Su Android arriva la commutazione audio basata su Google Fast Pair

Su Android arriva la commutazione audio basata su Google Fast Pair

Google presenta la sua tecnologia di commutazione della connessione audio degli auricolari bluetooth compatibili tra i dispositivi Android personali. Consente, ad esempio, di rispondere ad una telefonata sul proprio telefono usando le stesse cuffie che si stanno usando connesse al proprio tablet per guardare qui un film.

 

Scritto da il 22/07/22 | Pubblicato in Android | Google Fast Pair | | Archivio 2022

Seguici su

 
 

Alcune volte si potrebbe trovare difficoltoso rispondere ad una chiamata in entrata sul telefono mentre si sta guardando un film sul tablet ascoltando l'audio tramite le cuffie connesse via bluetooth: alcuni dispositivi sono in grado di trasferire la chiamata alle cuffie mettendo in pausa la riproduzione del media sul tablet in automatico, altri no, con la necessità di dover reattivamente mettere in pausa manualmente il film sul tablet e, se non si vuole rispondere al telefono direttamente, switchare la connessione delle cuffie dal tablet al telefono per rispondere alla chiamata con le cuffie, così da non doverle rimuovere. E' solo una esperienza di esempio che però potrebbe essere capitata a molte persone. Per semplificare le cose, almeno con i dispositivi Android, Google ha annunciato un aggiornamento della piattaforma per introdurre la sua nuova tecnologia di commutazione dell'audio basata su Fast Pair, per facilitare con questa l'esperienza di utilizzo di auricolari wireless compatibili tra più dispositivi Android personali.

Fast Pair è la tecnologia di Google che semplifica l'accoppiamento di cuffie bluetooth con telefoni con Android 6.0 o versioni successive: quando si accendono la prima volta le cuffie/auricolari wireless abilitate a Fast Pair (solitamente quando si apre la custodia di ricarica una volta tolte dalla confezione di vendita) vicino ad un telefono compatibile con Fast Pair viene mostrata automaticamente sullo schermo di quest'ultimo una notifica che chiede se si desidera procedere con l'accoppiamento dell'accessorio, quindi basta un tocco su questa notifica per procedere e completare l'azione. Sulla base di questa tecnologia, ora Google ha messo a punto la sua nuova tecnologia di commutazione dell'audio per cuffie/auricolari compatibili, pronta per il rollout. Google ne aveva anticipato l'arrivo all'inizio di quest'anno, in occasione del CES 2022. Ad annunciarne la disponibilità è stata il 21 luglio 2022 la Product Manager, Multi-Device Experiences di Google Angela Hsiao, in un post sul blog dell'Azienda.

Google ha previsto il debutto di questa sua tecnologia di commutazione audio tra telefoni e tablet Android con bluetooth multipoint sui nuovi Pixel Buds Pro prima di estenderla nelle prossime settimane anche su selezionate cuffie/auricolari dei partner Sony e JBL, quindi anche su altre piattaforme e dispositivi nel tempo. Sui dispositivi compatibili sarà necessario attivare nelle impostazioni degli auricolari l'opzione dedicata, il cui nome potrebbe cambiare a seconda del dispositivo. L'associazione del tablet, del telefono e delle cuffie allo stesso account Google è importante perchè è tramite questa che i dispositivi si scambiano le informazioni necessarie perchè la tecnologia possa 'capire' quando è il momento di trasferire la connessione delle cuffie da un dispositivo ad un altro. 

Sui dispositivi con attivata la commutazione audio diventa possibile, per esempio, guardare un film sul tablet Android con l'audio riprodotto dalle cuffie bluetooth connesse al tablet e, alla ricezione di una telefonata sul proprio telefono, viene messo in pausa in automatico il film sul tablet con trasferimento della connessione delle cuffie automaticamente al telefono Android per consentire di rispondere alla telefonata, quindi la connessione viene automaticamente trasferita al tablet al termine della telefonata.

Google ha detto di aver progettato una tecnologia di commutazione dell'audio intelligente, che trasferisce la connessione delle cuffie tra un dispositivo e l'altro solo in determinati casi, assegnando delle priorità ai suoni che i dispositivi potrebbero emettere. Ad esempio, se si sta guardando un video sul tablet e si riceve una notifica sul telefono, l'audio delle cuffie non passa al telefono; al contrario, se si riceve una telefonata sul telefono la connessione delle cuffie passa dal tablet al telefono.

Alcuni dispositivi Samsung di ultima generazione già supportano tutto questo, abilitando l'opzione "Passaggio automatico ad altri dispositivi" sugli auricolari Galaxy Buds compatibili collegati a smartphone e tablet Galaxy compatibili: in questo caso, tablet, smartphone e cuffie devono tutti essere compatibili e collegati allo stesso accoount Samsung. In maniera simile, per poter utilizzare la tecnologia di Google, tablet, smartphone e cuffie devono tutti essere compatibili e collegati allo stesso accoount Google.