Apple compra a Intel il business dei modem per smartphone

Apple compra a Intel il business dei modem per smartphone

Possiamo aspettarci l'arrivo di iPhone con chip-modem sviluppati da Apple.

 

Scritto da il 26/07/19 | Pubblicato in Intel | Apple | | Archivio 2019

Seguici su

 
 

E' ufficiale. Apple e Intel hanno siglato un accordo attraverso il quale Apple si impegna ad acquisire la maggior parte del business dei chip-modem per smartphone di Intel. La transazione, valutata a 1 miliardo di dollari, dovrebbe concludersi nel quarto trimestre del 2019, fatte salve le approvazioni consuetudinarie. Come parte dell'accordo, circa 2.200 dipendenti Intel si uniranno ad Apple, insieme a proprietà intellettuale, attrezzature e contratti di locazione.

Combinando i brevetti acquisiti per la tecnologia wireless attuale e futura con il portafoglio esistente di Apple, la società di Cupertino deterrà un totale di oltre 17.000 brevetti legati a tecnologie wireless, che comprendono anche brevetti di protocolli per gli standard cellulari a brevetti per l'architettura e il funzionamento di chip-modem.

Apple ha comprato solo la parte legata ai chip-modem per smartphone, mentre Intel manterrà la capacità di sviluppare modem per l'utilizzo non su smartphone, quindi ad esempio su PC, dispositivi Internet-of-things e veicoli autonomi.

L'accordo permetterà a Apple di sviluppare in-house un altro componente chiave per i suoi futuri smartphone, il chip-modem, che consente la connessione alle reti dati wireless. Apple già sviluppa il processore dei suoi melafonini.

"Questo accordo ci consente di concentrarci sullo sviluppo della tecnologia per la rete 5G mantenendo la proprietà intellettuale e la tecnologia modem critiche che il nostro team ha creato", ha dichiarato Bob Swan, CEO di Intel. "Abbiamo a lungo rispettato Apple e siamo fiduciosi che forniscano l'ambiente giusto per questo team di talento e queste importanti risorse che vanno avanti. Non vediamo l'ora di impegnarci al massimo nel 5G dove si allineano maggiormente le esigenze della nostra base di clienti globale, inclusi operatori di rete, produttori di apparecchiature di telecomunicazione e fornitori di servizi cloud ".

"Abbiamo lavorato con Intel per molti anni e sappiamo che questo team condivide la passione di Apple per la progettazione di tecnologie che offrono le migliori esperienze al mondo per i nostri utenti", ha dichiarato Johny Srouji, vicepresidente senior del business Hardware Technologies di Apple. "Apple è entusiasta di avere così tanti ingegneri eccellenti che si uniscono al nostro crescente gruppo di tecnologie cellulari e sanno che prospereranno nell'ambiente creativo e dinamico di Apple. Contribuiranno ad accelerare il nostro sviluppo sui prodotti futuri e consentiranno ad Apple di differenziare ulteriormente i progressi. "

L'accordo arriva in un periodo in cui le vendite di melafonini non vanno al meglio. Dal primo rapporto trimestrale di Apple di quest'anno, le vendite degli iPhone introdotti nel 2018 non sono state in linea con le aspettative della società di Cupertino. Questo non slo per il fatto che i possessori di un melafonino non sono stati molto tentati ad aggiornarlo ad un modello piu' recente per la scarsità di novità, ma anche perchè il ciclo di aggiornamento di uno smartphone - in generale - si fa sempre piu' lungo. Interessanti sono le novità previste per la linea 2019 di iPhone.

Intel ha annunciato in via ufficiale nello scorso mese di Aprile l'intenzione di lasciare il business dei modem per smartphone 5G e completare una valutazione delle opportunità per i modem 4G e 5G nei PC, nei dispositivi Internet of Things e in altri dispositivi incentrati sulla connettività solo dati. 

Secondo un rapporto del The Wall Street Journal dei giorni precedenti l'annuncio ufficiale dell'accordo, Apple e Intel sarebbero state trattativa per circa un anno.

Sarà troppo presto per vedere il frutto dell'accordo nei nuovi iPhone del 2019, quindi i chip-modem per smartphone sviluppati da Apple potrebbero essere utilizzati negli iPhone dal 2020. Fino a quando non sarà in grado di produrre in proprio modem per tutti i suoi dispositivi, Apple dovrebbe continuare ad utilizzare chip-modem forniti da Qualcomm.

Apple ha notato nel suo comunicato stampa che le dichiarazioni vanno considerate "a carattere previsionale, ai sensi del Private Securities Litigation Reform Act del 1995" poichè riguardano un accordo che è ufficiale ma dovrà essere approvato dalle autorità competenti in materia di regolamenti ed acquisizioni.

Leggi anche:
Leggi anche: