Recensione OnePlus 7T Pro, tanta potenza quanta eleganza

Recensione OnePlus 7T Pro, tanta potenza quanta eleganza

OnePlus 7T Pro è ufficiale ed a breve sarà disponibile all'acquisto ma in anteprima abbiamo messo le mani sul dispositivo che oggi vi raccontiamo nella nostra recensione.

 

Scritto da , il 10/10/19

 

Seguici su

 
 

OnePlus 7T Pro è finalmente ufficiale, lo stiamo testando sotto embargo da circa una settimana ed oggi siamo pronti a raccontarvi come va, cosa cambia e soprattutto se vale la pena acquistarlo nella nostra recensione completa!

Iniziamo dalla confezione di vendita che cambia nell’aspetto, insolita in questo formato allungato e piacevole al tatto in quanto ha una finitura quasi satinata.

All’interno della stessa troviamo il nostro Smartphone, manuali guida, spilla per estrarre il vano Sim, adesivi con logo dell’azienda, una lettera di ringraziamento del CEO, una cover trasparente in silicone ed il nuovo alimentatore da parete per la ricarica Warp Charge che in questo caso diventa ancora più rapida, ma ne parleremo in seguito. 

Prima di continuare vi segnaliamo che tramite questo link è possibile ricevere un buono da 10 euro spendibile in accessori sullo store ufficiale di OnePlus, buono valido con l'acquisto di qualsiasi modello.

Leggi anche:
 
OnePlus 7T Pro
OnePlus 7T Pro
 

Esteticamente è praticamente identico al OnePlus 7 Pro fatta eccezione per due dettagli, il primo riguarda l’unica colorazione pensata per questo prodotto e denominata Haze Blue che viene realizzata tramite un lungo processo di lavorazione e riporta sulla scocca un Blu con sfumature differenti in base alla luce riflessa, il secondo riguarda il laser per la messa a fuoco rapida spostato fuori dal modulo delle fotocamere.

Il design è assolutamente riuscito, è impossibile non dire che questo è un pezzo di design sia per le sue forme che per il display completamente senza cornici e ricurvo nei lati.

I materiali adottati sono di ottima qualità e troviamo infatti vetro Gorilla Glass 5 3D davanti e dietro ma anche alluminio per la scocca, perfetta la costruzione ma non sicuramente agevolato il grip viste le generose dimensioni, l’utilizzo con una sola mano è impossibile ed il peso di 206 grammi, seppure ben bilanciato, si fa sentire.

Il display rimane lo stesso di OnePlus 7 Pro e quindi troviamo un pannello da 6,67 pollici Fluid AMOLED con risoluzione QHD Plus e quindi di 3120 x 1440 pixel che diventano 516 ppi, non manca ovviamente il refresh rate di 90 Hz, che potete anche disattivare per tornare ai classici 60 Hz.

Un display ottimo sotto tutti gli aspetti, basterebbe dire solamente questo per commentarlo in quanto ha dei colori ben accentuati e contrastati, si vede bene in esterno anche sotto la luce diretta del sole, la risoluzione è altissima e non manca la certificazione HDR mentre l’aspect ratio è di 19.5:9.

Discorso diverso parlando di praticità, se da una parte lo schermo con i bordi curvi è bello da vedere dall’altra è meno pratico da usare.

Nelle impostazioni dedicate allo schermo c’è tutto quello che può servirvi e quindi per esempio la calibrazione dei colori, la selezione della risoluzione che si può anche impostare in automatica per ottimizzare i consumi, la frequenza di aggiornamento, la modalità Notte o di lettura per filtrare la luce Blu dannosa per i nostri occhi, l’ottimizzazione video ed il Display Always On personalizzabile nell’aspetto. 

 
OnePlus 7T Pro
OnePlus 7T Pro
 
Leggi anche:

Solitamente facciamo un discorso lungo ed articolato quando passiamo al comparto Hardware ma con OnePlus non serve, ogni volta l’azienda prende il meglio che il mercato offre, lo integra nel suo ultimo modello e lo ottimizza per spingerlo al massimo ed anche qui non è stata fatta eccezione.

Internamente troviamo il nuovo processore Qualcomm Snapdragon 855+ Octa Core da 2,96 Ghz con architettura a 7 nm, GPU Adreno 640 ed un’unica configurazione di memoria che prevede 8 GB di RAM LPDDR4X con 256 GB di memoria interna non espandibile e di tipo UFS 3.0 a doppio canale.

