Facebook una malattia, nel 2017 sparira'

 

La generazione Facebook potrebbe essere in procinto di finire entro il 2017 se le previsioni dei ricercatori dell'Università di Princeton sono corrette

Scritto da Simone Ziggiotto il 23/01/14 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2014

 

Facebook una malattia, nel 2017 sparira'

La generazione Facebook potrebbe essere in procinto di finire entro il 2017 se le previsioni dei ricercatori dell'Università di Princeton sono corrette.

Un nuovo studio prevede "un rapido declino dell'attività di Facebook nei prossimi anni". Lo studio, condotto da due ricercatori del Dipartimento di Meccanica e Ingegneria Aerospaziale di Princeton, paragona analogamente i social network ad una malattia che si diffonde rapidamente per poi scomparire.

Nel caso di Facebook (FB), i ricercatori hanno usato come metodo di confronto MySpace, la cui popolarità nei suoi primi anni era in rapida crescita, proprio come una malattia che è nel boom del suo attacco, e poi rapidamente inizia il declino. Questo comincerà quando il numero di nuovi utenti calerà. Lo studio rileva che Facebook sta "solo cominciando a mostrare l'inizio di una fase di abbandono" da parte degli utenti, che piano piano inizieranno ad usare sempre meno il social network. I ricercatori ritengono che la fase di declino accelererà al punto che Facebook potrebbe perdere l'80 per cento dei suoi utenti tra il 2015 e il 2017.

La relazione evidenzia anche le valutazioni troppo elevate per le aziende di social networking come Facebook e Twitter (TWTR), il cui valore è stato fissato la scorsa settimana a 140 miliardi di dollari e 35 miliardi di dollari, rispettivamente. Ancora una volta, ricordando il caso analogo di MySpace, i ricercatori sottolineano il fatto che News Corp ha acquistato MySpace per 580 milioni nel 2005 durante la sua rapida fase di crescita, per poi trovarsi a rivenderlo per soli 35 milioni di dollari nel 2011, quando ormai nessuno badava più al sito.

L'editorialista di Yahoo Finance Michael Santoli ha suggerito che Facebook potrebbe non essere una 'malattia' momentanea, ma è qui per rimanere, anche se un calo è inevitabile. "Credo che l'entusiasmo per Facebook piano piano svanirà, ma continuerà ad essere usato", ha detto Santoli. Ha anche paragonato il futuro di Facebook a prodotti come Windows e Outlook di Microsoft, e quindi il social network potrebbe diventare un mezzo di uso quotidiano per rimanere in contatto con amici e parenti e condividere con loro contenuti dal web.

Per lo studio, quindi, Facebook ha ancora un paio di anni di vita, passati i quali quasi nessuno lo userà più. Per l'editorialista, invece, Facebook subirà un calo, ma continuerà ad esistere. Voi che dite? Facebook nel 2017 non ci sarà più? Esprimete la vostra opinione nel box dei commenti qui sotto.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?