Internet: Onu ribadisce diritto fondamentale, domani test IPV6

 

Giornata importante per la rete Web

Scritto da Redazione il 07/06/11 | Pubblicata in Wifi | Archivio 2011

 
Giornata importante per la rete Web.

Le Nazioni Unite hanno condannato le leggi sul Copyright in vigore in Francia e Gran Bretagna, che consentono di isolare e disconnettere gli utenti in nome della protezione dei diritti d'autore, in netta violazione dell’articolo 19 della Convenzione Internazionale sui Diritti Civili e Politici.

L'Onu ha ribadito come Internet sia un diritto fondamentale dell'uomo e come tale andrebbe preservato. Recentemente, l'Egitto è stato multato di 30 milioni di dollari per aver spento temporaneamente l'accesso a Internet a milioni di utenti, con lo scopo di evitare la diffusioni di notizie relative ai disordini in corso nel paese.

Intanto domani inizieranno i test per la migrazione al protoccolo IPV 6, che manderà presto in pensione il vecchio procollo IPV 4. Nel primo periodo si prevede che i due protocolli coesisteranno mentre successivamente verrà eliminato il vecchio sistema, che potrebbe però sopravvivere nelle reti tecnologicamente meno sviluppate, con il rischio di avere due reti separate e impossibilitate a comunicare tra di loro. (Link: IPV 6 Day, in inglese)
Ipv6 Day

Cos'è il procollo IPV?

I domini internet sono come degli indirizzi stradali, raggiungibili mediante una combinazione numerica, ovvero gli IP, composta nel procollo IPV 4 da 4 blocchi di numeri compresi tra 0 e 256. La traduzione numero => dominio viene svolta da una combinazione di strumentazione tecnica, che consente a noi utenti di scrivere pianetacellulare.it e arrivare qui, senza doverci preoccupare di sapere dove si trova esattamente.

Ogni singolo device connesso in rete necessita di 1 indirizzo IP: occupate 1 IP adesso che siete online e ne occupate probabilmente un secondo se avete uno smartphone connesso in rete.

Come intuibile facilmente, miliardi di dispositivi connessi in rete, server, datacenter e siti web hanno fatto presto a terminare tutti gli indirizzi disponibili.

Per averne altri, Internet cambia protocollo, passando al sistema IPV 6, che prevede 8 gruppi di 4 cifre esadecimali.

Ecco un esempio
IPV4 198.246.200.197
IPV6 2001:0db8:85a3:08d3:1319:8a2e:0370:7344

La nuova combinazione porta centinaia di miliardi di IP disponibili, rendendoli di fatto praticamente illimitati.

Nota: La spiegazione è stata volutamente semplificata evitando di entrare nei complicati meccanismi tecnici alla base del funzionamento della rete.
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?