Apple, Tim Cook: niente iPhone con schermo piu' grande

 

Se si sta aspettando la fine dell'Estate per assistere all'introduzione della nuova generazione di iPhone con schermo più grande, si rimarrà delusi

Scritto da Maurizio Giaretta il 25/04/13 | Pubblicata in iPhone | Archivio 2013

 

Se si sta aspettando la fine dell'Estate per assistere all'introduzione della nuova generazione di iPhone con schermo più grande, si rimarrà delusi. Durante la presentazione dei risultati trimestrali, infatti, il CEO di Apple Tim Cook ha fatto sapere che per il momento non c'è l'intenzione di realizzare alcun iPhone con schermo Retina diverso da quello attuale.

Interrogato da un giornalista sul 'quando' si sarebbe potuto vedere un iPhone con pannello a 5 pollici (in linea con quello dei modelli Android più noti del momento come Samsung Galaxy S4 e Sony Xperia Z), Cook si è espresso in termini generali sulla necessità di realizzare un telefonino con lo schermo più grande di quello a 4 pollici ora presente su iPhone 5.

"iPhone 5 ha il miglior schermo nel settore della telefonia mobile"

Innanzitutto è partito dal presupposto che iPhone 5 "ha il miglior schermo nel settore della telefonia mobile", facendo notare che i punti veramente importanti al giorno d'oggi sono "la risoluzione, la qualità dei colori, la brillantezza, il riflesso, la longevità delle componenti, il consumo di batteria, la portabilità, la compatibilità con le applicazioni".

Per un pannello più grande bisognerebbe riprendere in considerazione tutti questi aspetti, che evidentemente sugli iPhone attuali hanno trovato un baricentro perfetto e difficilmente ripetibile. In virtù di queste considerazioni, senza escludere del tutto questa possibilità Cook ha affermato che preferisce non barattare tutto questo per avere uno schermo più grande.

E' stata lanciata poi una frecciatina ai concorrenti (Samsung in primis), che "il baratto l'ha fatto".

Gli sviluppatori saranno dunque contenti di non dover pensare a ottimizzare le loro applicazioni per un nuovo formato di schermo. Siccome il passaggio dai 3,5 pollici (presenti su tutti i modelli fino a iPhone 4S) ai 4 è stato fatto appena qualche mese fa, probabilmente non si vogliono forzare i tempi per il passaggio a uno schermo ancora più grande.

Nel frattempo la concorrenza Android ringrazia.

Fotogallery

Dagli ultimi risultati trimestrali sono emersi dati contrastanti. Sono andate molto bene le vendite della linea iPad, che cresce di un sostenuto 65% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (19,5 milioni di unità contro 11,8). Di pari passo non sono andati i ricavi, visto l'abbassamento del prezzo medio di vendita derivato dall'introduzione di iPad Mini.

iPhone invece registra una crescita più moderata rispetto a quella che Apple ci aveva abituati negli ultimi anni. Sono stati 37,04 milioni i telefonini venduti in questo trimestre (il conteggio comprende anche le versioni antecedenti a iPhone 5), al cospetto dei 35,1 milioni dell'anno scorso. La crescita dunque è del 7%, probabilmente sintomo del fatto che il mercato iPhone sta cominciando a essere saturo.

La quantità di Mac venduti è in leggera flessione (3,95 milioni al cospetto dei 4 dello scorso anno), tuttavia il prezzo sostenuto dei modelli ha consentito di registrare un aumento dei ricavi contenuto, pari al 2%. La linea iPod continua invece il lento declino e passa dalle 7,7 milioni di unità vendute nel Q2 2012 alle 5,6 di quest'anno.

In generale i profitti sono calati per la prima volta in dieci anni.  La Mela ha fatto segnare un utile di 9,5 miliardi di dollari su 43,6 miliardi di ricavi. Nello stesso periodo del 2012 l'utile era stato di 11,6 miliardi su 39,2 miliardi di ricavi. Il calo rispetto al trimestre natalizio (13,1 miliardi di utile e 54,5 miliardi di ricavi) invece è un dato fisiologico per una società del genere.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?