Gmail offre nuove impostazioni per gestire le Funzioni Intelligenti e di Personalizzazione

Gmail offre nuove impostazioni per gestire le Funzioni Intelligenti e di Personalizzazione

Con queste, gli utenti dovrebbero poter controllare meglio i dati personali condivisi con Google.

 

Scritto da , il 18/11/20

 

Seguici su

 
 

Google ha annunciato che presto offrirà nuove impostazioni per gestire le funzioni intelligenti e di personalizzazione in Gmail, il suo servizio di posta elettronica. Con queste, gli utenti dovrebbero poter controllare meglio i dati personali condivisi con l'azienda di Mountain View.

Nelle prossime settimane, gli utenti di Gmail potranno vedere queste nuove impostazioni per controllare se i loro dati in Gmail, Meet e Chat possono essere utilizzati per offrire funzionalità "intelligenti" in questi e altri prodotti Google. Funzionalità intelligenti, ad esempio, come la classificazione delle email in Posta in Arrivo in schede, ls Scrittura intelligente e le Risposte intelligenti in Gmail ma anche i promemoria dall'Assistente Google quando sono in scadenza appuntamenti rilevati nella posta elettronica da una intelligenza artificiale e prenotazioni di ristoranti in Google Maps.

Google ha sempre dato la possibilità agli utenti di attivare (o meno) alcune di queste funzionalità intelligenti, solo che forse molti utenti hanno trovato difficoltà nel trovare le impostazioni per gestirle. Le nuove impostazioni annunciate dovrebbero consentire agli utenti di gestire in maniera più semplice le impostazioni delle funzionalità dei servizi Google che elaborano i loro dati.

Leggi anche:
 
Anteprima del nuovo strumento di privacy in Gmail
Anteprima del nuovo strumento di privacy in Gmail
 

Google ha detto di avere progettato le nuove impostazioni analizzando sia l'esperienza di utilizzo dei suoi servizi da parte degli utenti negli ultimi mesi che le richieste delle autorità di regolamentazione sulle scelte utente comprensibili e attuabili rispetto ai dati.

Google ha ribadito che tutti i suoi prodotti - come Google, Gmail, Meet e Chat - sono sin dall'inizio progettati per proteggere i dati degli utenti e salvaguardare la loro privacy. Come spiegato da Maalika Manoharan, Product Manager in Google, le funzionalità intelligenti che si trovano nei vari servizi di Google si basano sui dati degli utenti per far "risparmiare tempo e fornire un'esperienza più utile". Inoltre, queste funzionalità intelligenti vengono fornite utilizzando algoritmi automatizzati, non revisione manuale. Detto questo, c'è volontà da parte dell'azienda di Moutain View di far utilizzare queste funzionalità agli utenti perché trovino valore nell'usarle e "non perché sono semplicemente lì".

Google ha anche precisato che gli annunci pubblicitari dai servizi di advertising di Google non si basano sui dati in Gmail.

Anche decidendo di non utilizzare le funzioni intelligenti e di personalizzazione messe a disposizione dall'azienda, Gmail e gli altri prodotti di Google sono comunque utilizzabili. In qualunque momento è possibile attivare/disattivare queste funzioni nelle impostazioni di Gmail.

Dal 2004, Gmail ha introdotto varie funzioni per la sicurezza e far risparmiare tempo agli utenti. Ad esempio, il servizio di posta elettronica di Google offre funzionalità di scrittura assistita alle notifiche ad alta priorità e il blocco di spam, phishing e malware nella casella di posta. Gli ingegneri del Google Safety Engineering Center in Europa hanno anche sviluppato lo strumento "Controllo della privacy" per servire come un modo semplice per gli utenti di esaminare le impostazioni chiave e vedere (ed eventualmente eliminare) i dati che Google raccoglie, tra cui la novità di quest'anno della eliminazione automatica dei dati più vecchi come impostazione predefinita.


Condividi questa notizia

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria