MWC 2014: Zuckerberg parla di WhatsApp e Internet.org

 

L'amministratore delegato Mark Zuckerberg è stato al centro di una conferenza stampa a Barcellona, in occasione del Mobile World Congress di Barcellona, dove ha parlato dello stato dello sviluppo della banda larga

Scritto da Simone Ziggiotto il 25/02/14 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2014

 

MWC 2014: Zuckerberg parla di WhatsApp e Internet.org

L'amministratore delegato Mark Zuckerberg è stato al centro di una conferenza stampa a Barcellona, in occasione del Mobile World Congress di Barcellona, dove ha parlato dello stato dello sviluppo della banda larga.

Fondata nell'agosto del 2013, Internet.org è una coalizione di aziende di tecnologia mobile, guidata da Facebook, che sta lavorando per portare Internet (e Facebook) ai 5 miliardi di persone o poco meno che non ancora accedono ad internet. Zuckerberg, nel corso di una intervista durante il keynote dal titolo "Effetto Facebook" condotta da David Kirkpatrick, ha spiegato la sua missione grandiosa con un po' più di dettagli rispetto a quanti già ne sapevamo.

Internet.org, ha detto Zuckerberg, è destinato ad essere un servizio che collegherà tutto il mondo attraverso una linea Internet, fornendo un insieme di servizi di base, quali messaggistica, meteo, prezzi, Wikipedia e Facebook (ovviamente) a chiunque, indipendentemente dal fatto che pagano per avere una connessione dati.

La parte più costosa di possedere uno smartphone non è il telefono, ma la connessione dati, Zuckerberg ha detto, aggiungendo che l'unico modo per vendere l'accesso a Internet a chi non ne ha mai avuto è quello di mostrare loro cosa si perdono.

Sebbene il progetto Internet.org è alquanto ambizioso e necessita di uno sforzo comune da parte di chi può (e ci riferiamo ai big del settore), Zuckerberg ha tenuto a precisare che i servizi di base di cui abbiamo riferito poco sopra sono semplicemente destinati ad essere "la rampa per Internet" o, in altre parole, sono un mezzo per far conoscere alle persone che ancora non hanno internet quali sono le potenzialità di questa tecnologia.

Il servizio base s cui Zuckerberg vuole fare principalmente affidamento è inevitabilmente il suo Facebook. Quindi, Zuckerberg lancia un messaggio agli operatori di telefonia mobile: consentire alle persone l'accesso a Facebook gratuitamente, e poi, solo chi interessato, può abbonarsi ad un piano internet per accedere al resto dei servizi. Il capo di Facebook ha fatto però capire che la sua idea non è una cosa redditizia sia per Facebook che per gli operatori.

Zuckerberg ha preso come esempio paesi come le Filippine e Paraguay, dove Facebook e Messenger sono forniti gratuitamente dai vettori locali Globe Telecom e Tigo, rispettivamente, come prova che la sua idea può essere applicata. "In Paraguay lavoriamo con Tigo, e abbiamo stimato che il numero di persone che utilizzeranno i dati e Internet crescerà del 50 per cento nel corso del partenariato", ha detto Zuckerberg. "Non voglio dire che abbiamo tutte le risposte su questo ancora, ma i primi risultati sono estremamente promettenti.".

Durante l'intervista al keynote, Zuckerberg ha ricordato il suo recente investimento di 19 miliardi di dollari nell'acquisto del servizio di messaggistica WhatsApp, che ha annunciato avere 465 milioni di utenti attivi mensili e introdurrà a breve la possibilità agli utenti di comunicare con la voce. "Io in realtà penso che, di per sé, [WhatsApp] vale più di 19 miliardi di dollari", ha detto Zuckerberg. "Per essere una parte di Facebook, faremo in modo che possano [il team di WhatsApp] concentrarsi per i prossimi cinque anni, o giù di lì, esclusivamente sul collegamento di sempre più persone". Egli ha anche ribadito che WhatsApp continuerà ad operare autonomamente e che Facebook non monetizzerà i messaggi e altri contenuti scambiati via WhatsApp.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?