Recensione LG G7 Fit, come un ex top di gamma

Recensione LG G7 Fit, come un ex top di gamma

LG G7 Fit arriva in Italia affiancandosi al G7, ma ha le carte in regola per diventare un Best Buy? Per scoprirlo lo abbiamo stressato qualche giorno e ve lo raccontiamo oggi nella nostra recensione.

 

Scritto da , il 15/01/19

Seguici su

 
 

LG presenta e porta in Italia il nuovo LG G7 Fit, una versione modificata del G7 che è stata snellita nell’hardware e nel prezzo, ma ne vale la pena? Scopriamolo insieme nella nostra recensione!

All’interno della confezione di vendita, oltre al nostro Smartphone, troviamo l’alimentatore da parete con ricarica rapida, il cavo USB Type C, le cuffie stereo in-ear non realizzato con B&O ma comunque di ottima qualità, spilla per estrarre il vano Sim e manuali guida.

Esteticamente è tale e quale al G7 nella parte anteriore e differente sul retro in quanto fotocamera e Flash sono singoli e non doppi.

Tra le mani la sensazione è ottima grazie al vetro anteriore e posteriore ed alla cornice in metallo, la presa è buona e la costruzione ottima.

Anche in questo prodotto ritroviamo la certificazione MIL-STD-810G che assicura una resistenza generale della scocca e certificazione IP68 che assicura invece resistenza ad acqua e polvere fino a 1,5 metri per 30 minuti.

 
LG G7 Fit
LG G7 Fit
 

Il display è lo stesso di LG G7 e quindi 6,1 pollici LED IPS Quad HD Plus con risoluzione di 3120 x 1440 pixel, 563 pixel per pollice, aspect ratio di 19.5:9, certificazioni Dolby Vision, HDR10 e tecnologia Super Bright che gli permette di raggiungere i 1000 nits di luminosità nell’apposita modalità.

In generale uno schermo molto definito e ben calibrato, molto bene sotto la luce diretta del sole ma non perfetti gli angoli di visione in quanto non parliamo di un OLED.

Internamente troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 821 Quad Core da 2,15 Ghz con GPU Adreno 530, 4 GB di memoria RAM e 32 GB di memoria interna espandibile via Micro SD fino a 512 GB sacrificando uno dei due slot Nano Sim (è Dual Sim).

Non è l’ultimo processore presentato da Qualcomm ma riesce comunque a comportarsi in maniera egregia nell’utilizzo di tutti i giorni e nei giochi pesanti e non, dopo un utilizzo prolungato capita di sentire la scocca tiepida e di vedere qualche rallentamento nell’interfaccia, niente di preoccupante e di non risolvibile con un aggiornamento.

Punto debole la batteria da 3000 mAh con ricarica rapida, nei nostri giorni di test abbiamo raggiunto a stento le 3 ore di display attivo e la situazione peggiora con due Sim, il consiglio è quello di abbassare la risoluzione del display dalle impostazioni e di prendere qualche accortezza sempre sul software per risparmiare energia.
Leggi anche:
 
LG G7 Fit
LG G7 Fit
 

La parte fotografica comprende nell’anteriore un sensore da 8 megapixel f/1.9 e sul retro un sensore singolo a 16 megapixel f/2.2 con stabilizzazione elettronica, nel complesso si tratta di una soluzione che ci permette di catturare buone immagini in ogni situazione, sia con molta luce che con poca (in questo caso giocando con le impostazioni), unica pecca i colori che a volte sono troppo accesi ed a volte troppo spenti, dipende dalla luce.

Al seguente indirizzo potete visionare l’intera galleria di test scattata con il prodotto a risoluzione originale mentre nella recensione video trovate il filmato di test (registra fino al 4K 30 fps oppure FHD 60 fps).

La parte audio è molto importante per LG ed infatti troviamo il jack da 3,5 millimetri con certificazione 3D Sorround DTS:X che assicura un suono pulito e ricco di bassi, l’altoparlante singolo ha tecnologia Boombox ovvero ricrea vibrazioni che vengono amplificate in maniera differente in base alla superficie dove lo appoggiamo, l’audio anche qui è molto forte, dalla capsula altoparlante invece riusciamo a sentire molto bene anche in ambienti affollati.

Ricezione nella media in tutti i campi, sia per quanto riguarda la rete che per quanto riguarda Wi-Fi (a doppia banda), il GPS ed il Bluetooth 4.2, non manca l’NFC.

Leggi anche:
 
LG G7 Fit
LG G7 Fit
 

Il software è basato su Android 8.1 Oreo con interfaccia personalizzata da LG, molto probabilmente presto arriverà l’aggiornamento ad Android 9 Pie.

In generale tutto funziona molto bene e quindi a partire dalle infinite possibilità di personalizzazione dell’interfaccia con icone personalizzate per poi passare al notch qui definito “New Second Screen” che possiamo nascondere oppure colorare.

Le funzioni sono le stesse di G7 con anche lo sblocco con il volto o con il knock code, non manca l’impronta digitale molto affidabile.

Tutto gira in maniera egregia ma, dopo un utilizzo prolungato, vi capiterà di vedere qualche lag nell’interfaccia comunque risolvibile con un aggiornamento software.

Arrivando alle conclusioni non possiamo far altro che parlare di prezzo, LG G7 Fit costa 399 euro di listino e si trova per poco meno di 300 online, la fascia di prezzo è molto agguerrita e purtroppo è difficile consigliarlo considerando che online con 350 euro, ma anche meno, si compra il fratello maggiore LG G7 che offre due fotocamere, un processore migliore e delle prestazioni superiori, attendiamo quindi un ulteriore calo di prezzo.

Al seguente indirizzo trovi LG G7 Fit in offerta su Amazon mentre al seguente indirizzo trovi il fratello maggiore LG G7.

Vi lasciamo ora alla nostra recensione video in cui vi mostriamo il prodotto in azione, non dimenticatevi come sempre di iscrivervi al nostro canale Youtube, di seguirci su Telegram ma anche su Instagram, buona visione!

Recensione LG G7 Fit, vorrei ma non posso (per colpa di G7)



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione LG G7 Fit, come un ex top di gamma


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?