Apple Pay in Italia per acquistare in Negozi, App e web: Come funziona e si usa

Apple Pay in Italia per acquistare in Negozi, App e web: Come funziona e si usa

Dopo USA, UK, Canada, Australia, Svizzera, Cina e Regno Unito, Apple Pay è arrivato anche in Italia. Anche gli italiani con iPhone e Apple Watch possono fare acquisti in qualsiasi negozio, app e sul web che aderiscono a Apple Pay.

 

Apple Pay presto in Italia

Dopo il lancio iniziale in Usa e Gran Bretagna, seguito poi da quello in Germania, Svizzera e Francia, Apple Pay è arrivato anche in Italia, dove è disponibile dal 17 maggio 2017.  Questo debutto era stato anticipato il 7 marzo scorso quando Apple ha messo online la pagina in italiano dedicata al suo servizio di pagamenti con scritto che il servizio era "in arrivo", senza tuttavia specificare quando. Apple Pay è ora disponibile ufficialmente in Italia, è semplice da usare e permette di pagare con le proprie carte di credito o di debito con un tocco.

Pagare nei negozi con Apple Pay. A differenza di quel che accade con le carte di pagamento, quando ci si trova in un negozio e si utilizza Apple Pay su iPhone e Apple Watch, per completare un pagamento bisogna solo avvicinare l’iPhone al terminale (o POS) tenendo il dito sul sensore Touch ID, oppure premere due volte il tasto laterale di Apple Watch mentre lo si avvicina al terminale. Apple Pay funziona in tutti i luoghi che accettano pagamenti contactless. E' possibile in Italia utilizzare Apple Pay in questi esercizi: Apple Store, Auchan, Autogrill, Carrefour, Eataly, Eprice, Esselunga, Eurospin, LaGardenia, H&M, LeroyMerlin, Lidl, Limoni, MediaWorld, Mondadori Store, OVS, LaRinascente, Sephora, Simply Market, Unieuro. 

Pagare nelle app con Apple Pay. Con Apple Pay è possibile fare acquisti in modo facile e sicuro in ogni tipo di app, anche quelle su Apple Watch. Per concludere gli acquisti, basta appoggiare il dito sul Touch ID. Ecco le app che usano già Apple Pay in Italia: Deliveroo, Easyjet, Eprice, Giglio.com, Musement, Saldiprivati, GliStockisti, Trainline, Unieuro.

Pagare sul web con Apple Pay. Pagare con Apple Pay è comodo non solo nei negozi o nelle app, ma anche sul web con Safari. Facendo acquisti dall'iPhone, iPad o Mac usando Apple Pay, non serve creare account o fare login. E col Touch ID ora disponibile anche sul nuovo MacBook Pro, basta un tocco per pagare in modo veloce, facile e sicuro anche col PC senza aver bisogno dell'iPhone. Ecco i siti che usano già Apple Pay in Italia: Deliveroo, Easyjet, Eprice, Giglio.com, Musement, Saldiprivati, GliStockisti, Trainline, Unieuro.

Apple Pay è sicuro. Quando si effettua un pagamento, Apple Pay usa un numero specifico del dispositivo e un codice di transazione univoco. Quindi i dati della carta non vengono mai memorizzati sul dispositivo o sui server di Apple, né condivisi con i commercianti durante l’operazione. Apple Pay non archivia dati sulle transazioni che possano essere ricollegati all'utente. Solo gli acquisti più recenti vengono conservati, per comodità dell'utente, che li potrà trovare all'interno del proprio Wallet.

Le carte compatibili con Apple Pay in Italia. Apple Pay funziona in Italia con le carte di credito e di debito dei circuiti Visa e Mastercard. Hanno gia' aderito i servizi bancari Boon, Carrefour Banca e Unicredit a cui si aggiungeranno nel corso del 2017 anche: American Express, CartaBCC, ExpendiaSmart, Fineco Bank, Hype, Banca Mediolanum, N26, Widiba.

Apple Pay funziona su iPhone (6 e versioni successive, anche iPhone SE) e Apple Watch. Sono supportati anche gli iPad (Pro, Air 2, mini 4) ma solo per i pagamenti in-app, quindi non nei negozi i fisici.