Lo Smartphone letteralmente VOLA, voi gli chiedete di aprire un’applicazione e lui l’ha già fatto prima di staccare il dito dallo schermo, scrollate una pagina e riceverete una fluidità pazzesca data anche dai 90 Hz, aprite un gioco oppure un’applicazione pesante e si caricherà in maniera velocissima girando poi sempre al massimo del dettaglio senza rallentamenti o intoppi ma soprattutto senza mai scaldare la scocca troppo, si ha sempre la sensazione che in nessun modo possa andare in crisi, pazzesco.

Riallacciandoci per un momento al discorso gaming abbiamo apprezzato le funzionalità software integrate che si attivano appena aprite un gioco e vi permettono di avere un boost per le prestazioni, che non vi servirà mai, oppure di impostare il comportamento dello Smartphone in caso di ricezione di chiamate o notifiche per nasconderle, rispondere automaticamente oppure vedere per esempio queste ultime senza un banner invasivo ma con una riga a contrasto.

 
OnePlus 7T Pro
OnePlus 7T Pro
 

Molto interessante anche il comparto audio che prevede un doppio speaker stereo ottimizzato Dolby Atmos, l’audio è davvero ottimo sia in chiamata che per la parte multimediale, manca il jack da 3,5 millimetri ma c’è il Bluetooth 5 con supporto ad aptx ed aptxHD quindi ottime le prestazioni.

Altre due cose che abbiamo apprezzato sono il lettore delle impronte digitali sotto al vetro davvero fulmineo nella lettura (migliorato l’algoritmo) e di cui tra l’altro possiamo personalizzare l’animazione di sblocco ed il feedback haptico della vibrazione che risulta più armonioso e meno invasivo della tradizionale tecnologia.

La batteria è da 4085 mAh con ricarica rapida Warpe Charge 30T che raggiunge i 30W a 5V con ben 6Ah, cosa significa? Velocità di ricarica aumentata del 23 percento rispetto alla precedente versione, lo Smartphone si carica dallo 0 al 100 percento in poco più di un’ora mentre lo sprint iniziale in 30 minuti è del 60 percento, tutto questo mantenendo la scocca a temperature normali.

L’autonomia non ci aveva convinto a pieno nelle prime versioni software di OnePlus 7 Pro ma qui, forse per l’integrazione della nuova versione di Android e forse per il nuovo processore, il salto in avanti c’è stato, nei nostri giorni di test siamo sempre riusciti ad arrivare a sera con utilizzi molto intensi, gaming e doppia Sim toccando le 5 ore di display attivo, con utilizzi meno stressanti si fanno anche due giorni in quanto in standby il consumo è irrisorio.

Assente ancora una volta la ricarica senza fili, peccato perchè è una tecnologia sempre più in via di espansione.

 
OnePlus 7T Pro
OnePlus 7T Pro
 
Leggi anche:

Identica la camera anteriore da 16 megapixel, è una Sony IMX471 con stabilizzatore elettronico in grado di registrare video in Full HD a 30 fps, la qualità è buona, non mancano funzioni dedicate all’effetto ritratto ed ovviamente viene integrata in un modulo elettronico a scomparsa utilizzabile anche per lo sblocco con il riconoscimento del volto 2D, il movimento è rapido ma anche duraturo e sicuro in quanto previene le cadute come nel precedente modello.

Anche sul retro nessuna novità hardware e quindi sensore principale Sony IMX586 da 48 megapixel composto da 7 lenti stabilizzato sia otticamente che elettronicamente, secondo sensore Zoom 3X senza perdita di dettaglio da 8 megapixel con stabilizzatore ottico ed apertura f/2.4 e terzo sensore da 16 megapixel grandangolare a 117 gradi.

Se sulla carta nulla cambia in realtà troviamo novità importanti nell’integrazione del software come per esempio la nuova modalità Macro attivabile dal tasto dedicato che ci permette di scattare con tutte e tre le fotocamere (una scelta) fino a 2,5 centimetri di distanza dal soggetto, oppure ancora viene migliorato l’algoritmo che permette allo Smartphone di gestire in maniera superiore le scene di controluce, viene migliorata la modalità notte e viene integrata la possibilità di scattare fotografie con effetto ritratto scegliendo tra la camera standard o quella Zoom.

Lo Smartphone si adatta perfettamente ad ogni scena, cattura fotografie con dettaglio molto elevato e mantiene sempre dei colori naturali ma accesi al punto giusto, il tutto si combina alla perfezione con la parte software semplice da sfruttare ma anche ricca di funzioni interessanti come la modalità Pro oppure quella di Slow Motion che arriva a 960 fps in HD.

Le novità decantate sulla carta si notano poi al momento dello scatto sia per gestione dell’HDR ma soprattutto negli scatti in modalità notte che risultano più nitidi, meno rumorosi e più illuminati, tra l’altro questa modalità viene ora anche estesa per la fotocamera grandangolare.

