Apple, possibile Addio a Google per Bing o Yahoo

Apple, possibile Addio a Google per Bing o Yahoo

Il prossimo anno Apple potrebbe decidere di abbandonare Google a favore di altri server di ricerca come Bing o Yahoo. Entrambe le societa' sarebbero infatti interessate a instaurare una partnership con Apple, garantendosi una maggiore visibilita' e aumentando la concorrenza nei confronti del rivale per eccellenza.

 

Scritto da , il 26/11/14

Seguici su

 
 

Google rischia di perdere il suo posto come il provider di ricerca predefinito nel browser Safari di Apple il prossimo anno, secondo un rapporto di The Information.

L'ultima estensione di un accordo che ha messo Google Search nelle mani dei proprietari di iPhone dal 2007 scade nel 2015, e i rivali Microsoft e Yahoo stanno già facendo il filo ad Apple per il cambiamento di leadership. Secondo il rapporto, le due aziende hanno lanciato ad Apple l'idea di sostituire Google come provider predefinito di ricerca iOS; Microsoft vuole che Bing sia l'opzione predefinita, e Yahoo è in lizza per lo stesso obbiettivo.

Bing ha già fatto breccia nel cuore di Apple. E' il provider di ricerca utilizzato da Siri, assistente personale di iOS. E sul desktop, OS X Yosemite e la sua ricerca Spotlight fornisce i risultati di Bing – dando in alcun modo agli utenti la possibilità di scegliere Google.

Yahoo ha recentemente raggiunto una vittoria significativa, diventando l'opzione di ricerca predefinito di Firefox per almeno i prossimi cinque anni. Mozilla ha abbandonato Google a favore di Yahoo per numerose ragioni, e Yahoo sta senza dubbio sperando di poter convincere Apple per fare la medesima scelta.

Qualsiasi modifica da parte di Apple avrebbe un impatto sul mercato della ricerca mobile, anche se è probabile che alcuni consumatori preferirebbero tornare sotto l'ala protettrice della Grande G. Altri potrebbero non preoccuparsene, dando una potenziale spinta a Yahoo o Bing. Da diversi anni, la Mela ha cercato di separarsi dai servizi di Google. In alcuni di questi casi, la strategia ha funzionato; YouTube non è più fornito come parte di iOS, un cambiamento che i consumatori hanno rapidamente aggiustato.

Altri tentativi (come Maps) hanno avuto invece disastrosi e imbarazzanti risultati. Ma ancora una volta, solo Google rischia di essere rovesciato come provider di ricerca predefinito di Safari. E Apple riferisce che ora può essere il momento giusto.

Apple ha da sempre confermato l'intenzione di mettere gli utenti al primo posto. Da questo punto di vista, è difficile vederla convincere milioni di proprietari di iPhone, iPad e Mac che Bing o Yahoo sia una scelta di ricerca migliore di Google.

I candidati più probabili che andranno a sostituire Google come motore di ricerca predefinito in Safari sono Yahoo e Microsoft, i cui rappresentanti hanno già parlato con Eddy Cue di Apple per un eventuale accordo, secondo quanto riferiscono i media internazionali. Si è detto che la decisione di Cue è "probabilmente basata sulla qualità del prodotto quanto al denaro del potenziale accordo".

L'accordo che Apple ha con Google al momento scadrà nei primi mesi del 2015.

Apple ha già sostituito Google in Siri con il lancio di iOS 7 nel 2013. Da allora, i risultati di ricerca di default provengono da Bing di Microsoft, anche se gli utenti possono decidere che l'assistente personale virtuale effettui la ricerca in Google, se lo desiderano.

Quanto a Yahoo, l'Ad Marissa Mayer ha dichiarato pubblicamente, all'inizio di quest'anno, che Apple vuole abbandonare Google come motore di ricerca predefinito in iOS. Yahoo ha negoziato recentemente con successo un accordo con Mozilla per rendere Yahoo il provider predefinito nel suo browser Firefox.

Apple, nel frattempo, è stata costantemente impegnata nell'escludere i servizi di Google come opzioni predefinite dalla sua piattaforma iOS. Mentre i melafonini iPhone erano precedentemente forniti con Google Maps, Apple è passata ad una propria soluzione proprietaria di mapping nel 2012 (anche se con non pochi problemi). Inoltre, YouTube non è più un'applicazione nativa in iOS.

Secondo le indiscrezioni, Microsoft è stata in trattative con Apple per rendere Bing il motore di ricerca predefinito su iPhone nel lontano 2010. Gli utenti hanno sempre la possibilità di modificare il motore di ricerca nel browser Safari in iOS scegliendo anche Yahoo, Bing e DuckDuckGo, ma all'inizio di default è Google il motore predefinito.

La 'frattura' tra Google e Apple ha iniziato a farsi sempre più importante quando il gigante della ricerca ha presentato Android, entrando nel mercato degli smartphone per competere con l'iPhone e, infine, nel mercato dei tablet in concorrenza a iPad. Il co-fondatore di Apple Steve Jobs ha sempre promesso di distruggere Android, che ha visto sin dai suoi inizi come un "prodotto rubato".


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Apple, possibile Addio a Google per Bing o Yahoo


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?