Twitter: Crescono le richieste dei governi per ottenere i dati

 

La popolarità di Twitter e la sua pecularità, hanno trasformato Twitter in uno dei canali preferiti da attivisti politici e dissidenti operativi in quei paesi dove la libertà di stampa è fortemente limitata cosi come è particolarmente sostenuta l'attività di censura

Scritto da Redazione il 03/08/14 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2014

 

Twitter: Crescono le richieste dei governi per ottenere i dati

La popolarità di Twitter e la sua pecularità, hanno trasformato Twitter in uno dei canali preferiti da attivisti politici e dissidenti operativi in quei paesi dove la libertà di stampa è fortemente limitata cosi come è particolarmente sostenuta l'attività di censura.

L'ultimo rapporto rilasciato da Twitter, evidenzia un boom di richieste da parte delle autorità per ottenere i dati relativi agli account sotto inchiesta. Queste richieste, riguardano inchieste giudiziarie, cause civili o interventi contro account fake. Ricorderete, per esempio, il recente caso di hackeraggio ai danni di alcuni account Twitter di esponendi del PD in lizza nelle ultime europee.

I dati indicano che nei primi 6 mesi del 2014, le richieste hanno toccato quota 2058, un aumento del 46% rispetto ai sei mesi precedenti., con richieste sono da 54 paesi diversi.

Il 61% delle richieste, riguarda la rimozione di contenuti, con Stati Uniti in testa con il 62%, seguita da Giappone e Arabia Saudita rispettivamente con 192 e 189 richieste.

In Europa, è il Regno Unito il più assiduo censore, con 78 richieste, seguite da Spagna, Francia e Grecia con 43, 36 e 16 richieste. L'Italia è ultima tra i paesi con il maggior numero di utenti, appena 10 le richieste avanzate dall'Italia.

Le pratiche relative ai diritti di copyright sono state invece 9199, in crescita del 38%.

Riguardo invece alle censure politiche, troviamo la Turchia in testa, con numerosi blocchi apportate al network, soprattutto in occasione delle proteste estese degli scorsi mesi.

Twitter, sempre piu' informazioni sugli utenti chieste dai governi
 
Twitter tra gennaio e giugno 2014 ha avuto un aumento del 46% delle richieste di informazioni degli utenti da parte dei governi nazionali.

Twitter ha pubblicato il suo nuovo rapporto di trasparenza rivelando i principali dati legati agli utenti richiesti dai vari governi nazionali al sito di microblogging. "La pubblicazione di oggi segna il nostro quinto Transparency Report." si legge sul blog di Twitter. 
 
In ogni caso, Twitter nel suo ultimo rapporto di trasparenza rivela un aumento del 46% di domande rispetto ai sei mesi precedenti. Tra gennaio e giugno 2014, Twitter ha ricevuto 2.058 richieste da parte di 54 Paesi: il 61% (1.257) dagli Usa, 192 dal Giappone, 189 dall'Arabia Saudita, 78 dal Regno Unito, 43 da Spagna, 36 da Francia, 16 da Grecia, 14 da Germania e 10 dall'Italia.
 
Durante lo stesso periodo, Twitter ha ricevuto 432 domande di rimuovere contenuti provenienti da 31 Paesi, con tre nuovi paesi che presentano richieste dal gennaio 2014. Inoltre, ricevute 9.199 richieste di rimozione di contenuti legate al copyright, in crescita del 38 per cento.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?