog ufficiale di Twitter dal titolo We hear you (vi ascoltiamo).

"Ci sono più di 400 milioni di tweet inviati ogni giorno in tutto il mondo. Quei tweets non compaiono solo sul nostro sito e nelle nostre applicazioni, ma sono anche incorporati nel tessuto dei media tradizionali e digitali. La stragrande maggioranza di questi tweet sono positivi. Detto questo, non siamo ciechi alla realtà che ci saranno sempre persone che abusano Twitter e danneggiano gli altri", prosegue il post, che prosegue: "utilizziamo sistemi sia automatizzati che manuali per valutare segnalazioni di utenti che potenzialmente violano le nostre regole. Queste regole riguardano minacce dirette, specifiche minacce di violenza contro gli altri e l'utilizzo del nostro servizio per scopi illeciti, per i quali gli utenti possono essere sospesi quando segnalati.".

E il posto conclude così: "Siamo costantemente in contatto con i nostri utenti, gruppi di difesa, e funzionari di governo per vedere come possiamo migliorare Twitter, e continueremo a farlo.".

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?