iPad Mini, Nexus 7 e Kindle Fire HD: confronto prezzi e caratteristiche

 

Con la presentazione di Apple iPad Mini la sfida nel settore dei tablet a 7 pollici è più aperta che mai

Scritto da Maurizio Giaretta il 25/10/12 | Pubblicata in Tablet | Archivio 2012

 

Con la presentazione di Apple iPad Mini la sfida nel settore dei tablet a 7 pollici è più aperta che mai. Ognuno può scegliere il modello che più gli si addice. Le principali alternative sono Amazon Kindle Fire HD e Google Nexus 7.

Oggettivamente parlando, quali sono le differenze tra i tre modelli? Cercheremo di capirlo in questo articolo. Esoridiamo dicendo che solamente l'iPad consente di sfruttare la rete cellulare, nella versione WiFi + 4G. Quest'ultima, tuttavia, è decisamente più costosa della concorrenza.

Partiamo proprio dal prezzo, considerando esclusivamente le versioni Wi-Fi. Nexus 7 16 GB è acquistabile a 249 euro. Kindle Fire HD 16 GB e 32 GB costa rispettivamente 199 e 249 euro. iPad mini con 16, 32 e 64 GB (in vendita dal 2 Novembre) costa rispettivamente 329, 429 e 529 euro.

Da questo punto di partenza, dovremmo aspettarci che iPad Mini abbia le caratteristiche migliori. Specifiche tecniche alla mano, notiamo che non è proprio sempre così. Il grafico successivo riepiloga le differenze principali e può essere visto in dettaglio consultando questa pagina.

Tra i tre è proprio iPad ad avere lo schermo con risoluzione inferiore. Il pannello, inoltre, è il 35% più spazioso rispetto agli altri due modelli e ciò significa che la densità di pixel per pollice è decisamente inferiore: 163 ppi contro i 216 della concorrenza. I materiali comunque gli consentono di essere il più leggero: 308 grammi contro i 340 di Nexus 7 e i 395 di Kindle Fire.

Nexus 7 spicca sui tre per la presenza del processore 4-plus-1 core Nvidia Tegra 3 con GPU GeForce a 12 core. Gli altri due si basano su CPU dual core: OMAP 4460 a 2x1,2 GHz (dual core), GPU Imagination PowerVR 3D per il modello Amazon e Apple A6X A5 per l'altro. Inoltre il tablet Google è l'unico a disporre di connettività NFC.

L'elemento hardware sul quale iPad Mini può contare è la fotocamera iSight posteriore a 5 Megapixel con registrazione video Full HD. Gli altri due tablet non hanno la fotocamera posteriore. Tutti e tre hanno una videocamera frontale per la registrazione di video HD.

Infine il software a disposizione di iPad Mini è iOS 6. Nexus 7 si basa su Android 4.1 Jelly Bean, mentre Kindle Fire sfruta una versione modificata basata su Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

Ora che sapete - quasi - tutto, qual è secondo voi il tablet migliore?
 

APPLE IPAD MINI VS GOOGLE NEXUS 7


 
Google ha eliminato la versione di Nexus 7 con 8 GB di memoria (che in Italia non era in vendita). Allo stesso prezzo di 199 dollari si può acquistare quella con 16 GB - ricordiamo che la memoria non è espandibile con schede esterne - , mentre al posto di quest'ultima è subentrata la versione con 32 GB. Inoltre è stata introdotta la rete cellulare, presente solo nel modello 32 GB.
Le specifiche tecniche rimangono le medesime di quelle che avevamo preso in considerazione dieci giorni fa. Ricordiamo, in sintesi, che Nexus 7 ha dalla sua il processore "4 core plus 1" e lo schermo in alta definizione, mentre iPad può contare sulla doppia fotocamera e su un insieme di materiali che lo rendono più leggero.

KINDLE FIRE HD

Kindle Fire HD rimane la tavoletta a 7 pollici più economica tra le tre. Tuttavia, considerato l'ampliamento della memoria interna senza incrementi di prezzo di Nexus 7, il margine si è assottigilato. Fire HD rimane, inoltre, l'unico a non fornire una versione con rete cellulare.

CONFRONTO PREZZI
Considerata la revisione delle specifiche tecniche della linea Nexus 7, ci accorgiamo che i prezzi di iPad Mini sono decisamente superiori.
 

 

Come leggiamo nella tabella, la versione 32GB+rete cellulare di Nexus 7 costa 30 euro in meno rispetto a quella 16GB "WiFi only" di iPad Mini. Il divario tra le versioni 30GB con rete cellulare è ancora più netto, in quanto iPad Mini costa ben 230 euro in più di Nexus 7. O, vedendola in un altro modo, con l'importo risparmiato si potrebbe acquistare un Kindle Fire HD 16GB.

Drop Test di iPad Mini e Nexus 7

 
Come al solito non possono mancare gli insoliti video di "drop test", nei quali vengono fatti cadere a terra i dispositivi hi-tech solo per vedere se si rompono o meno. Questa volta è toccato a Apple iPad Mini e al rivale Google Nexus 7 subire questo speciale trattamento.
 
Il tablet che si è comportato meglio è stato iPad Mini, che nonostante le misure e il peso inferiori, si rompe con maggiore difficoltà rispetto al rivale Android.
Nel primo drop test, fatto dalla redazione di Android Authority, i due dispositivi sono stati fatti cadere con tre orientamenti (sopra, sotto e di lato) e dalla medesima altezza. La prima caduta è già fatale per Nexus 7, mentre per il rivale bisogna aspettare fino alla seconda.
 

 
Nel secondo video realizzato da SquareTrade, nel quale si confronta anche iPad 3, i tablet vengono fatti cadere in maniera più precisa, con l'ausilio di un macchinario. Durante la prima caduta gli schermi di Nexus e iPad 3 si fratturano, mentre iPad Mini conferma di essere più resistente (sebbene si rompa nella seconda caduta).
 
Ciò che si evince dai video che vi mostriamo è che stiamo parlando di oggetti estremamente delicati, per i quali è consigliabile l'acquisto di una protezione morbida. Solo così si può fare per evitare che un attimo di distrazione costi i 2-300 euro (o più) di danni.
 

Video: iPad mini, Nexus 7 e Kindle Fire HD triturati

 
Continuano i test assurdi, ma veramente assurdi, come da tradizione della società Blendtec: l'amministratore delegato Tom Dickson ha sottoposto al suo frullatore questa volta non due ma ben tre dispositivi, tre tablet molto richiesti sul mercato in queste settimane.
 
Tom Dickson ha messo alla prova non solo il nuovo iPad mini di Apple, ma anche il Google Nexus 7 così come il Kindle Fire HD di Amazon. Non importa quanti dispositivi finiscono questa volta per essere frullati, il risultato è sempre lo stesso: una poltiglia di componenti hardware triturati.
 
Tom Dickson
 
Ma per entrare nel frullatore i dispositivi devono essere prima distrutti a mano: il primo a fare la brutta fine è il Google Nexus 7, seguito dal Kindle Fire HD per terminare con il Mini iPad. E poi, tutti insieme in centrifuga. Buon divertimento!
 

Tom Dickson frulla iPad mini, Nexus 7, Kindle Fire HD


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?