Anche i video vengono arricchiti di novità, per esempio si possono registrare video con la fotocamera grandangolare, e viene integrata la modalità Ibrida di stabilizzazione denominata HIS che sfrutta lo stabilizzatore ottico e quello digitale.

Il risultato è quello di video nettamente più stabili, la qualità generale è ottima e raggiunge il 4K a 60 fps.

Curiosi di vedere come scatta le foto lo Smartphone? Al seguente indirizzo l’intera galleria di test scattata con il prodotto a risoluzione originale mentre nella recensione video a fine articolo il filmato di test.

 
OnePlus 7T Pro
OnePlus 7T Pro
 

Ma parliamo di connettività in quanto questo è pur sempre uno Smartphone, qui troviamo il supporto alla doppia Sim con rete LTE Plus davvero rapida e stabile nel segnale, mai siamo rimasti senza la possibilità di navigare o telefonare ed anche nei punti più critici dove altri si sono arresi abbiamo sempre riscontrato un minimo di ricezione.

C’è il GPS con Glonass fulmineo nell’aggancio, non manca l’NFC ed il Wi-Fi Dual Band.

 
OnePlus 7T Pro
OnePlus 7T Pro
 

Novità importante nel software, questo prodotto arriva direttamente con Android 10 ed Oxygen OS 10.0, OnePlus ha comunque già aggiornato anche OnePlus 7 e 7T a questa versione di Android quindi parlando di supporto potete stare tranquilli.

Le differenze estetiche non sono molte e si restringono al tema personalizzabile dei menu, alla tendina notifiche ed alle nuove gesture a cui comunque si fa subito l’abitudine.

Le novità di Android 10 stanno tutte sotto al cofano ed anche se non si vedono sono molte, c’è una gestione più profonda di notifiche e permessi (il GPS per esempio può essere utilizzato da un’app sempre o solo in esecuzione), viene migliorato il tema scuro, abbiamo la possibilità di condividere la password wi-fi tramite QR Code, ci sono nuove animazioni ma anche l’integrazione del benessere digitale per capire quanto e come utilizziamo lo Smartphone con possibilità di impostarci dei limiti.

Anche la modalità Zen viene aggiornata permettendoci ora di scegliere l’intervallo di tempo in cui disattivare tutte le funzioni dello Smartphone.

Insomma visivamente poche novità ma la Oxygen OS 10 porta oltre 370 migliorie rispetto alla precedente versione.
 
OnePlus 7T Pro
OnePlus 7T Pro
 

E arriviamo alla nota dolente, quanto costa? OnePlus 7T Pro viene reso disponibile dal 17 ottobre al prezzo di 759 con 8GB RAM e 256GB storage mentre OnePlus 7T Pro McLaren Edition viene proposto dal 5 novembre al prezzo di 859 con 12GB RAM e 256GB storage.  Per confronto, OnePlus 7 Pro con 8GB RAM e 256GB storage era stato lanciato a 759 euro, prezzo quindi rimasto invariato.

OnePlus 7T Pro McLaren Edition è una versione del OnePlus 7T Pro con piu' memoria RAM (12GB RAM e 256GB storage), una custodia in Alcantara (materiale in tessuto composito che fornisce una sensazione morbida e sottile), icone dell'interfaccia utente esclusive e una schermata di blocco caratterizzata da un orologio minimalista, ispirato dalla strumentazione del cruscotto McLaren; per le notifiche, i bordi curvi del display si illuminano con un bagliore arancione papaya.

Ci sono diverse considerazioni da fare, per esempio vale le pena prendere questo OnePlus 7T Pro oppure il 7 Pro dato che le migliorie sono poche? Beh, il prezzo per il modello con la medesima configurazione di memoria non è cambiato, al lancio, ma sicuramente il 7 Pro è ancora più interessante adesso che costa meno, che è stato aggiornato ad Android 10 e che potrà ricevere diverse delle funzioni di 7T Pro tramite update.

Oppure ancora è lecito chiedersi, OnePlus 7T oppure 7T Pro? Beh, a questa risponderemo nella recensione del 7T.

Insomma ci ha convinto oppure no questo 7T Pro? Si, più del 7 Pro al momento del lancio ma è penalizzato dall’arrivo prematuro come sempre in quanto il precedente modello è molto simile, è stato lanciato solo 6 mesi fa e costerà meno online.

Vi lasciamo ora alla nostra recensione video in cui vi mostriamo il prodotto in azione, non dimenticatevi come sempre di iscrivervi al nostro canale Youtube, di seguirci su Telegram ma anche su Instagram, buona visione!

Recensione OnePlus 7T Pro, poche novità ma nei punti giusti!


Articolo aggiornato con i prezzi ufficiali di OnePlus 7T Pro.


Condividi questa notizia

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria