Vodafone lancia servizio FWA 5G

Vodafone lancia servizio FWA 5G

Nei comuni coperti, Vodafone con il suo servizio nuovo FWA 5G promette velocità fino a 300 Mbps ai clienti privati, mentre fino a 500 Mbps per le imprese di piccola e media dimensione.

 

Scritto da il 04/10/22 | Pubblicato in Vodafone | | | Archivio 2022

Seguici su

 
 

L'operatore Vodafone ha annunciato di essere arrivata a coprire 1.500 comuni italiani con la tecnologia FWA (Fixed Wireless Access) basata su rete 5G, con l'obiettivo di raggiungere ulteriori mille comuni entro marzo 2023. La tecnologia FWA, ricordiamo, è quella che permette di disporre in casa di una connessione a internet ad alta velocità grazie ad un modem che si collega tramite rete mobile alla antenna BTS più vicina (dove arriva la fibra Vodafone) - a seconda dei casi, il modem viene collegato ad una antenna da posizionare fuori dall'abitazione, per una ricezione migliore del segnale.  Fino ad oggi, l'offerta Casa Wireless con la quale l'operatore ha fatto il suo debutto nel 2020 nel mercato del Fixed Wireless Access faceva affidamento sulla rete 4G/4G+ con velocità fino a 100 Mbps. Ora, nei comuni coperti, il servizio FWA 5G potrà garantire velocità fino a 300 Mbps ai clienti privati, mentre fino a 500 Mbps per le imprese di piccola e media dimensione.

Gianluca Pasquali, Direttore Consumer di Vodafone Italia, ha dichiarato:
“La digitalizzazione accelerata dalla pandemia ha cambiato i comportamenti dei cittadini, rendendo l’accesso alla banda ultralarga una condizione imprescindibile di cittadinanza. Arrivando a portare la nostra connettività di alta qualità in più di 3 milioni di case con la tecnologia FWA 5G entro il prossimo marzo, vogliamo dare un nuovo potente strumento nelle mani dei cittadini e un contributo tangibile per unire il Paese attraverso il digitale”.

Lorenzo Forina, direttore di Vodafone Business Italia, ha dichiarato:
“Portando la banda ultralarga alle imprese e ai professionisti anche nei centri più piccoli abbiamo voluto dare un contributo alla digitalizzazione del tessuto produttivo del Paese. La stessa disponibilità di servizi in banda ultralarga apre nuove opportunità di sviluppo delle economie locali. Per le imprese – che possono accedere al voucher connettività del Mise – si tratta di un’occasione unica di modernizzazione e sviluppo”.

L'offerta Vodafone FWA 5G è disponibile solo nella soluzione 'outdoor' che prevede l'installazione di un'antenna esterna che riceve il segnale dalla rete mobile 5G. L'antenna, collegata alla Vodafone Power Station in dotazione, tramite cavo ethernet, permette quindi di connettere fino a 99 dispositivi in simultanea. La soluzione 'indoor', che prevede l'installazione solo di un modem dentro casa, non è disponibile al momento su rete 5G ma solo su rete 4G/4G+, anche se ci si trova in una zona coperta da 5G.

Al momento in cui scriviamo, Vodafone Casa Wireless + 5G è disponibile per i clienti privati al prezzo di 27,90 euro/mese con costo di attivazione di 4 euro al mese per 24 mesi oppure 96 euro una tantum. Per i già clienti Vodafone su mobile è previsto un costo ridotto del canone mensile: 24,90 euro al mese. I clienti privati possono approfondire l'offerta Vodafone FWA 4G/4G+/5G su vodafone.it (Fibra e TV> Voadfone FWA). In questa pagina è possibile verificare la copertura su base indirizzo ma attenzione: se si ricerca un indirizzo dove c'è copertura FTTC, il sistema non permette di proseguire con la richiesta di attivazione dell'offerta FWA - non è una buona cosa, in quando esistono indirizzi coperti da FTTC che garantiscono velocità inferiori rispetto a quanto potenzialmente potrebbe offrire una connessione in FWA. 

Imprese e professionisti hanno la possibilità di acquistare l’offerta FWA 5G di Vodafone beneficiando dei voucher connettività previsti dal "Piano Voucher per le Imprese" promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico.  

Vale la pena ricordare che le velocità promesse da Vodafone sono 'fino a' poichè la effettiva di navigazione dipende da copertura e grado di congestione della rete, tecnologia disponibile nella zona, capacità del server a cui si è collegati e dall’eventuale utilizzo della connessione Wi-Fi.  

Leggi anche:
Leggi anche: