Whatsapp migliora le chiamate vocali di gruppo con banner di notifica e le possibilità di mettere in muto gli altri e di inviare messaggi ad un solo partecipante senza abbandonare la group call

Whatsapp migliora le chiamate vocali di gruppo con banner di notifica e le possibilità di mettere in muto gli altri e di inviare messaggi ad un solo partecipante senza abbandonare la group call

Whatsapp introduce tre aggiornamenti per le chiamate vocali di gruppo: debuttano il banner di notifica, la possibilità di mettere in muto gli altri e la possibilità di inviare messaggi ai partecipanti senza dover abbandonare la group call.

 

Scritto da il 17/06/22 | Pubblicato in Whatsapp | | | Archivio 2022

Seguici su

 
 

WhatsApp ha annucniato tre aggiornamenti per le chiamate vocali di gruppo, che , assieme ai messaggi rendono più facili e veloci le conversazioni: debuttano il banner di notifica, la possibilità di mettere in muto gli altri e la possibilità di inviare messaggi ai partecipanti - anche uno solo specifico - senza dover abbandonare la group call.. 

La prima novità che arriva in Whatsapp per le chiamate vocali di gruppo è il banner di notifica mostrato quando qualcuno si unisce ad una call già avviata e non è presente sullo schermo. Quetsa notifica si presenta sullo schermo con la scritta "[nome contatto] si è unito alla chiamata" permettendo a tutti i partecipanti della call di sapere quando una nuova persona si è unita alla conversazione e di chi si tratta, anche se impegnati in una chiamata importante e la persona non è presente sullo schermo.

La seconda novità che arriva in Whatsapp per le chiamate vocali di gruppo è la possibilità di mettere in muto gli altri. In questo modo è possibile escludere l’audio degli altre persone durante una chiamata vocale di gruppo, evitando così di ascoltare le chiacchiere di sottofondo mentre si sta cercando di capire cosa sta dicendo un'altra persona.

La terza novità che arriva in Whatsapp per le chiamate vocali di gruppo è la possibilità di inviare messaggi ai partecipanti durante una call. Grazie a questa, in caso di necessità di inviare rapidamente un messaggio ad una sola persona del gruppo, è possibile farlo senza dover abbandonare la conversazione con tutti.

Tre novità che si aggiungono ai miglioramenti nei messaggi vocali che WhatsApp ha implementato nel corso degli ultimi mesi. In Whatsapp, è ora possibile tenere premuta l'icona del microfono e scorrere verso l'alto per mantenere attiva la registrazione, quindi toccando l'apposita icona 'stop' è possibile terminare la registrazione per inviare. Questa funzionalità ha messo fine alle situazioni in cui si doveva registrare nuovamente un messaggio vocale perché il dito era scivolato via dall'icona del microfono. Inoltre, Whatsapp adesso consente di ascoltare i messaggi vocali prima di inviarli, per controllare cosa si ha detto prima dell'invio, ponendo fine ai giorni in cui i messaggi vocali venivano prima inviati e poi di ascoltavano e poi si eliminavano per essersi accorti di aver detto qualcosa di sbagliato o di aver dimenticato qualcosa. Ora è anche possibile mettere in pausa la registrazione e riprenderla quando si è pronti a continuare, nel caso in cui si venga interrotti o si abbia bisogno di pensare a come proseguire il discorso. Dalla fine dello scorso anno, inoltre, i messaggi vocali  in Whatsapp si possono ascoltare a diverse velocità - tutte più veloci del normale e non più lente (1x, 1.5x, 2x). È ora anche possibile continuare a riprodurre un messaggio vocale al di fuori della chat, restando comunque dentro l'app Whatsapp, così da poter essere multitasking o leggere e rispondere ad altri messaggi mentre si ascolta un lungo vocale. Inoltre, pausando la riproduzione di un vocale, possibile riprendere da dove si era interrotto per finire di ascoltarlo in un secondo momento.

Infine, segnaliamo che adesso Whatsapp consente di effettuare chiamate vocali di gruppo con fino a 32 contatti. 

Le tre novità sopra annunciate potrebbero non essere subito disponibili per tutti gli utenti di Whatsapp a livello globale: la distribuzione potrebbe richiedere del tempo.
Leggi anche:
Leggi anche: