Ransomware: Il pizzo arriva in rete, scoperta truffa su Internet

 

Ormai da diversi mesi, un virus conosciuto con il nome di Ransomware colpisce i computer di tutto il mondo in un modo alquanto singolare

Scritto da Redazione il 30/04/11 | Pubblicata in Wifi | Archivio 2011

 
Ormai da diversi mesi, un virus conosciuto con il nome di Ransomware colpisce i computer di tutto il mondo in un modo alquanto singolare.

Diversamente dai tradizionali virus che tendono a bloccare un computer, Ransomware si installa simulando un finto antivirus che ad ogni azione, simula la rilevazione di virus o altro, avvertendo cosi l'utente di problemi inesistenti.

Fin qui niente di speciale, se non fosse che lo stesso virus avvia un finto tool di rimozione che suggerisce di chiamare il numero 899 021 233 (nel formato italiano) ad un costo di 1,75 euro al minuto, per ottenere informazioni per la rimozione dello stesso.

Un finto avviso di Windows, variante di Ransomware

Chiamando questo numero, si ottiene un codice di "sblocco" che consente di disintallare il virus e liberare quindi il computer.

Un vero e proprio pizzo telematico, dove il computer viene sequestrato telematicamente e viene richiesto un riscatto vero e proprio per tornarne in possesso.

Il Cnaipic (Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche) ha già iniziato le indagini per scoprire chi si cela dietro a questa truffa mentre il numero 899 021 233 è stato già inibito.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?