Fitbit, il primo 'vero' SmartWatch rimandato a questo autunno

Fitbit, il primo 'vero' SmartWatch rimandato a questo autunno

Il lancio del primo smartwatch di Fitbit era atteso per questa primavera, ma recenti rapporti affermano il lancio è stato rimandato in autunno a causa di problemi emersi in fase di produzione.

 

Scritto da , il 15/04/17

Add to Flipboard Magazine. Flipboard
 
 

Sono circa dieci anni che Fitbit produce software e hardware per il monitoraggio di attività per permettere alle persone di tenere traccia del proprio stato di salute. Fitbit non ha mai introdotto un vero e proprio smartwatch, paragonabile a quelli con Android Wear o Apple Watch. Esiste il Fitbit Blaze il quale anche se ha la forma di uno smartwatch viene considerato piu' come un tracker fitness. Tuttavia, dopo aver comprato due società che hanno lavorato allo sviluppo di smartwatch - Pebble e Vector - sono iniziate a circolare indiscrezioni secondo cui un orologio intelligente arriverà da Fitbit, voci poi confermate anche dall'amministratore delegato della società. Ad oggi, si prevede che Fitbit rilascerà un vero e proprio suo smartwatch quest'anno. 

Il lancio dello smartwatch di Fitbit era atteso per questa primavera, ma recenti rapporti da fonti di Yahoo Finance affermano che per il lancio del dispositivo bisognerà aspettare fino all'autunno, a causa di "incidenti di produzione". Uno di 'questi' problemi sembra essere sorto durante i test di un prototipo finale, in cui la posizione dell'antenna causava il malfunzionamento del modulo GPS. Un altro problema pare riguardasse la resistenza all'acqua.

Yahoo Finance ha detto che le sue fonti hanno avuto la possibilità di vedere una presentazione video di Fitbit dello smartwatch in sviluppo, rivelando che il design del nuovo orologio è "non troppo diverso da quello del Blaze" e "sicuramente non bello" anche con un corpo in alluminio. Trattandosi comunque di un video riferito ad un prodotto in sviluppo, probabile che il design ancora non fosse definito.

Stando a quanto ci si aspetta dal wearable di Fitbit in questione, lo smartwatch - il cui nome in codice ancora non è trapelato - senza troppe sorprese si concentrerà sulle funzionalità per il monitoraggio "della salute e del fitness" ma mostrerà anche notifiche dallo smartphone collegato, sebbene la piattaforma ancora non si sa se potrà essere Android Wear o proprietaria di Fitbit comprendente le tecnologie acquisite da Pebble e Vector. Oltre al GPS e alla resistenza all'acqua, un sensore di frequenza cardiaca, avrà una batteria di lunga durata stimata fino a 4 giorni e display con luminosità di 1.000nits. Fitbit ha comprato Coin lo scorso anno con l'intenzione di costruire una funzionalità per abilitare i pagamenti nei suoi indossabili, e poi ha comprato Pebble che era specializzata in smartwatch, dunque l'orologio si prevede avrà il supporto per i pagamenti contactless.

Il Fitbit Blaze, che è stato annunciato al CES del 2016, è simile esteticamente ad uno smartwatch ma è stato commercializzato come un orologio per tracciare l'attività fisica e non supporta applicazioni di terze parti.

Riguardo prezzi e disponibilità, Fitbit dovrebbe presentare questo smartwatch in autunno, con inizio delle spedizioni previsto entro fine anno - probabilmente in tempo per il periodo delle festività - e prezzo stimato di 300 dollari/euro. 

Leggi anche: Fitbit compra Pebble

 

Nel mese di gennaio, il co-fondatore e CEO della società James Park in una intervista al CES 2017 a Las Vegas a The Verge ha rivelato che Fitbit ha in programma di lanciare un proprio App Store dove raccogliere le applicazioni per il suo wearable "il più presto possibile".

Il nuovo app store dovrebbe essere realizzato grazie alle agli strumenti acquisiti da Pebble da parte di Fitbit nel 2016. Nei cinque anni in cui è esistita la startup, Pebble ha accumulato circa 14.000 applicazioni di terze parti nel suo app store, e Park ha notato che un app store sarebbe particolarmente utile a Fitbit per cercare di estendere i suoi rapporti con sviluppatori e le aziende sanitarie che utilizzano i dispositivi Fitbit.

"Ci sono così tante applicazioni differenti [che i nostri partner] vogliono scrivere", ha detto Park, "da quelle legate al fitness alle applicazioni che servono come promemoria. E noi non abbiamo un luogo dove raccogliere qualsiasi software per i nostri dispositivi".

Anche se l'apertura di un app store non significa che certamente Fitbit lancerà un suo smartwatch, si accreditano le indiscrezioni secondo cui questo potrà accadere. Non a caso lo stesso Park ha detto che nei mesi scorsi la società ha iniziato ad esplorare nuovi dispositivi.

Park non ha detto quando è previsto il lancio dell'app store di Fitbit, nè quali saranno le applicazioni in esso contenuto. Sappiamo solo che il lancio è previsto "il più presto possibile."

 

Condividi questa notizia
Ogni Mercoledi Tutte le novità su smartphone, tablet e tariffe nella tua Email

 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Rimani aggiornato su Smartphone, Guide, Apps e Tariffe

Ricevi gratuitamente nella tua email tutte le novità su cellulari, smartphone, tariffe e promozioni Tim, Vodafone, Tre e Wind