Social Network, i post influenzano l'umore di chi legge

 

Il buon umore è contagioso anche via Facebook

Scritto da Simone Ziggiotto il 13/03/14 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2014

 

Social Network, i post influenzano l'umore di chi legge

Il buon umore è contagioso anche via Facebook. Se sei triste e lo scrivi spesso durante la giornata sui social network, potresti contagiare negativamente l'umore di chi ti legge.

Secondo lo studio pubblicato sulla rivista Plos One, gli aggiornamenti di stato o post positivi di un utente sui social network richiamano post positivi dei suoi amici. Lo stesso vale, anche se in misura minore, per l'umore negativo.

Condotto da James Fowler della University of California a San Diego, per lo studio è stato usato un software che ha scansionato oltre un miliardo di aggiornamenti di stato di oltre 100 milioni di individui rimasti anonimi, su un periodo di 1180 giorni dal 2009 al 2012.

Per essere certi che il test funzionasse, è stata osservata la capacità di contagio dell’umore cattivo provocato dalla pioggia, in quanto una giornata uggiosa influenza l'umore delle persone solitamente in maniera negativa.

I risultati mettono in mostra come in una giornata di pioggia il numero di post negativi cresce dell’1,16 per cento, riducendo al contempo il numero di post positivi dell’1,19 per cento.

Anche andando ad analizzare i post degli amici che risiedono in diverse città, dove magari la giornata è soleggiata ed escludendo pertanto la possibilità di contagio negativo per via dello stesso clima tra amici che risiedono nello stesso posto, il contagio avviene.

In parole più semplici, se una persona scrive un post malinconico a Roma perchè magari fuori piove ed il suo umore non è dei migliori, l'umore di un amico a Milano può, leggendo il post dell'amico, essere influenzato anche questo al negativo. Pertanto, i social network sono un mezzo attraverso cui l'umore delle persone può contagiare l'umore di altre persone, in positivo o in negativo a seconda dei casi.

Hanno fatto parte dello studio anche gli autori italiani Lorenzo Coviello e Massimo Franceschetti.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?