Guarda come pagare con il tuo iPhone

Apple Pay debutta in Francia

Apple Pay è stato lanciato ufficialmente in Francia il 19 luglio 2016, rafforzando così la propria presenza in Europa - in precedenza era disponibile nel Regno Unito e Svizzera.

Apple Pay in Francia debutta col supporto per le carte di credito e di debito dei circuiti Visa e MasterCard da quattro banche - Banque Populaire, Carrefour Banque, Caisse d'EpargenTicket Restaurant. Orange e Boom si aggiungeranno poi alla lista.

In Francia, Apple Pay funziona su iPhone (6 e versioni successive, anche iPhone SE) e Apple Watch. Sono supportati anche gli iPad (Pro, Air 2, mini 4) ma solo per i pagamenti in-app, quindi non nei negozi i fisici.

Apple Pay debutta nel Regno Unito

Dal 14 luglio Apple Pay - il sistema di pagamenti mobile di Apple - è stato ufficialmente lanciato nel Regno Unito, debuttando ufficialmente in Europa. Il servizio per i pagamenti in mobilità del colosso di Cupertino in precedenza era disponibile solo negli Stati Uniti, mentre da febbraio 2016 il servizio è arrivato anche in Cina.

Apple Pay in Cina

Apple ha annunciato una collaborazione con Cina UnionPay, che gestisce il sistema di regolamento interbancario nazionale cinese, per portare il suo servizio di pagamenti mobile Apple Pay nel paese asiatico, dove è ufficialmente disponibile a partire dal mese di febbraio 2016.

"La Cina è un mercato estremamente importante per Apple e con Cina UnionPay e il sostegno di 15 delle principali banche cinesi, gli utenti saranno in grado di avere accesso ad una comoda, privata e sicura esperienza di pagamenti", ha affermato Eddy Cue, vice presidente senior Internet Software e Servizi di Apple. La società con sede a Cupertino aveva anticipato che il servizio sarebbe partito in Cina "il prima possibile nel 2016", appena conclusi i test e aver ricevuto l'ok del regolatori cinesi.

Una data specifica, tuttavia, non era stata rivelata.

Un precedente rapporto del Wall Street Journal ha detto che Apple Pay sarebbe arrivato in Cina in tempo per lo Spring Festival in programma l'8 febbraio; la data nonè stata rispettata, ma il debutto è comunque avvenuto qualche giorno piu' tardi. Il colosso di Cupertino gia' sul finire del 2015 aveva chiuso accordi con le maggiori quattro banche statali del Paese per permettere ai potenziali utenti di collegare il servizio con i loro conti bancari, ma nonostante questo la società ha dovuto risolvere degli ostacoli legali, secondo il Wsj, dal momento che ci sono numerose agenzie governative che supervisionano i rapporti tra servizi bancari ed e-commerce.

Superati gli ostacoli, dal febbraio 2016 Apple Pay è attivo in Cina.

Apple Pay
Apple Pay

Apple Pay nel Regno Unito

Apple è stata in trattative anche con diverse grandi banche britanniche per il lancio di Apple Pay nella prima metà del 2015 nel Regno Unito, come riportato dal Telegraph, che in precedenza ha rivelato anche che i negoziati con almeno una delle più grandi banche del paese si stavano rivelando difficili, in quanto la banca potrebbe avere avuto problemi con i termini specifici del servizio di pagamenti in mobilità, tra cui a quali dati degli utenti l'azienda di Cupertino sarà in grado di accedere.

"Resta inteso che la banca è a disagio con la quantità di informazioni personali e finanziarie che Apple vuole raccogliere circa i suoi clienti", diceva il rapporto, aggiungendo che da un lato le banche temono che il servizio di Apple e i dati che essa intende raccogliere potrebbero servire come un "ponte per l'invasione del settore bancario", mentre dall'altro lato non vogliono fare a meno d offrire il servizio.

