Google dedica doodle a Terry Fox, atleta canadese e attivista nella lotta contro il cancro

Google dedica doodle a Terry Fox, atleta canadese e attivista nella lotta contro il cancro

Nel 1980, Fox ha intrapreso la Maratona della Speranza, uno storico viaggio attraverso il Canada per raccogliere fondi per aiutare la ricerca sul cancro.

 

Scritto da , il 13/09/20

 

Seguici su

 
 

Google dedica il suo doodle di oggi, domenica 13 settembre 2020, al maratoneta canadese e attivista nella lotta contro il cancro Terry Fox. Dopo aver perso la gamba a causa del cancro, Fox ha intrapreso la "Marathon of Hope", uno storico viaggio attraverso il Canada per aumentare la consapevolezza sul male che è il cancro e raccogliere fondi per aiutare la ricerca sul cancro.

Nato il 28 luglio 1958 a Winnipeg, Manitoba, Terrance Stanley Fox, meglio noto con il nome di Terry Fox, era conosciuto per la sua predisposizione per gli sport, ma soprattutto per la sua grande determinazione e forza di volontà.

Nel 1977, all'età di 18 anni, a Fox viene diagnosticato un cancro alle ossa, che ha portato alla amputazione della gamba destra. Durante i suoi mesi di cura, le storie dei pazienti che stavano affrontando la stessa cosa o qualcosa di simile alla sua hanno acceso in lui un urgente desiderio di porre fine alle sofferenze causate dal cancro. Rifiutando che l'amputazione della gamba potesse rallentarlo, Fox ha deciso di correre attraverso il Canada e raccogliere fondi tanto necessari per la ricerca di una cura contro il cancro.

Tre anni dopo la sua diagnosi, il 12 aprile 1980, Fox inizia umilmente la sua "Maratona della speranza" a St. John's, Terranova, con l'obiettivo di raggiungere a piedi la costa dell'oceano Pacifico e nel frattempo raccogliere un dollaro per ogni cittadino canadese da devolvere alla lotta contro il cancro. L'impresa lo ha occupato per oltre quattro mesi, percorrendo 5.373 chilometri (circa 3.339 miglia) in tutto, ed è riuscito a raccogliere un totale di oltre 24 milioni di dollari.

Dopo la morte di Fox il 28 giugno 1981 è stata istituita la "Terry Fox Run", una corsa non competitiva che nel settembre di ogni anno si svolge in varie località con lo scopo di tenere viva la memoria di Terry Fox raccogliendo fondi per la ricerca oncologica. La prima Terry Fox Run, tenutasi il 28 giugno 1981, ha riunito 300.000 persone in tutto il Canada per camminare, correre o andare in bicicletta nella memoria di Terry, e ha raccolto 3,5 milioni di dollari per la ricerca sul cancro. Oggi, la Terry Fox Run si tiene virtualmente in suo onore e, da quando è iniziata, ha raccolto oltre 800 milioni di dollari.

Il doodle di Google dedicato a Terry Fox è illustrato dall'artista di Toronto Lynn Scurfield.

"La corsa di Terry Fox è un punto fermo dei miei giorni di scuola d'infanzia. Ogni anno a settembre, l'intera scuola prendeva parte in quel giorno camminando intorno al campo dal baseball in onore della sua maratona." ha commentato Scurfield. "Questo argomento è anche significativo per me perché mi è stata diagnosticata una forma di cancro curabile chiamata linfoma di Hodgkin alla fine del 2018 e ho subito sia la chemio che le radiazioni per la prima metà del 2019. La mia esperienza personale con il cancro in aggiunta alla ricerca che ho fatto su Terry per questo Doodle ha fatto crescere ancora di più il mio rispetto nei suoi confronti. La sua maratona ha contribuito molto sia allla ricerca sul cancro che alla ricerca protesica e continua a farlo ancora oggi. È davvero sorprendente."

E riguardo al doodle da lui creato, Scurfield ha detto: "spero di aver reso giustizia a Terry e alla sua eredità con il mio lavoro! Spero che tutti noi possiamo avere un po' dello spirito di Terry in noi per lavorare per un futuro migliore. Voglio anche dire che se conosci qualcuno con il cancro, ascolta ciò di cui ha bisogno e sii lì per lui quando le cose si fanno difficili. Il cancro è spaventoso ed estremamente difficile da affrontare sia mentalmente che fisicamente, quindi coloro che lo combattono hanno bisogno dei loro gruppi di supporto più che mai." 

Citazione di Terry Fox: "Voglio provare l'impossibile per dimostrare che si può fare."


Condividi questa notizia

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria