Apple iPhone 6S: riepilogo sugli ultimi rumors

Apple iPhone 6S: riepilogo sugli ultimi rumors

In questi ultimi mesi abbiamo letto indiscrezioni di ogni genere sull'iPhone 6S, e siamo certi che nelle prossime settimane continueranno ad esserci dei rumors sempre più dettagliati a riguardo. Nell'attesa dell'annuncio ufficiale da parte dei vertici di Apple, vediamo di riassumere tutte le voci di corridoio più interessanti.

 

Scritto da , il 09/07/15

Seguici su

 
 

In queste ultime settimane ci sono state un mucchio di indiscrezioni inedite sull'iPhone 6S, il prossimo modello del popolare melafonino in uscita dopo l'estate, e nell'approfondimento di oggi vediamo di riepilogare i rumors più interessanti e al tempo stesso verosimili.

Prima di tutto, è opinione comune che l'iPhone in uscita tra un paio di mesi non sarà una netta rivoluzione, quanto piuttosto la naturale evoluzione del modello attualmente in commercio. I fan di Apple non saranno certamente sorpresi, visto che la casa di Cupertino da sempre segue questa filosofia di sviluppo: soltanto ogni 2 anni l'iPhone viene rivisto in ogni suo aspetto, e tra una rivoluzione e l'altra c'è tempo per rifinire alcune cose a livello di design, funzioni e caratteristiche tecniche. È successo in passato con l'iPhone 3GS, l'iPhone 4S e l'iPhone 5S, e accadrà di nuovo quest'anno con l'iPhone 6S. Ma che novità ci possiamo aspettare sotto la scocca? E ci sarà anche qualche sorpresa estetica?

Iniziamo parlando proprio del design: a detta di alcuni dipendenti (o sarebbe meglio dire ex-dipendenti) dell'azienda d'assemblaggio Foxconn, la scocca in alluminio dell'iPhone 6S è praticamente identica a quella dell'iPhone 6. Ad una prima occhiata non sembrano esserci delle differenze importanti, e al momento non si sa se l'ottica della fotocamera posteriore sarà ancora sporgente (uno dei piccoli difetti dell'iPhone 6) oppure no. Sappiamo invece che in commercio potrebbe arrivare l'iPhone 6S con la colorazione Rosa, e non sarà la stessa tonalità della versione Gold-Pink dell'Apple Watch. Sul retro troveremo l'alluminio rosa, mentre la parte frontale ospiterà uno strato di policarbonato bianco.

 

 

Grazie ad alcuni disegni tecnici trapelati online, sappiamo che in realtà la scocca del telefono dovrebbe essere più spessa di circa 0.1 mm. Come mai? Sono due le ipotesi: la batteria potrebbe avere una capacità leggermente maggiore (così da migliorare i livelli di autonomia in generale), oppure il Retina Display potrebbe avere integrata la tecnologia Force Touch, già vista nell'Apple Watch e negli ultimi modelli del computer portatile Macbook. Per chi non lo sapesse, il Force Touch è il touch sensibile alla pressione, e attraverso tale tecnologia è possibile interagire con il sistema operativo e le varie applicazioni in una maniera del tutto innovativa.

L'iPhone 6S dovrebbe essere proposto nelle varianti da 4.7 e 5.5 pollici, come l'iPhone 6 e l'iPhone 6 Plus per intenderci, e la tecnologia Force Touch potrebbe essere presente su entrambe. Ma soltanto il modello Plus dovrebbe avere la stabilizzazione ottica dell'immagine, mentre il modello da 4.7 pollici continuerà ad avere la stabilizzazione digitale della fotocamera posteriore.

Sempre parlando di multimedialità, il sensore della fotocamera frontale dovrebbe essere da 5 Megapixel, così da poter garantire dei selfie di maggiore qualità, mentre il sensore posteriore molto probabilmente verrà aumentato a 12 Megapixel.  Ci sarà sempre il flash LED a doppia tonalità, e forse arriverà il supporto alla registrazione di video in UltraHD 4K fino a 120 fps.

Anche il lettore di impronte digitali Touch ID riceverà dei netti miglioramenti: si vocifera una precisione aumentata del 30%, per uno sblocco ancora più rapido del telefono. Come ciliegina sulla torta, la memoria RAM verrà aumentata a 2 o 3 GB, e il processore sarà il nuovo Apple A9 quad core con architettura a 64 bit prodotto da Samsung.

Leggi anche:

Apple iPhone 6S con display 3D senza occhiali

L'iPhone 6 è arrivato sul mercato mondiale da poco meno di due mesi, e sul web già si inizia a parlare del suo successore, chiamato per il momento con il nome iPhone 6S.

Stando alle ultime indiscrezioni diffuse sul web, la prossima generazione del popolare melafonino potrebbe essere provvista di uno schermo tridimensionale che non richiede l'uso degli occhialini tradizionali.

Secondo le fonti anonime del quotidiano Economic Daily News di Taiwan, i tecnici della casa di Cupertino starebbero lavorando per introdurre sull'iPhone in uscita il prossimo anno un Retina Display 3D.

Il dettaglio più interessante è che il passaggio alle tre dimensioni non sarà un semplice vantaggio per la visione di film, ma servirà anche ad avere un'esperienza del tutto inedita con il sistema operativo iOS.