Superati gli ostacoli, dal 14 Luglio 2015 Apple Pay è attivo nel Regno Unito dove supporta le carte di credito e debito di American Express, MasterCard e Visa Europe, emesse da molte delle banche più popolari del Paese, fra cui first direct, HSBC, NatWest, Nationwide Building Society, Royal Bank of Scotland, Santander e Ulster Bank. Altre importanti banche si uniranno questo autunno, fra cui Bank of Scotland, Coutts, Halifax, Lloyds Bank, MBNA, M&S Bank e TSB Bank.

Gli utenti iPhone 6, iPhone 6 Plus e Apple Watch possono fare acquisti in qualsiasi negozio che accetti pagamenti contactless. Oltre ai 39 Apple Store presenti nel Regno Unito, altri importanti negozi che accetteranno pagamenti tramite Apple Pay includono Boots UK, BP, Costa Coffee, Dune, JD Sports, KFC UK & Ireland, Liberty, LIDL, Marks & Spencer (M&S), McDonald’s UK, Nando’s, New Look, Post Office, Pret A Manger, SPAR, Starbucks, SUBWAY, Wagamama e Waitrose. Anche Transport for London accetta Apple Pay, quindi gli utenti potranno usare il loro iPhone o Apple Watch per acquistare i biglietti.

Apple Pay negli USA

Apple Pay è stato lanciato nel mese di ottobre del 2014 negli Stati Uniti, anche se con piccoli stratagemmi e una carta di credito americana può essere utilizzato in molti altri paesi. Secondo un rapporto di ITG, il servizio rappresenta l'1 per cento di tutti i pagamenti digitali effettuati nel mese di novembre 2014.

Cosa e' Apple Pay

Apple Pay è stato progettato per proteggere le informazioni personali dell’utente. Non raccoglie dati relativi alla transazione che potrebbero ricondurre all’utente e le transazioni di pagamento restano private e condivise solo fra acquirente, negozio e banca dell’acquirente. Apple ha detto di non raccogliere i dati relativi alla cronologia degli acquisti, perciò quando l’utente fa acquisti in un negozio o paga il conto del ristorante, la società di Cupertino non viene a sapere cosa è stato comprato, dove è stato comprato o quanto ha pagato. I numeri delle carte di credito non vengono archiviati sul dispositivo: viene creato un codice univoco Device Account Number, crittografato e memorizzato nel Secure Element del dispositivo, che non viene condiviso con iOS né su iCloud.

Come funziona Apple Pay

Apple Pay comprende due servizi correlati che richiedono stretti legami tra Apple e le banche esistenti. Il primo è uno strumento di pagamento in-app, che gli sviluppatori possono implementare nelle loro applicazioni per consentire ai clienti di effettuare acquisti senza inserire i dati della carta di credito. In applicazioni come Uber, gli utenti saranno per esempio in grado di pagare semplicemente toccando il sensore TouchID di un iPhone 6, iPad Air 2 o iPad Air mini 3. Il secondo servizio consente agli utenti di acquistare prodotti nei negozi con il loro iPhone 6 con NFC, o il loro Apple Watch.

Nelle app, il pagamento è semplice e non serve compilare manualmente lunghi moduli o reinserire continuamente le informazioni per la spedizione e la fatturazione. Le app che accetteranno pagamenti tramite Apple Pay nel Regno Unito includono Addison Lee, Airbnb, Argos, Booking.com, British Airways, Domino’s, easyJet, Hailo, HotelTonight, hungryhouse, JD Sports, Just Eat, lastminute.com, Miss Selfridge, Ocado, Stubhub, thetrainline.com, Top 10, Topshop, Uncover, Vueling, YPlan, Zalando e Zara, fra gli altri.

Leggi anche: iPhone 6: come pagare con Apple Pay
Ogni Mercoledi Tutte le novità su smartphone, tablet e tariffe nella tua Email

 
 
GUIDE ANDROID
GUIDE iOS
GUIDE
GUIDE SOFTWARE
 
 
 
 
 

Commenti e Opinioni

 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Rimani aggiornato su Smartphone, Guide, Apps e Tariffe

Ricevi gratuitamente nella tua email tutte le novità su cellulari, smartphone, tariffe e promozioni Tim, Vodafone, Tre e Wind