Apple-Samsung, accordo per produrre chip A12 a 7nm

Apple-Samsung, accordo per produrre chip A12 a 7nm

Dal 2013 si occupa in esclusiva TSMC a produrre i chipset che alimentano i dispositivi Apple, ma dal 2018 Samsung torna a lavorare per Apple.

 

Scritto da , il 19/07/17

Seguici su

 
 

Samsung Electronics si occuperà di produrre i chip per il nuovo iPhone di Apple nel 2018, grazie ad un accordo stretto tra le due società che arriva dopo TSMC nel 2013 è diventato l'unico fornitore di processori serie A di Apple. Questo è quanto riportato dal The Investor il 18 luglio, secondo cui Samsung ha recentemente acquistato le più avanzate attrezzature per la produzione a sette nanometri sdi processori per dispositivi mobili olo per iPhone.

Apple ha incaricato TSMC quest'anno di produrre i chipset Apple A11 da 10nm che dovremmo trovare nel prossimo iPhone 8, smartphone per il quale Samsung Display risulta che si occuperà di fornire il 95% dei pannelli OLED. Risulta che TSMC ha raddoppiato lo scorso anno la produzione di chip in vista dell'uscita di iPhone 7 e iPhone 7 Plus, in modo da essere in grado di soddisfare la domanda per quest'anno dei nuovi chip A11.

Secondo le fonti del The Investor, Kwon Oh-hyun, uno dei tre co-CEO di Samsung, colui che sovrintende la produzione di chip e altre componenti per device mobile, ha svolto un ruolo "fondamentale" per chiudere l'accordo con Apple durante la sua visita alla sede di Cupertino nello scorso mese di giugno.

Leggi anche: Apple A11, TSMC produce il chip a 10nm

Samsung è stato un fornitore di chip per dispositivi Apple fino al 2013, anno in cui TSMC è diventato produttore esclusivo di chip per iPhone. I rapporti dicono che Samsung non sarà fornitore esclusivo dei chip (A12) per gli iPhone dell'anno prossimo, ma sarà co-fornitore assieme a TSMC, grazie al fatto di avere pronta come Samsung la tecnologia di produzione a 7 nanometri, che offre più efficienza dal punto di vista energetico rispetto ai processi costruttivi di generazione precedente.

Samsung dovrebbe completare presto i propri test per le nuove macchine per la produzione di chip a 7nm e, per un'ultima analisi, ricevere l'approvazione dell'accordo da parte di Apple. Il capo della divisione Semiconduttori di Samsung ha detto che lo sviluppo della tecnologia dietro il processo costruttivo a 7nm è "impegnativa" durante la conferenza stampa in cui il colosso sudcoreano ha commentato i suoi risultati dell'ultimo trimestre del 2016, sottolineando tuttavia che l'azienda punta a diventare leader nella produzione di chip di questo livello produttori. TSMC ha annunciato all'inizio del 2017 l'inizio dello sviluppo di un proprio processo costruttivo a 7nm che dovrebbe essere terminato nel secondo semestre di quest'anno, pronto per avviare la produzione di massa nei primi mesi del 2018.

TSMC ha una quota di mercato del 50,6% nel mercato globale della produzione di chip con un fatturato di 28,8 milioni di dollari nel 2016, seguita dalla statunitense Global Foundry con il 9,6% e dalla taiwanese UMC con l'8,1% di quota, secondo la società di ricerche di mercato IHS. Samsung ha registrato una quota di mercato dell'8,1 per cento nel 2016.

TSMC e Samsung hanno dunque entrambe in programma di iniziare la produzione di massa di chip a 7nm nei primi mesi del 2018, e per quanto riguarda Samsung significa che il suo smartphone top di gamma del prossimo anno - il Galaxy S9 - è probabile che sarà alimentato da un processore Exynos costruito a 7nm.

 

Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Apple-Samsung, accordo per produrre chip A12 a 7nm


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?