VKontakte, il Facebook russo, licenzia Pavel Durov, suo fondatore

 

Pavel Durov non è più il capo di Vkontakte, il più popolare social network in Russia, che fu da lui creato nel 2007: Durov, si 29 anni, ora non è più direttore capo del sito

Scritto da Simone Ziggiotto il 22/04/14 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2014

 

VKontakte, il Facebook russo, licenzia Pavel Durov, suo fondatore

Pavel Durov non è più il capo di Vkontakte, il più popolare social network in Russia, che fu da lui creato nel 2007: Durov, si 29 anni, ora non è più direttore capo del sito.

Il social network VKontakte, l'equivalente russo di Facebook, ha confermato le dimissioni del suo fondatore, Pavel Durov, tramite una nota sul sito della società.

La società ha detto che le dimissioni di Durov sono state concesse in base ad una legge russa che consente add un individuo di dimettersi dai suoi obblighi contrattuali dopo aver consegnato un preavviso di un mese, cosa che Durov ha fatto il 21 marzo. Un mese dopo l'avviso, ieri, 21 aprile, Durov non ha formalmente ritirato le sue dimissioni, quindi la società è stata costretta a licenziarlo.

"Da quando il periodo di un mese è passato e le sue dimissioni non sono state revocate, i poteri di Pavel Durov come direttore generale di VKontakte sono stati risolti", scrive la società. Il vice direttore generale Boris Dobrodeyev e il CEO Dmitry Sergeyev sono stati incaricati di guidare la società fino alla nomina di un nuovo capo.

Durov sostiene di essere venuto a conoscenza delle sue dimissioni dalla stampa, e non dal consiglio di amministrazione della società.

"E' interessante notare che gli azionisti non hanno avuto il coraggio di farlo direttamente", Durov ha scritto sulla sua pagina di VKontakte (VK), "di questo misterioso licenziamento ho avuto notizie dalla stampa". "Oggi VKontakte è stato trasferito sotto il pieno controllo di Igor Sechin e Alisher Usmanov" ha detto Durov.

L'imprenditore 29enne ha annunciato all'inizio di questo mese che aveva ritirato le sue dimissioni da amministratore delegato della società dopo aver dichiarato inizialmente che voleva lasciare il ruolo lo scorso 1 aprile. "Da quando sono venuto a conoscenza che le mie dimissioni in questo momento possono creare inutili rischi per la nostra azienda, ho intenzione di rimanere e servire come CEO", Durov aveva scritto in una lettera al consiglio, come citato da Forbes.

Nel messaggio di dimissioni, Durov ha detto che se ne stava andando perchè era diventato sempre più difficile "difendere quei principi che un tempo erano parte della base del nostro social network".

Il direttore esecutivo della società, Dmitry Sergeyev, ha detto in un comunicato Lunedi che, nonostante le affermazioni di Durov, l'imprenditore non ha ritirato formalmente le sue dimissioni. "Nonostante i commenti che seguirono le discussioni ... purtroppo non sono state ritirate", ha detto Sergeyev.

Nel mese di gennaio, Pavel Durov ha venduto la sua quota del 12 per cento in società. Questo ha scatenato le voci secondo cui stava progettando di lasciare l'incarico di amministratore delegato.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?