Facebook, Zuckerberg guadagna 3,3 miliardi in stock options

 

Tra meno di due mesi, gli azionisti di Facebook si riuniranno per fare il punto della situazione per la gestione della piattaforma sociale, trattando argomenti che vanno dai contributi politici del social network alle pratiche pubblicitarie

Scritto da Simone Ziggiotto il 01/04/14 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2014

 

Facebook, Zuckerberg guadagna 3,3 miliardi in stock options

Tra meno di due mesi, gli azionisti di Facebook si riuniranno per fare il punto della situazione per la gestione della piattaforma sociale, trattando argomenti che vanno dai contributi politici del social network alle pratiche pubblicitarie.

Facebook terrà la sua seconda riunione annuale degli azionisti il 22 maggio presso il Sofitel San Francisco Bay, stando ad una dichiarazione di delega depositata Lunedi presso la Securities and Exchange Commission. Al raduno di quest'anno si tratteranno vari argomenti, oltre la nomina prevista di nuovi membri, e segnerà la prima volta che gli azionisti saranno in grado di mettere le proprie proposte al voto.

Facebook è quotata in Borsa dal 18 maggio 2012, e ha tenuto la sua prima riunione degli azionisti meno di un anno fa, lo scorso 11 giugno 2013. Sebbene le azioni del social network hanno avuto un passato di grande crisi, al momento le azioni vengono scambiate per 20 dollari ciascuna.

L'agenda 2014 comprende la votazione di varie proposte dai gruppi di soci che intendono porre l'attenzione per varie cause, come l'obesità infantile e l'uguale diritto di voto per tutti.

Separatamente, il NorthStar Asset Management sta chiedendo a Facebook di divulgare informazioni più specifiche riguardo i suoi contributi politici. Le spese di lobbying trimestrali di Facebook negli Stati Uniti sono in parte pubbliche, ma il gruppo chiede che la relazione finanziaria di Facebook, rilasciata su base trimestrale, renda più chiari "i contributi politici e fondi spesi per le campagne quando le spese non sono allineati con i valori aziendali definiti".

Un'altra proposta sarà per arrivare ad avere un piano di ricapitalizzazione delle quote degli azionisti. Attualmente, i titolari di titoli di classe B hanno a disposizione 10 voti per azione mentre i titolari di titoli di classe A hanno un voto per azione. L' idea alla base della proposta è di dare ad ogni azione un voto uguale, che darebbe lo stesso potere di voto tra i membri del consiglio e gli addetti ai lavori. Così com'è ora, il capo di Facebook Mark Zuckerberg detiene il 61,6 per cento dei voti, che gli dà sostanzialmente il controllo illimitato della sua azienda.

Si parlerà alla riunione anche di stipendi. Come precedentemente rivelato, Zuckerberg ha ridotto il suo stipendio a 1 dollari nel 2013, che sommato ad altri benefit porta ad un totale di 653mila euro, comunque meno rispetto agli 1,99 milioni del 2012. Zuckerberg ha potuto contare anche su 3,3 miliardi provenienti dall'esercizio di stock option del social network e dalla successiva vendita di titoli in una seconda fase di collocamento dei titoli a dicembre.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?