Sembra infatti che l'interfaccia del prossimo iOS 9 avrà moltissimi elementi tridimensionali. Avete presente l'effetto di parallasse introdotto con iOS 7? Ecco, consideratelo come un antipasto.

Il produttore del Retina Display 3D dovrebbe essere TPK, ma non è da escludere una collaborazione anche con Sharp, azienda giapponese che da anni realizza per la console portatile Nintendo 3DS degli schermi 3D senza occhiali.

Non stiamo parlando di una tecnologia nuovissima, e in passato ci sono stati alcuni smartphone e tablet Android 3D senza occhiali, ma i consumatori non si sono mostrati troppo interessati a riguardo.

Con Apple la situazione sarà diversa? Come dice un detto.. solo il tempo potrà dirlo. L'unica cosa certa è che nei prossimi mesi ci saranno moltissimi altri rumors riguardo il futuro iPhone 6S, in uscita a Settembre oppure Ottobre 2015.

Apple iPhone 6S avra' fotocamera da 8 Megapixel

Stando alle ultime indiscrezioni trapelate sul web, il prossimo modello di melafonino continuerà ad avere un sensore della fotocamera posteriore da 8 Megapixel, come gli ultimi iPhone 6, iPhone 5S e iPhone 5 per intenderci.

Ovviamente stiamo parlando di una semplice voce di corridoio, non c'è ancora nulla di ufficiale. Ma ultimamente i rumors sui nuovi prodotti Apple sono sempre (o quasi) stati corretti.

A detta del quotidiano asiatico Taipei Times, il prossimo iPhone 6S (nome provvisorio) avrà una fotocamera posteriore da 8 Megapixel, e stavolta il sensore CMOS sarà prodotto sia da Sony che da Largan Precision.

Negli ultimi anni la casa di Cupertino ha scelto esclusivamente Sony per la fornitura dei sensori d'immagine per l'iPhone, ma il secondo partner potrebbe servire per accelerare i tempi di produzione, così da non avere alcun problema al momento del lancio.

Jeff Pu, analista interpellato dal giornalista che ha scritto il pezzo sul Taipei Times, ha svelato che la fotocamera dell'iPhone di nuova generazione potrebbe avere le stesse caratteristiche di quella presente nell'attuale iPhone 6. Ecco un estratto dell'articolo:

"L'analista Pu ha affermato che le specifiche della fotocamera della prossima generazione di iPhone, ribattezzato iPhone 6S, resteranno le stesse dell'attuale generazione di iPhone 6, fissata a 8 Megapixel, il che limita i potenziali catalizzatori del prezzo delle azioni della Largan durante la seconda metà dell'anno."

"Pu ha aggiunto che, sebbene la migrazione da lenti a 8 a 13 Megapixel resti forti tra i produttori cinesi di telefoni di fascia media e alta, il passaggio a lenti da 16 e 20 Megapixel per i telefoni procederanno con lentezza data la scarsa disponibilità di sensori CMOS."

Vi ricordiamo che il telefono molto probabilmente sarà sempre proposto nelle varianti da 4.7 e 5.5 pollici. Sotto la scocca forse troveremo il processore Apple A9 quad core e 2 GB di memoria RAM.

Leggi anche:
 

 

iPhone 6S avra' un Touch ID migliorato

Se le ultime indiscrezioni del web sono corrette, il prossimo modello di melafonino potrebbe essere equipaggiato con un Touch ID di nuova generazione, molto più veloce e preciso rispetto a quello attuale.

Come sempre, non c'è ancora nulla di ufficiale, ma dal web già arrivano le prime voci di corridoio sull'iPhone 6S, nome provvisorio dell'iPhone di prossima generazione che probabilmente verrà svelato dopo l'estate.

Secondo il noto analista Ming Chi Kuo di KGI Securities, il telefono sarà dotato del Touch ID 2, sensore biometrico che funzionerà in maniera identica al primo Touch ID, ma avrà dei componenti sensibilmente migliori.

Questa novità non solo ridurrà in maniera sensibile il tasso di errori di riconoscimento, ma servirà anche a rendere più sicure la transazioni attraverso il sistema di pagamento Apple Pay.

Qui di seguito vi riportiamo un estratto del report dell'analista: "Riteniamo che il nuovo iPhone, in arrivo nel terzo trimestre fiscale del 2015, sarà equipaggiato con un modulo Touch ID aggiornato, grazie al quale Apple intende offrire un'esperienza utente Apple Pay migliore e più sicura, caratterizzata da un numero inferiore di errori di lettura."

"Per questa ragione, vediamo al rialzo del 12,4% le consegne di moduli Touch ID per l'anno in corso, per un totale di 262 milioni di unità; l'aumento dipenderà da Apple Pay e dai nuovi modelli di iPhone."

A detta di Kuo, questa soluzione porterà ad un aumento dei costi di produzione del lettore di impronte digitali. I partner scegli da Apple per la produzione in massa dovrebbero essere Sunnic, ASE e TSMC.

L'analista ha poi concluso dicendo che l'iPhone 6S sarà una semplice evoluzione dell'attuale iPhone 6, e non una completa rivoluzione. Come la storia insegna, i modelli "S" del melafonino sono sempre un miglioramento della generazione precedente.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Apple iPhone 6S: riepilogo sugli ultimi rumors


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?