Twitter oscurato in Turchia dopo la minaccia del premier Erdogan, CEO di Twitter in Cina

 

La minaccia dal leader turco arriva dopo le accuse di corruzione condivise attraverso le reti sociali

Scritto da Simone Ziggiotto il 21/03/14 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2014

 

Twitter oscurato in Turchia dopo la minaccia del premier Erdogan, CEO di Twitter in Cina

La minaccia dal leader turco arriva dopo le accuse di corruzione condivise attraverso le reti sociali. A rischio anche Facebook e Youtube.

Twitter ha riferito di essere andato offline in Turchia nella giornata di Giovedi, poche ore dopo che il primo ministro del paese ha minacciato di "sopprimere" il social network dal paese in seguito alle accuse di corruzione diffuse attraverso le reti sociali.

"Faremo sopprimere Twitter. Non mi interessa quello che dice la comunità internazionale", ha detto il premier Recep Tayyip Erdogan durante un comizio elettorale nella provincia occidentale di Bursa. "Vedranno la forza della repubblica turca", ha aggiunto, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa AFP.

Twitter ha ricordato agli utenti in Turchia che hanno ancora la possibilità di inviare tweet tramite SMS: "Agli utenti turchi: è possibile inviare Tweets tramite SMS. Avea and Vodafone text START to 2444. Turkcell text START to 2555", recita il tweet inviato dall'account @policy.

Erdogan, il leader della Turchia dal 2003, è sotto pressione nelle ultime settimane, dopo che tramite i social network sono state condivise delle registrazioni audio che dovevano rimanere private, delle conversazioni tra Erdogan e suo figlio, Bilal, in cui i due uomini avrebbero discusso in dettaglio come nascondere ingenti somme di denaro. Erdogan ha denunciato le registrazioni come false e ha promesso un'azione legale contro il "vile attacco".

Twitter non è l'unico social network che potrebbe essere a rischio: Erdogan ha minacciato all'inizio di questo mese di far chiudere anche Facebook e YouTube, sostenendo che i social network sono stati abusati dai suoi nemici politici. "Non lasceremo questa nazione alla mercé di YouTube e Facebook", ha detto Erdogan in un'intervista all'inizio di questo mese per l'emittente turca ATV. "Prenderemo le misure necessarie nel modo più forte".

CEO di Twitter in Cina, trattativa per aprire Twitter

 
L'amministratore delegato di Twitter Dick Costolo si sta dirigendo a Shanghai per un tour della Cina, ma ci potrebbe essere qualcosa di più importante dietro questa sua visita, secondo le indiscrezioni.

Costolo incontrerà i funzionari governativi locali per un periodo di tre giorni, secondo quanto ha riferito Reuters. Secondo una nota ufficiale di Twitter, "Costolo si sta dirigendo in Cina" solamente per "conoscere meglio la cultura cinese", ma il fatto che il CEO incontrerà i funzionari del governo fa pensare che non sia solo come la società vuole farci credere.
Twitter è stato vietato in Cina dal 2009 ed è stato visto dal governo come un social network potenzialmente ostile e che viola il blocco che si impone sulla libertà di parola nel paese. Twitter non ha mai discusso tale divieto e, secondo Reuters, Costolo non è andato in Cina per chiedere direttamente la rimozione di tale divieto.
 
Eppure, è chiaro che la Cina sarebbe importante per la crescita di Twitter. Gli azionisti della società sono alla ricerca di una maggiore crescita dei ricavi, e generare cassa sul grande mercato cinese potrebbe essere un buon modo per farlo. Come Twitter potrebbe aggirare la censura in Cina di qualcosa che il Governo cinese ritiene "malsano" per il pubblico, tuttavia, resta da vedere. Da parte sua, Costolo ha detto in passato che non cambierebbe Twitter solo per soddisfare il governo cinese.
Vi terremo aggiornati sulla visita di Costolo in Cina non appena avremo maggiori informazioni.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?