Apple, Tim Cook: se non innoviamo, finiremo come Nokia

 

Tim Cook ha affermato che se Apple non continuerà a innovare avrà il futuro segnato

Scritto da Maurizio Giaretta il 20/09/13 | Pubblicata in iPhone | Archivio 2013

 

Tim Cook ha affermato che se Apple non continuerà a innovare avrà il futuro segnato. Finirà come Nokia, che pochi anni fa era la numero uno e che ora è solo un'inseguitrice.

Il ragionamento del Chief Executive Officer della società di Cupertino, espresso in un'intervista a Bloomberg Businessweek pubblicata giovedì, è senza ombra di dubbio giusto. Chi si siede sugli allori nel settore della telefonia mobile è prossimo al declino. Il passato insegna.

A cavallo tra gli anni '90 e il 2000, grazie al successo della schiera di telefonini Symbian la rivale finlandese era nettamente prima davanti a tutti. Ma poi ha cominciato a perdere terreno, in special modo dopo la diffusione dei primi smartphones avvenuta dal 2007 con iPhone. La situazione non sarebbe ancora stata irrimediabile, ma nell'abbandono dei 'vecchi' cellulari è stato impiegato troppo tempo. Così nel 2012 Samsung ha compiuto il sorpasso diventando il primo venditore di telefoni (cellulari e smartphones) al mondo.

Approfondimento: "Tim Cook: Apple scommette sui sensori biometrici"

Apple fa tesoro dell'insegnamento e per il futuro promette di puntare dritta verso l'innovazione. "Penso che Nokia sia un esempio per tutti coloro che trattano d'affari che bisogna continuare a innovare perchè se non lo si fa è la fine", ha affermato Cook.

Ma non è facile innovare nella direzione giusta. Se si impiegano troppe energie su un prodotto o su un servizio sbagliato, si possono subire dei contraccolpi. Ora infatti sembra che l'intenzione sia quella di puntare su iWatch. Quella degli smartwatch è una categoria ancora nuova, così come lo è quella degli 'smartglass' alla quale sta lavorando Google. Entrambe possono essere degli enormi successi o dei sontuosi fallimenti. Il confine è molto sottile.

Per capire se sia stato imboccato il sentiero propizio, "bisogna chiedersi 'sto facendo le cose giuste?'", spiega Cook, che poi prosegue: "Ed è questo a cui penso, invece di lasciare agli altri o al mercato decidere come mi dovrei sentire".

Craig Federighi, capo della divisione software, ha sottolineato che realizzare un prodotto nuovo è facile. Quello che è veramente difficile è farlo nel modo giusto.

CONTINUA...

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?