Huawei e Alvarion aderiscono WiMAX Open Patent Alliance

 

Confermando il proprio impegno verso il miglioramento della tecnologia Mobile WiMAX wireless a banda larga, Alvarion e Huawei Technologies hanno aderito alla Open Patent Alliance (OPA), un’alleanza aperta sui brevetti

Scritto da Redazione il 16/02/09 | Pubblicata in Wimax | Archivio 2009

 
Confermando il proprio impegno verso il miglioramento della tecnologia Mobile WiMAX wireless a banda larga, Alvarion e Huawei Technologies hanno aderito alla Open Patent Alliance (OPA), un’alleanza aperta sui brevetti.

Il gruppo è stato costituito nel giugno 2008 da membri dell’ecosistema WiMAX e l’adesione dei due operatori leader delle reti mobili contribuirà in modo significativo all’obiettivo dell’OPA di fornire una soluzione per i diritti di proprietà intellettuale allo scopo di sostenere ulteriormente lo sviluppo e l'adozione di WiMAX a livello mondiale.

Alvarion e Huawei si affiancano agli altri membri dell’OPA: Alcatel-Lucent, Cisco, Clearwire, Intel Corporation e Samsung Electronics, estendendo così un ecosistema che offre una scelta più ampia, costi competitivi per apparecchiature e servizi per la tecnologia WiMAX, dispositivi e applicazioni distribuiti a livello globale.

Per raggiungere queste condizioni, uno degli obiettivi chiave dell’OPA è la creazione di un pool di brevetti WiMAX per riunire i diritti di brevetto necessari all'implementazione dello standard WiMAX.

Come conseguenza di questa iniziativa, i diritti relativi a WiMAX e le royalty associate saranno più prevedibili, trasparenti ed economici. Inoltre, l’OPA può agire come fornitore unico al quale le aziende produttrici di soluzioni WiMAX possono rivolgersi per ottenere i brevetti in modo più semplice ed efficiente grazie a una struttura di royalty più competitiva che addebita solo le funzionalità richieste per lo sviluppo di prodotti WiMAX.

Quali membri dell’OPA, Huawei e Alvarion nomineranno i rispettivi rappresentati per il consiglio direttivo dell'alleanza. Le aziende contribuiranno a promuovere e ad incoraggiare i titolari di brevetti WiMAX a partecipare al pool e informeranno l’ecosistema WiMAX sugli aspetti che riguardano i diritti di proprietà intellettuale.

Huawei: dimostrazione di rete LTE da 600Mbs

 
HuaweiDopo il gran parlare della tecnologia LTE, ecco finalmente una dimostrazione delle effettive possibilità della tecnologia 4G.

Qui a Barcellona al Mobile World Congress 2010, Huawei ha presentato e mostrato al pubblico il funzionamento di una rete LTE arrivando a fornire una copertura da 600 Mb/s, pari a 4.8 Gbps, realizzando cosi un nuovo record di velocità.

La capacità di questa rete consentirebbe ad una persona di visualizzare sul proprio cellulare un DVD da 4 GB in meno di un minuto

Merito di questa straordinaria velocità, non solo l'architettura di rete 4G, ma l'utilizzo di sistemi di gestione dati che consentono di suddividere lo spettro di rete in tanti canali e veicolare cosi molto più traffico in contemporanea.

Si tratta comunque di un test in zona limitata, e sicuramente su larga scala non potremo mai, almeno per ora, navigazione a tale velocità ma resta comunque un ottimo avvio della nuova tecnologia.

Alvarion, fornitore mondiale di soluzioni WiMAX e wireless a banda larga, e Huawei hanno aderito alla Open Patent Alliance (OPA), un’alleanza aperta sui brevetti. L’adesione al gruppo di questi due operatori contribuirà in modo significativo all’obiettivo dell’OPA di fornire una soluzione per i diritti di proprietà intellettuale allo scopo di sostenere ulteriormente lo sviluppo e l'adozione di WiMAX a livello mondiale.
 
Alvarion e Huawei si affiancano agli altri membri dell’OPA: Alcatel-LucentCiscoClearwireIntel Corporation e Samsung Electronics, estendendo così un ecosistema che offre una scelta più ampia, costi competitivi per apparecchiature e servizi per la tecnologia WiMAX, dispositivi e applicazioni distribuiti a livello globale.
Quali membri dell’OPA, Huawei e Alvarion nomineranno i rispettivi rappresentati per il consiglio direttivo dell'alleanza. Le aziende contribuiranno a promuovere e ad incoraggiare i titolari di brevetti WiMAX a partecipare al pool e informeranno l’ecosistema WiMAX sugli aspetti che riguardano i diritti di proprietà intellettuale.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?