Apple annuncia nuovi strumenti Anti-Tracciamento nella Giornata della Privacy

Apple annuncia nuovi strumenti Anti-Tracciamento nella Giornata della Privacy

Il tracciamento dei dati è più diffuso che mai. Apple ricorda quali sono le funzionalità a disposizione dei suoi clienti per avere il controllo dei propri dati, anticipando una importante novità in arrivo: l'App Tracking Transparency.

 

Scritto da il 28/01/21 | Pubblicato in Apple | | | Archivio 2021

 

Seguici su

 
 

Si celebra oggi 28 gennaio l’International Data Privacy Day 2021, la ricorrenza internazionale che ogni anno, in questo giorno, vede la maggior parte dei Paesi europei, gli Stati Uniti e il Canada impegnarsi per sensibilizzare e promuovere l'educazione riguardo alla riservatezza delle proprie informazioni personali online.

Apple celebra il Data Privacy Day quest'anno condividendo "A Day in the Life of Your Data", un rapporto di facile comprensione (consultabile qui sotto in pdf) che illustra come le aziende tengono traccia dei dati degli utenti su siti web e app. Il rapporto condivide anche il modo in cui sono progettate le funzionalità per la privacy nei prodotti Apple per offrire agli utenti maggiore trasparenza e controllo, fornendo alle persone gli strumenti e le conoscenze per proteggere le loro informazioni personali.

"Privacy significa tranquillità, significa sicurezza e significa che sei al posto di guida quando si tratta dei tuoi dati", ha affermato Craig Federighi, Senior Vice President della divisione Software Engineering di Apple. "Il nostro obiettivo è creare una tecnologia che mantenga le informazioni delle persone al sicuro e protette. Crediamo che la privacy sia un diritto umano fondamentale e i nostri team lavorano ogni giorno per integrarla in tutto ciò che facciamo".

"A Day in the Life of Your Data" nasce per aiutare gli utenti a capire meglio come le società di terze parti tengono traccia delle loro informazioni su app e siti web, descrivendo gli strumenti forniti da Apple per rendere il monitoraggio più trasparente e dare agli utenti un maggiore controllo. Il rapporto fa luce su quanto siano diventate diffuse alcune di queste pratiche. In media, le app includono sei "tracker" di altre società, che hanno l'unico scopo di raccogliere e monitorare le persone e le loro informazioni personali [Competition & Markets Authority, “Online platforms and digital advertising,” 1 luglio 2020]. I dati raccolti da questi tracker vengono messi insieme, condivisi, aggregati e monetizzati, alimentando un settore del valore di 227 miliardi all'anno [Gröne, Florian, Pierre Péladeau, et al., “Tomorrow’s data heroes,” Strategy+Business, 19 febbraio 2019].

L'anno scorso, come parte di iOS 14 e iPadOS 14, Apple ha lanciato una serie di importanti funzionalità per la privacy destinate ad aiutare gli utenti a prendere decisioni più informate sui propri dati. Due in particolare hanno il potenziale per fare una grande differenza nell'aiutare gli utenti a proteggere la loro privacy. La prima, Apple richiede ad ogni app presente nel suo App Store, incluse le proprie, di fornire agli utenti un riepilogo di facile comprensione dell'utilizzo che lo sviluppatore farà dei dati raccolti. In secondo luogo, con un prossimo aggiornamento di iOS, iPadOS, e tvOS, l'App Tracking Transparency richiederà alle app non di Apple di ottenere l'autorizzazione dell'utente prima di tracciare i suoi dati su app o siti web di proprietà di altre società. In Impostazioni, gli utenti potranno vedere quali app hanno richiesto l'autorizzazione per il monitoraggio e apportare le modifiche che ritengono opportuno.

Leggi anche:
Leggi anche:
 
Apple richiede che ogni app, incluse quelle sue, fornisca agli utenti un riepilogo di come lo sviluppatore usera' i dati utente raccolti
Apple richiede che ogni app, incluse quelle sue, fornisca agli utenti un riepilogo di come lo sviluppatore usera' i dati utente raccolti
 
 
App Tracking Transparency richiederà alle app di ottenere l'autorizzazione dell'utente prima di tracciare i suoi dati su app o siti web di proprietà di altre società
App Tracking Transparency richiederà alle app di ottenere l'autorizzazione dell'utente prima di tracciare i suoi dati su app o siti web di proprietà di altre società
 

Gus Hosein, di Privacy International: "Le indagini di PI sui broker di dati e società di tecnologia pubblicitaria rivelano un settore complesso e in rapida crescita che è opaco per l'utente medio. Dove c'è mancanza di trasparenza, lo sfruttamento prospera. La raccolta di dati invisibile e gratuita impedisce agli utenti di esercitare i propri diritti e di proteggere la propria privacy. Strumenti come App Tracking Transparency aiuteranno le persone ad affermare il controllo sulla fuga invisibile dei propri dati. Con queste lodevoli innovazioni, l'industria sentirà finalmente la pressione per cambiare. La consapevolezza dei consumatori e le soluzioni tecniche sono parti importanti della soluzione, ma per evitare un gioco del gatto e del topo tra gli attori del settore, abbiamo bisogno di una regolamentazione sostanziale e applicabile per fermare questo sfruttamento dei nostri dati ".

Jeff Chester, del Center for Digital Democracy: "I nuovi strumenti di protezione dei dati di Apple assicurano che le persone abbiano un maggiore controllo sulle proprie informazioni personali. I data broker e gli inserzionisti online dovranno ora agire in modo più responsabile quando si tratta di consumatori che utilizzano applicazioni di terze parti su dispositivi Apple ".

Michelle Richardson, del Center for Democracy and Technology: “Queste modifiche aiuteranno a riequilibrare l'ecosistema in modo che la raccolta e la condivisione dei dati sia più trasparente e il monitoraggio non sia più l'impostazione predefinita. Un cambiamento sistemico di questa portata è un enorme balzo in avanti per i consumatori ".

Tristan Harris, del Center for Humane Technology: "L'annuncio di Apple di oggi allontana l'ecosistema dagli effetti dannosi della profilazione segreta e del microtargeting che consentono molti dei problemi delineati in The Social Dilemma".

Per anni, Apple ha introdotto tecnologie che salvaguardano la privacy degli utenti e aiutano a mantenere i dati degli utenti al sicuro. Ad esempio, Safari è stato il primo browser a bloccare i cookie di terze parti per impostazione predefinita già nel 2005. In iOS 11 e macOS High Sierra, Safari ha aggiunto la prevenzione del tracciamento intelligente per limitare ulteriormente il tracciamento, consentendo comunque ai siti web di funzionare normalmente. Nel 2018, Apple per gli utenti Mac ha introdotto protezioni per impedire l'identificazione dei dispositivi degli utenti in base a dati come caratteri e plug-in. 

Leggi anche:
Leggi anche:

Condividi questa notizia

Prezzi Apple sugli Shop Principali

Apple iPhone 11 Pro 14,7 cm (5.8') 512 GB Doppia SIM 4G Verde iOS 13 - Apple
Trovato su ManoMano.it
1760.14 €

Apple iPhone 11 Pro 14,7 cm (5.8') 512 GB Doppia SIM 4G Verde iOS 13 - Apple
Trovato su ManoMano.it
1760.14 €

Apple iPhone 12 Pro Max 512GB - Blu Pacifico
Trovato su Unieuro
1639.00 €

Apple Iphone 12 Pro Max 512gb Oro
Trovato su R-Store
1639.00 €

Apple iPhone 12 Pro Max 512GB - Blu Pacifico
Trovato su Unieuro
1639.00 €

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria