Facebook migliora Graph Search: ricerche anche nei post e commenti

 

Stanno arrivando novità per Graph Search in Facebook che miglioreranno la ricerca di contenuti, anche post e status degli amici

Scritto da Simone Ziggiotto il 02/10/13 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2013

 

Stanno arrivando novità per Graph Search in Facebook che miglioreranno la ricerca di contenuti, anche post e status degli amici.

Facebook Graph Search

La ricerca personalizzata di Facebook, Graph Search, è stata aggiornata per includere stati e messaggi di persone che condividono con voi contenuti. Al momento l'upgrade è stato fatto solamente per alcuni account, principalmente degli USA, ma gradualmente l'aggiornamento sarà esteso nelle prossime settimane a tutti i profili.

Una volta che la funzione sarà attivata, sarà possibile cercare i messaggi, aggiornamenti di stato, didascalie delle foto, commenti, check-in, e altri contenuti che sono stati condivisi con voi dai vostri amici o che vengono condivisi pubblicamente da persone che state seguendo.

Sarà possibile cercare i post su luoghi, come città o un punto di riferimento popolare (come la Torre Eiffel, il Colosseo, ecc.). Si potranno anche filtrare i risultati delle ricerche impostando un arco di tempo - come "i messaggi dei miei amici del mese scorso" o "i luoghi che i miei amici hanno visitato la scorsa estate". Sarà possibile anche cercare, per esempio, i contenuti che abbiamo commentato, per esempio, l'anno scorso.

Le nuove funzionalità stanno arrivando gradualmente in tutti i paesi, e si riceverà un avviso sulla home del proprio profilo quando le novità saranno introdotte, avendo anche la possibilità di partecipare ad un tour guidato attraverso cui Facebook ci insegna ad usare la nuova Graph Search.

Facebook: i limiti di Graph Search

Graph Search di Facebook può aiutare a scoprire contenuti condivisi e connessioni, ma il motore di ricerca non va molto in profondità. Ne parla l'opinionista Dan Farber di CNET.

Facebook ha attivato la nuova ricerca Graph Search da alcune ore negli Stati Uniti e continuiamo a riportarvi le recensioni della funzionalità da chi lo sta provando prima che venga introdotto anche nella versione italiana del social network.
 
Secondo Dan Farber di CNET, Graph Search può sì aiutare a scoprire le nuovi contenuti attraverso le connessioni, ma il motore di ricerca non va molto in profondità. Ad esempio, non è possibile cercare i film che piacciono agli amici piuttosto che le loro opinioni sulle pellicole da poco uscite in sala. Similmente lo stesso concetto vale per i ristoranti.
 
Facebook Graph Search
 
Quasi sei mesi dopo la sua inaugurazione, Facebook ha reso disponibile Graph Search per gli utenti degli Stati Uniti e ad altri utenti che utilizzano la versione americana del sito. E' un grande passo in avanti per rendere Facebook più utile e per raccogliere più dati all'interno del motore di ricerca, in cui viene mostrato ache il numero di "Mi piace" come attributo primario per valutare persone, luoghi e cose.
 
Secondo Farber, Graph Search può aiutare a scoprire condivisioni e connessioni con altre persone, ma ad un livello più superficiale. È possibile cercare amici a cui magari piace lo stesso nostro film, ristorante o che hanno visitano una città che pure noi abbiamo visitato, piuttosto che ricercare tutti coloro che si sono diplomati presso una determinata scuola. 
 
Il limite secondo Farber è che non si può facilmente andare oltre la conoscenza del numero di "Mi piace" ottenuti dai contenuti proposti nei risultati. La ricerca di ristoranti cinesi a San Francisco graditi dagli amici degli amici, ad esempio, propone un elenco di risultati con una valutazione media calcolata in base alle raccomandazioni di tutti gli utenti di Facebook, senza poter entrare più nel dettaglio.
 
Certo, Graph Search è appena stato lanciato, e Facebook prevede di aggiungere più dati con il passare dei mesi e mano a mano che gli utenti inizieranno a prendere mano con la nuova ricerca sul sito.
 
Nelle prossime settimane, infatti, Graph Search si prevede che sarà in grado di comprendere un linguaggio più naturale per l'elaborazione di una query; si potrà ad esempio usare parole quali "orologio", "ascoltare" e "giocare" - esempio: "gli amici di [nome] che hanno giocato a [titolo gioco]" piuttosto che "gli amici di [nome] che hanno ascoltato [titolo brano]". 
 
Inoltre, Facebook potrebbe aggiungere informazioni più strutturate raccolte dalle applicazioni e giochi sia di sua proprietà che di terzi per facilitare risposte più intelligenti.
Il 15 gennaio 2013, al lancio di Graph Search, il responsabile dell'ingegneria Lars Rasmussen ha detto "Siamo nel punto in cui vi è un grande binario, in cui si risolve un problema e magicamente se ne crea uno nuovo. Abbiamo gettato le basi per un nuovo paradigma; ora abbiamo bisogno di migliorare il sistema. Abbiamo anni e anni di lavoro da portare avanti.".
 
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?