Instagram migliora la qualita' dei video con AV1 e lancia Live Producer

Instagram migliora la qualita' dei video con AV1 e lancia Live Producer

Instagram ha abilitato il codec video AV1 di ultima generazione per consentire agli utenti di guardare i video con immagini di qualità superiore.

 

Scritto da il 04/11/22 | Pubblicato in Instagram | | | Archivio 2022

Seguici su

 
 

Su Instagram gli utenti potranno notare video di qualità superiore nelle prossime settimane, grazie al fatto che la piattaforma inizierà ad utilizzare codec più avanzati, come AV1.  Instagram ha presentato la nuova funzionalità "Live Producer" sviluppata per consentire di andare in diretta sulla piattaforma utilizzando un software di streaming di terze parti . 

Leggi anche:
Leggi anche:

Instagram inizia ad utilizzare il codec AV1

Instagram ha iniziato a supportare il codec video AV1 di ultima generazione per consentire agli utenti di guardare i video con immagini di qualità superiore.

AV1 è un codec video ad alte prestazioni, esente da royalty, che offre un'efficienza di compressione migliorata, permettendo da una parte di garantire una qualità migliore delle immagini a parità di quantità di dati trasferiti, oppure di garantire una qualità equivalente a prima ma con un minor trasferimento di dati (a beneficio degli utenti che hanno a disposizione connessioni ad internet lente). AV1 viene sviluppato all'interno dell'Alliance for Open Media (AOMedia), che può contare su membri fondatori quali Netflix, Google, Amazon, Cisco, Intel, Microsoft, Mozilla, ARM, Nvidia e AMD. Netflix ha iniziato ad utilizzare AV1 nel 2020, mentre Youtube nel 2018.

"Il nostro team di ingegneria di Instagram ha sviluppato un modo per migliorare drasticamente la qualità dei video." si legge nel post condiviso dal CEO di Meta Mark Zuckerberg, contenente un video che dimostra la bontà di AV1 rispetto al codec H264 a parità di bitrate in un confronto in split-screen: sul lato sinistro viene mostrato un video codificato in H264 e sull'altro lato lo stesso video codificato in AV1. "Abbiamo reso l'elaborazione video di base più veloce del 94%, quindi ora possiamo usare codec più avanzati come quello a destra. Questo è particolarmente utile per le connessioni Internet più lente, migliorando l'esperienza per tutti."

Non tutti i dispositivi mobili potrebbero disporre dell'audio richiesto per riuscire a riprodurre i video da Instagram con il codec AV1, per cui non tutti gli utenti potrebbero notare differenze nella qualità di riproduzione dei video sulla piattaforma.

Instagram Live Producer

Restando in tema di video, Instagram ha presentato la nuova funzionalità "Live Producer" sviluppata per consentire ai creators sulla piattaforma di andare in diretta sulla piattaforma in maniera più professionale, utilizzando un software di streaming di terze parti (tra cui OBS, Streamlabs e Streamyard) tramite una stream key. Questa integrazione apre alla possibilità di trasmettere su Instagram al di fuori della tradizionale fotocamera del telefono, potendo utilizzare fotocamere aggiuntive, microfoni esterni e grafiche dedicate.

Al lancio, "Live Producer" su Instagram è disponibile ad accesso limitato per un piccolo gruppo di utenti solo via web su instagram.com. La piattaforma consiglia come impostazioni video in risoluzione 720x1280pixel a 30fps (30fps consigliati ma Live Producer può supportare 60fps) con proporzioni 9x16 (consigliate ma non obbligatorie) e con intervallo di bitrate video 2.250–6.000Kbps, mentre per l'audio consiglia le impostazioni predefinite per la maggior parte delle piattaforme di streaming: frequenza di campionamento 44,1 KHz, canali stereo e bitrate fino a 256Kbps. Terminata la diretta, le trasmissioni possono essere archiviate e proposte per la visione On-Demand. Al momento non è disponibile la trasmissione simultanea sia su Instagram che su Facebook in modo nativo. 

Per maggiori informazionisu Instagram Live Producer, soprattutto curiosità tecniche, è possibile visitare la pagina web about.instagram.com/blog/tips-and-tricks/instagram-live-producer

Leggi anche:
Leggi anche: