LinkedIn, multa per non aver pagato gli straordinari ai dipendenti

 

Linkedin è la migliore società americana per lavorare, ma per aver violato la legge federale sui salari l'azienda ha pagato gli straordinari dei lavoratori degli anni passati più una multa per un totale di 6 milioni di dollari

Scritto da Simone Ziggiotto il 11/08/14 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2014

 

LinkedIn, multa per non aver pagato gli straordinari ai dipendenti

Linkedin è la migliore società americana per lavorare, ma per aver violato la legge federale sui salari l'azienda ha pagato gli straordinari dei lavoratori degli anni passati più una multa per un totale di 6 milioni di dollari.

Linkedin è la migliore società americana per lavorare. La cultura che vige in ufficio e l'equilibrio che il posto di lavoro concede con la vita privata sono i due elementi discriminanti per promuovere o bocciare l'azienda di cui si è dipendenti. La top ten è dominata da società tecnologiche, come Facebook, Google o Apple, i cui dipendenti sono più propensi a rilasciare commenti positivi rispetto ai lavoratori di altri settori.

Non è tutto oro quel che luccia. A seguito di una indagine da parte del US Department of Labor, LinkedIn ha però dovuto pagare quasi 6 milioni di dollari a centinaia di suoi dipendenti attuali ed ex. Dall'inchiesta è emerso che il social network per i professionisti era in violazione del Fair Labor Act del paese, omettendo di registrare e pagare i dipendenti per tutte le ore che lavoravano ogni settimana. Sembra che alcuni dipendenti di LinkedIn stavano lavorando "fuori del tempo lavorativo" e non venivano pagati per gli straordinari, il che è illegale secondo la legge federale sui salari.

LinkedIn ha pagato più di 3,3 milioni di dollari di salari di straordinari passati e più di 2,5 milioni di dollari di danni ai 359 ex e attuali dipendenti che hanno lavorato negli uffici in California, Illinois, Nebraska e di New York.

Il Dipartimento del Lavoro ha lodato LinkedIn per aver accettato di pagare l'intero importo e l'adozione di misure per assicurarsi che le violazioni non si ripetano.

"Questa società ha dimostrato una grande integrità cooperando con gli investigatori e intensificando i controlli senza esitazione per contribuire a rendere la vita dei lavoratori migliore," ha detto David Weil del Dipartimento del lavoro in una dichiarazione. "Siamo particolarmente lieti che anche LinkedIn sia impegnata ad adottare misure positive e concrete per il futuro."

LinkedIn ha detto che era una priorità risolvere la situazione risolta e pagare i suoi lavoratori per tutto il tempo che hanno lavorato.

"Il talento è la priorità numero uno di LinkedIn, così naturalmente, eravamo ansiosi di lavorare a stretto contatto con il Dipartimento del Lavoro per rettificare rapidamente ed equamente questa situazione", ha detto un portavoce di LinkedIn a CNET.com.

I ricavi e i profitti nell'ultimo trimestre di LinkedIn hanno mostrato come l'azienda sta crescendo in tutti i segmenti della sua attività. Nel corso dell'ultimo anno, il social network sta lavorando per rafforzare molti dei suoi prodotti, in particolare le sue applicazioni mobili. Nel mese di aprile, LinkedIn ha annunciato che la sua base di utenti era passata a più di 300 milioni di persone in tutto il mondo.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?